Ipertensione arteriosa rimedi naturali

Ipertensione arteriosa e rimedi naturali efficaci, poichè il tuo cuore è una meraviglia dell'ingegneria: una pompa che riceve sangue ricco di ossigeno dai polmoni e lo reimmette, attraverso le arterie, ai tessuti di tutto il corpo e quando si sta bene con il cuore vuol dire che c’è abbastanza pressione all'interno delle arterie che mantiene un flusso costante di sangue.

Ipertensione arteriosa rimedi naturali

Ipertensione arteriosa rimedi

Tale pressione può essere influenzata da:

  • Attività fisica
  • Stress
  • Alimentazione
  • Ormoni
  • Perdita di sangue da ferite
  • Mestruazioni

Per mantenere il corretto funzionamento del sistema di fronte a condizioni in continuo cambiamento, il cuore fa continui adeguamenti. Il suo battito accelera o rallenta mentre la forza delle sue contrazioni aumenta e diminuisce. Nello stesso tempo in cui le arterie si rilassano o si contraggono, i reni trattengono il sale e l’acqua (aumentando così la pressione arteriosa) o rilasciano il sale e l'acqua (che consente la diminuzione della pressione arteriosa).

Data la complessità del sistema, non c'è da sorprendersi che la pressione sanguigna cronicamente elevata, o meglio l’ipertensione, sia una delle malattie più comuni.

Il problema con la pressione alta è che è asintomatica, essa può tranquillamente danneggiare organi vitali come il cervello, i reni e gli occhi, senza darvene alcun indizio.

Ma capire se sei malato di ipertensione non è sempre facile, in alcune persone, i valori della pressione sanguigna possono variare da 20 a 60 punti nel corso di una giornata. Molte persone notano che la loro pressione arteriosa tende ad aumentare in uno studio medico, a causa di un fenomeno chiamato “ipertensione da camice bianco”.

Rimedinaturali erboristici ed omeopatici che possono essere utili contro l'ipertensione arteriosa:

  • Biancospino. Le foglie, i fiori e le bacche di questa pianta senza dubbio giovano al sistema cardiovascolare. Il biancospino è forse il più conosciuto prodotto omeopatico utilizzato nel trattamento della forma lieve della pressione alta. Un estratto di biancospino è comunemente utilizzato in erboristeria per migliorare la funzione cardiaca e, in particolare, nel trattamento dell'insufficienza cardiaca congestizia, dei battiti cardiaci irregolari e dell’angina pectoris. E’ una ricca fonte di proantocianidine oligomeriche (OPC) e bioflavonoidi antiossidanti, entrambi i quali nutrono i tessuti del cuore e dei vasi sanguigni. Come agisce: Il biancospino abbassa la pressione sanguigna rilassando e dilatando le pareti delle arterie. Come ci riesca è solo in parte comprensibile. Sembra che presenti analogie con gli inibitori ACE, i beta bloccanti e i calcio-antagonisti. Non dovrebbe essere usato da solo per i casi di pressione molto elevata ma è la pianta ideale da utilizzare nelle prime fasi di alta pressione sanguigna. Dosaggio tipico: da 150 a 1.500 milligrammi di polvere di estratto standardizzato.
  • Reishi. Questo fungo è apprezzato in Giappone e in Cina, dove le sue qualità rigeneranti sono note da oltre 4.000 anni. Dal momento che il fungo crudo è legnoso e immangiabile, il metodo tradizionale di preparazione reishi è quello di prepararne un tè da far bollire per molto tempo in acqua. Come agisce: Studi scientifici hanno confermato le sue proprietà benefiche, si è dimostrato che abbassa la pressione sanguigna e riduce il colesterolo "cattivo" LDL e dei trigliceridi, un altro tipo di grassi nel sangue. Esso riduce anche la tendenza delle piastrine del sangue di accumularsi, rendendo meno possibile che il sangue coaguli così da favorire infarti e ictus. Dosaggio tipico: da 1.000 a 9.000 milligrammi in capsule al giorno o da 50 a 75 milligrammi in capsule concentrate tre volte al giorno.
  • Aglio (Allium sativum) Questo condimento comune è utilizzato in molte culture da più di 3.000 anni come medicinale. Come agisce: E'noto per abbassare la pressione sanguigna e del colesterolo, il trattamento di infezioni e prevenire il cancro. Il modo sicuro per abbassare la pressione sanguigna con l’aglio è quello di mangiarne 1-3 spicchi crudi o poco cotti ogni giorno. Se non fosse possibile cibarsi d’aglio per conto del poco invitante alito o dei problemi di bruciore di stomaco, l'aglio è disponibile in altre forme. Dosaggio tipico: da 1 a 3 compresse standardizzate (di cui ogni compressa fornisce almeno 4.000 microgrammi di allicina) al giorno.
  • Coleus (Coleus forskohlii) Un estratto di quest’erba, forskohlin, è utilizzato in tutta l’India per il trattamento di numerose condizioni, tra cui l'ipertensione e l'asma, anche se è poco conosciuto negli Stati Uniti. Come agisce: Il forskolin ha dimostrato di aumentare la concentrazione di una sostanza chimica chiamata cAMP, che si trova nei muscoli lisci, dilatando in tal modo le pareti delle arterie. Forskolin sembra anche aiutare il muscolo cardiaco a lavorare in modo più efficiente. Dal momento che la radice contiene solo piccole quantità di principio attivo, è importante utilizzare un estratto concentrato. Dosaggio tipico: 50 milligrammi tre o quattro volte al giorno.
  • Tarassaco (Taraxacum officinale) Le foglie di quest’erba da prato sono un rimedio domestico popolare per la ritenzione di liquidi. Come agisce: Aumentando delicatamente il flusso di urina, le foglie di tarassaco aiutano ad abbassare la pressione sanguigna. In dosi molto elevate, l'erba può avere un effetto diuretico. I vantaggi dell'utilizzo di tarassaco è duplice: non sembra causare la perdita di potassio, un problema importante con alcuni diuretici e in qualsiasi momento dell'anno, è facile trovare tarassaco fresco per farne un’insalata o trasformarlo in un succo di frutta o tè. Ovviamente si raccomanda di evitare le foglie che sono stati trattate con sostanze chimiche. Dosaggio tipico: da 2 a 6 tazze di tè al giorno (bollire da 1 a 2 cucchiaini di foglie essiccate in una tazza di acqua per 5 minuti), oppure 1-2 gocce di tintura fino a tre volte al giorno, o una capsula da 500 mg tre o quattro volte al giorno.

Misurare la pressione sanguigna:

La pressione sanguigna si misura nei termini di quanto le arterie si contraggano (pressione sistolica) e di quanto si dilatino (pressione diastolica). Anche se una misura attorno ai 140 di pressione sistolica e ai 90 di pressione diastolica è stata designata quale limite da non superare per rientrare nei normali parametri, gli studi comparativi sulle altre popolazioni indicano che i valori ritenuti normali dagli statunitensi siano davvero molto alti rispetto ai loro valori.  Per esempio, gli indiani Tarahumara del Messico, che conducono uno stile di vita molto attivo, camminando a piedi diverse miglia ogni giorno su e giù attraverso le ripide pareti del canyon, hanno una pressione arteriosa media di 90 su 60 e un tasso molto inferiore di infarti e ictus rispetto agli americani.
Invece di aspettare che la pressione del sangue raggiunga il limite arbitrario e poi cercare di abbassarlo la strategia migliore è quella di vigilare sulla pressione arteriosa. Gli esperti suggeriscono interventi a partire da una serie di diete, esercizi fisici e rimedi naturali, quando la pressione supera regolarmente 120 su 80. La pressione sanguigna dovrebbe essere controllata una volta all'anno, se normale, e quattro volte l'anno, se fosse stata trovata elevata in alcuni casi.

Un dibattito sul sale:

Si ritiene buon uso, in caso di pressione alta, quello di usare meno sale. La ricerca più attuale, tuttavia, ha dimostrato che la riduzione di sodio comporti una pressione sanguigna più bassa solo a meno della metà dei casi presi in esame.

D'altra parte, molte persone mangiano troppo sale, con la media giornaliera di 2 o 3 cucchiaini e si trarrebbe vantaggio riducendo a un cucchiaino, un modo semplice per farlo è quello di interrompere l'aggiunta di sale in più al cibo.

E’ possibile evitare di prendere i farmaci?

Sono molto numerosi i farmaci che abbassano la pressione sanguigna e seppure essi siano efficaci il loro valore è diminuito da effetti collaterali come la stanchezza e la depressione. Questo tipo di farmaci sono costosi e possono anche compromettere la capacità di fare sesso.

Quindi, se è stata diagnosticata l’ipertensione, chiedete pure al medico se si può evitare di dover prendere tali farmaci, facendo però alcuni cambiamenti nel vostro stile di vita.

  • Tecniche di gestione dello stress, che hanno dimostrato di contribuire a comprendere la meditazione
  • il biofeedback
  • e regolare esercizio aerobico
  • perdere peso
  • diminuendo il consumo di alcol può anche avere un grande impatto

Alcune persone, specialmente quelli con diabete di tipo II, scoprire che limitando i carboidrati può ridurre drasticamente la loro pressione sanguigna.

Otto modi per la lotta contro l'ipertensione arteriosa rimedi naturali:

Qui vi sono otto punti più per abbassare la pressione alta o ridurre/impedire una dipendenza da farmaci per la pressione sanguigna.

  • Ingerire meno calorie. Abbassare il peso corporeo se è troppo alto è un modo fondamentale per abbassare la pressione sanguigna.
  • Evitare i carboidrati raffinati come la farina bianca e zucchero, le patate bianche (specie se fritte), e bevande analcoliche zuccherate. Solitamente sono tutte prive di sostanze nutritive e portano a un aumento di peso.
  • Non bere più di 226 grammi di birra, 113 grammi di vino, o 1 grammo di superalcolici al giorno. Una maggiore quantità di alcool alza la pressione sanguigna più del livello normale.
  • Mangiare alimenti ricchi di fibre come la farina di semi di lino e di altri cereali integrali e verdure. Oltre ad aumentare le fibre alimentari, questi alimenti contengono nutrienti che abbassano la pressione sanguigna. La fibra poi riempie e fa sentire sazi, così da aiutare a perdere peso se necessario.
  • Mangiare pesci di acque profonde che sono ricchi di acidi grassi essenziali, come il salmone,il merluzzo, gli sgombri e il tonno. Gli acidi grassi omega-3 nei pesci tendono a rilassare le pareti delle arterie, riducendo la pressione sanguigna. Rendono anche il sangue più liquido e con meno probabilità di coagulo.
  • Usare alimenti ricchi di magnesio, potassio e calcio. Sulla lista: noci e semi, verdure a foglia verde, legumi, cereali integrali, tofu, banane, arance, mele, avocado e meloni.
  • Smettere di fumare. Il fumo di sigaretta aumenta la pressione sanguigna restringendo le arterie e danneggia anche il muscolo cardiaco e altri tessuti, diminuendo la quantità di ossigeno che riceve.
  • Impegnarsi in regolare esercizio aerobico per 30 o 40 minuti tre o quattro volte a settimana. Tale esercizio ha dimostrato di abbassare la pressione sanguigna e prevenire gli attacchi di cuore.

Minerali “magici”

Una delle conseguenze mortali della pressione alta è l’infarto, ma è anche quello con una comprovata terapia alimentare. Il DASH, lo studio degli approcci dietetici per lo stop all’ipertensione, effettuato in quattro centri medici e sponsorizzato dal National Institutes of Health, ha dimostrato che le persone che mangiavano i cibi ricchi di elettroliti come il potassio, magnesio e fibra hanno una minore incidenza di ictus.

Ipertensione arteriosa e rimedi naturali efficaci.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo ipertensione arteriosa rimedi naturali

Rimedi naturali per l'ipertensione arteriosa

grazie,mi siete stati veramente utili!!!!

Ipertensione arteriosa e rimedi naturali.

un grazie di tutto cuore,per le numerose notizie utili sopratutto per i consigli relativi alla corretta alimentazione, sono veramente entusiasta.

Rimedi per l'ipertensione arteriosa ed eliminare il fumo

parte dei consigli su esposti io già li adotto da anni, ma l'ipetensione c'è lo stesso. quello che devo eliminare è il fumo ..sto per intraprendere anche questa rinuncia... speriamo bene!!

Rimedi naturali da provare per l'ipertensione

voglio provare ad utilizzare uno di questi rimedi naturali visto che sono anni che prendo medicine e sono arrivata ad un punto che gli effetti collaterali mi creano problemi.
grazie

Lascia il tuo commento: