Iperico

Iperico significato: Il nome botanico dell’iperico è composto di due parole, e la seconda, “Perforatum”, deriva dal latino e significa "perforato", poiché  le foglie viste controluce rivelano dei punti traslucidi, dando l'impressione che la foglia sia perforata.

L'iperico è una pianta dalle proprietà cosmetiche e terapeutiche utilizzata anche in omeopatia, l'iperico si presenta con dei punti puntini sulle foglie, che non devono essere scambiati per buchi, i fiori sono di un colore luminoso giallo-arancio. I petali sono disseminati di punti neri. Quando i punti neri vengono strofinati tra le dita, le dita diventano rosse. Il gambo dell’iperico è dotato di due linee in rilievo lungo tutto il gambo. Questa è una cosa abbastanza inusuale nel mondo vegetale, perché di solito il gambo è tondo, con quattro stami quadrati. Solo nell’iperico ci sono queste due linee in rilievo che rendono lo stelo appiattito.

Iperico

Iperico pianta

La pianta di iperico è bella

Le foglie sono molto belle, di forma oblungo -  ellittica, di colore verde intenso e i fiori sono gialli, molto appariscenti. Le infiorescenze hanno 5 petali ricurvi ed una gran quantità di stami vistosi. L'altezza media si aggira tra i 30 ed i 40 cm; la sua coltivazione è veramente semplice. Predilige l'esposizione al sole ma resiste anche in condizioni di ombra parziale. Predilige un clima abbastanza mite ma resiste anche alle basse temperature. Si adatta a quasi tutti i tipi di terreni, l'importante è che siano ben drenati. Non è una pianta soggetta a particolari malattie o parassiti. Raramente possono insorgere problemi legati ad attacchi da parte di una malattia fungina definita "ruggine". In questo caso le piantine colpite devono essere trattate con anticrittogamici.

Perché l'iperico si chiama anche “Erba di San Giovanni”?

Tutti sembrano concordare sul fatto che omonimo della pianta era Giovanni il Battista. Le storie sul perché Hypericum perforatum è stato chiamato dopo il battezzatore includono dei passi della Bibbia: quando la Bibbia dice che Giovanni visse di locuste e miele selvatico, la parola greca per “locuste” avrebbe avuto un significato non solo relativo agli insetti, ma anche alle cime delle piante su cui posano le locuste (La parola greca Akron è l'immagine dell’atterraggio di una locusta sulla cima di una pianta). La leggenda, tuttavia, vuole che quando si riferisce a specialità culinarie di Giovanni Battista, il termine comprenda sia gli insetti che la pianta.

Ci sono comunque altre interpretazioni. Per esempio, il colore rosso scuro delle macchie sui petali rappresenta il sangue versato da Giovanni il Battista nella sua decapitazione, e le macchie trasparenti sulle foglie rappresentano le lacrime versate su quell'evento.

Qualunque sia la ragione del suo nome, dal Medioevo si credeva che dormire con un rametto di Erba di San Giovanni sotto il cuscino la notte di S. Giovanni (la notte prima marea di San Giovanni), facesse apparire il Santo in sogno, per dare la sua benedizione, e per impedire a chi lo vedeva di morire durante l'anno successivo.

Iperico come medicina

Nel suo libro “Il potere curativo delle erbe”, Michael T. Murray,  ha sottolineato: “L’Erba di San Giovanni ha una lunga storia di uso popolare. Dioscoride, il medico più importante dell'antica Grecia, così come Plinio [a Roma] e Ippocrate [il padre della medicina], somministravano l’erba nel trattamento di molte malattie. Il suo nome latino, Hypericum perforatum, deriva dal greco e significa "più che un'apparizione," con un riferimento alla credenza popolare legata all’erba, ritenuta altamente ripugnante dagli spiriti maligni, contro i quali bastava un soffio per cacciarli. Nella medicina popolare, l’erba è stata sempre utilizzata nel trattamento delle ferite (ha potenti proprietà antibatteriche e antivirali), nei disturbi renali e polmonari, e in ciò che noi oggi chiameremmo depressione.”

Proprietà teraputiche dell'iperico

  • Lenisce le ulcere e le gastriti
  • Contrasta la nausea
  • Aiuta ad alleviare la diarrea
  • Ha un potere sedativo, antidolorifico, analgesico
  • Combatte la depressione

L'iperico fa bene

L’iperico è attualmente in fase di studio da parte dei medici come trattamento per l'AIDS, diverse forme di cancro, l’enuresi notturna dei bambini, le malattie della pelle come la psoriasi, l'artrite reumatoide, ulcera peptica, e anche i postumi di una sbornia.

Ipericina

L'ipericina ha anche dimostrato di possedere promettenti proprietà antitumorali e ha la capacità di inibire la crescita di gliomi (tumori cerebrali), del cancro al polmone e del cancro della pelle in vitro (in laboratorio). Le sue proprietà fotodinamiche potrebbero portare all'utilizzo di ipericina in combinazione con il laser nel trattamento del cancro.

Componenti di un estratto di iperico (cosa contiene)

L’estratti di iperico contiene almeno una decina di componenti che possono contribuire a produrre degli effetti farmacologici. Non è ancora possibile correlare la modalità di azione antidepressiva con le componenti specifiche, perciò la qualità farmaceutica degli estratti è stata caratterizzata sulla base di tipiche sostanze principali, specialmente l’ipericina. Le sostanze più coinvolte nell’azione antidepressiva si pensa possano essere l’ipericina ed i flavonoidi.

Il colore rosso dato dall’ipericina è stato trovato in altre poche piante  sono mentre la maggior parte delle sostanze presenti nell’iperico sono comuni nel regno vegetale.

La concentrazione di ipericina (principalmente ipericina e pseudoipericina) nei germogli e fiori può variare tra lo 0,06% e lo 0,75%. La concentrazione usuale è 0,1-0,15%, ma concentrazioni più basse (meno dello 0,1%) potrebbero derivare dalla raccolta delle parti inferiori delle erbe. Un contenuto minimo dello 0,04% di ipericina totale è richiesto per uso commerciale.

Altri ingredienti attivi sono i possibili prodotti di polimerizzazione dell’ipericina, la quercetina, i  flavonoidi, l’isoquercitina, la rutina, il camperolo, la luteolina, e il 13-118-biapigenin, la cui concentrazione totale può ammontare dal 2% al 4%.

Le procianidine, che sono legati ai flavonoidi, rappresentano circa l'8%, mentre l’iperforina è presente in una percentuale del 2,8%.

Compresse capsule gocce e integratori di iperico

L'iperico è disponibile in compresse, capsule, gocce e tè. E' disponibile anche come olio, solo per uso esterno.

Indicazioni terapeutiche. La monografia ufficiale elenca, come condizioni cliniche che richiedano assunzione di iperico, gli stati depressivi lievi e moderati, la paura, i disturbi nervosi ed i disturbi somatoformi. La maggior parte della documentazione scientifica per l'iperico è stata eseguita sulla depressione da lieve a moderata. Il trattamento delle depressioni gravi (con suicidi, forme psicotiche o stati di malinconia grave) con preparazioni di iperico non è ancora raccomandato come sostituto definitivo alla farmacopea comune.

Effetto benefici dell'iperico

Oltre a numerosi  e studi di monitoraggio della droga (con più di 5.000 pazienti) sull'efficacia e sulla sicurezza delle preparazioni standardizzate iperico, sono stati condotti 25 controlli in doppio cieco (con più di 2.000 pazienti). L'indicazione principale era basata su lievi e moderati disturbi depressivi.

Nella maggior parte degli studi, sia i sintomi depressivi (umore depresso, ansia, perdita di interesse, sensazione di inutilità, diminuzione dell'attività) che i sintomi secondari (disturbi del sonno, mancanza di concentrazione, disturbi somatici) sono migliorati in modo significativo.

Effetti collaterali dell'iperico

Nessuna sostanza è mai perfettamente sicura, nemmeno quelle che vengono utilizzate per ottenere effetti positivi, perché basta eccedere nelle dosi per manifestare degli effetti collaterali.

Per quanto riguarda la tossicità, l'iperico è decisamente più sicuro dell'aspirina. Cinquecento a mille persone muoiono ogni anno negli soli Stati Uniti a causa dell'aspirina, di solito in seguito ad emorragie interne. L'iperico, al confronto, non ha ancora registrato un solo decesso umano in 2.400 anni di note uso medicinale.

In realtà, l'unica tossicità fatale nota è stata rilevata dall'assunzione i iperico da parte di alcuni animali, come le pecore, che  non muoiono tanto per l'ingestione di grandi quantità di iperico, quanto, piuttosto, per l'esposizione al sole successiva.

In uno studio su 3.250 pazienti trattati con iperico, solo il 2,4 per cento ha manifestato effetti collaterali.

Gli effetti indesiderati rilevati tendevano ad essere di lievi entità: irritazioni gastrointestinali, reazioni allergiche, stanchezza, agitazione.

Il dosaggio raccomandato di iperico

Il dosaggio ottimale di iperico, in base alla maggior parte degli studi medici, è di 300 mg di estratto di iperico tre volte al giorno. Questo dosaggio da 300 mg è normalmente presente in una singola compressa o capsula. Per coloro che trovano l'iperico come un aiuto per avere un sonno ristoratore, le dosi possono essere spartite in tutta la giornata, ma si può conservare l'ultima dose per la cena o prima di andare a dormire. I bambini piccoli devono assumere un totale di 300 mg di iperico al giorno, mentre i bambini più grandi devono assumere al massimo 600 mg al giorno. Per gli adolescenti, la dose per gli adulti è completa è raccomandata.

L'efficacia dell'iperico nel trattamento della depressione non deve essere valutata fino ad almeno sei settimane dopo l'assunzione di una dose di 900 mg al giorno come antidepressivo. L'effetto dell'iperico avviene gradualmente. Gli studi indicano che l'iperico, in generale, impiega più tempo per raggiungere la piena efficacia di quanto non facciano gli antidepressivi comuni.

In caso di sintomi indesiderati di seria entità bisogna interrompere immediatamente l'assunzione di iperico e contattare al più presto il proprio medico.

Informazioni relative alle proprietà della pianta di iperico.

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo iperico

L'iperico è efficace per gli stati di depressione

In realtà ero scettica nell'efficacia dell' iperico ed ho iniziato a prendere le capsule per un certo non si sa mai, non lasciamo niente di intentato prima che sopravvenga una depressione più grave. Avevo già sofferto di una forma di depressione in passato ed ero stata correttamente curata e guarita da un neurologo che mi aveva sempre raccomandato di stare sempre all'erta ai primi sintomi e prendere provvedimenti perché la depressione può ritornare nei cambi di stagione oppure con alcune difficoltà della vita e mi ha prescritto 2 scatoli di tricortin mille ogni cambio stagione.
Per un dispiacere familiare mi sono nuovamente sentita depressa e ho provato con l' iperico e devo dire che ha funzionato e neanche a lunga scadenza facendomi sentire più serena ed anche meno apprensiva ai vari problemi giornalieri, cioè con maggiore voglia di vivere. Anche ad una mia amica ha funzionato che era in depressione perché svanito il matrimonio dopo 8 anni di fidanzamento...testimonio che funziona preso a giuste dose e regolarità, cordiali saluti, Adriana

L'Iperico e le sue proprietà

ottima spiegazione.

Uso spesso l'iperico

Ho un' alta stima e rispetto per l'erboristeria e specialmente per l'iperico, che conosco dall'infanzia (curato una ferita da taglio, che non trovava altre rimedi, in un tempo molto breve con un olio ai fiori d'iperico, preparato da mia madre). Uso spesso l' iperico nelle tisane e come l'aggiunta nel thè e malgrado non faccio tanti accertamenti medicinali, considero che dopo aver passato diverse disgrazie salutare, oggi sto abbastanza bene grazie al uso di questa pianta.

Iperico, benefici ed interazioni con altro

Io l'ho utilizzato ed ha avuto i suoi benefici, ma con l'aumentare delle cause scatenanti la depressione, sono stata costretta ad utilizzare farmaci antidepressivi.
Un'altra cosa importante è l'interazione con altre sostanze, appunto le benzodiazepine, ne annulla gli effetti, dunque non ho potuto neppure abbandonare graduatamente i farmaci per sostituirli di nuovo con l'iperico.
Un'altra cosa importante dell'iperico è l'uso topico di cui non avete parlato a sufficenza.

Iperico

Non trovo corretto dire che gli effetti indesiderati possono essere di lievi entità: ho provato ad assumere l'iperico due volte nella mia vita per cercare di far fronte a una lieve depressione. Nel giro di pochi giorni (e per altro assumendone metà dose) non dormivo più, avevo un'agitazione incontrollabile, nausea, crisi di pianto e d'ira incontrollate (mai avute prima!) e una sensazione di stare per impazzire. Il tutto si è risolto nel giro di qualche giorno, sospendendo l'iperico e assumendo ansiolitici per 4-5 giorni. Ne ho parlato con ben tre medici, ricevendo sempre la stessa risposta: l'iperico non va bene per tutti e può essere molto pericoloso. Questo andrebbe detto con chiarezza e soprattutto segnalato sui bugiardini, che però in questo genere di medicinali non ci sono MAI, cosa che trovo gravissima.

Informazioni sull'iperico

ho trovato le spiegazioni esauriente . grazie

Iperico e proprietà dell'iperico

è logico che non va bene per tutti,ognuno ha la sua cura,come nei medicinali sintetici anche nelle erbe ci sono sostanze che ad alcuni vanno bene,ad altri possono dare problemi.
Io l'ho provato in capsule e devo dire che sono veramente rinato,al lavoro ero più concentrato,i pensieri negativi erano quasi spariti e cmq erano pensieri non così pesanti da sconcentrarmi dalle mie attività quotidiane.lavoro ect.
al mattino ero più pimpante ed energico,voglia di fare.
ho assunto iperico in capsule una volta al dì da settembre a marzo.
quando ho interrotto la "cura" non ho avuto nessuna crisi d'astinenza e non ho notato nessuna differenza. personalmente penso che l'uso di iperico mi abbia chiuso qualche ferita se così si può dire. saluti

Proverò l'iperico per le malattie della pelle

Lo proverò anch'io. Ho letto che è anche un ottimo rimedio contro la psoriasi e altre malattie della pelle. Vi farò sapere!!!

Informazioni su iperico

...........l'ho conosciuto per caso, e ne sono veramente entusiasta, anche se per il momento ne ho fatto soltanto uso esterno, spero quanto prima di sperimentarlo anche per ingestione, avendo letto che fa bene anche per la depressione, vi farò sapere, e grazie per le informazioni.

Capsule di iperico contro la tristezza e la depressione

Gia' da molti anni tengo in casa le capsule di Iperico e vi posso testimoniare che a me ne basta una da 400 mg al giorno, e la assumo saltuariamente quando mi sento triste, l'effetto lo sento subito nel giro di mezz'ora quaranta minuti mi dimentico che ero depressa, e proseguo la giornata con la voglia di fare di tutto.

Attenzione ai possibili effetti collaterali dell'iperico

Prendo iperico in capsule da un mese ed è da circa 20 giorni che ho nausea, giramenti di testa, sensazione di stare per impazzire, ansia forte, mal di testa e mal di stomaco! Il naturopata ke me le ha prescritte non mi ha informata minimamente sulle controindicazioni quindi non pensavo che tutto questo malessere dipendesse da questo iperico! Ho provato a non prenderlo per due giorni ed oggi ho avuto la prova ke iperico mi fa questo effetto perchè ho ripreso le due capsule questa mattina e sto malissimo... ho un senso di smarrimento ke non si può descrivere oltre agli effetti citati prima... spero solamente che questi effetti vadano via il più presto........ quindi attenzione non a tutti fa bene!!

Lascia il tuo commento: