Ipertrofia prostatica: La ipertrofia prostatica

L'ipertrofia prostatica è una malattia che solitamente colpisce gli uomini dai 50 anni in su...

ipertrofia prostatica cosa è? L'ipertrofia prostatica non è una vera ipertrofia, infatti nelle persone anziane la prostata va incontro ad involuzione, ma piuttosto di un adenoma delle ghiandole periuretrali della prostata che viene spinta alla periferia da questa neoformazione di natura benigna. Tale adenoma costituisce una difficoltà alla minzione in quanto determina compressione e modificazione dell'uretra che la attraversa e da cui ne deriva una ipertrofia della vescica, a tale ipertrofia avviene poi una dilatazione e uno sfiancamento che portano la vescica a contenere alcuni litri di urina e questo aumento di volume della vescica determina una serie di conseguenze negative su tutto l'apparato urinario.

Ipertrofia prostatica La ipertrofia prostatica

Ipertrofia prostatica

Ipertrofia prostatica conseguenze

Nella vescica normale, gli uretri hanno una disposizione una valvola che impedisce il reflusso urinario, mentre invece, nell'ipertrofia prostatica gli uretri non hanno più tale disposizione e la pressione vigente nella vescica si ripercuote fino a livello renale con ostruzione del canale urinario.

Può giungere in tale stato fino all'idronefrosi bilaterale con iperazotemia ed ipertensione. E' evidente come in tale condizione di stasi si giunga facilmente alla infezione urinaria.

Con frequenza si assiste facilmente alla formazione di calcoli in vescica ed in realtà si tratta sempre di conseguenze dovute all'ipertrofia prostatica.

Sintomi ipertrofia prostatica

Sintomi di tipo ostruttivo:

Sono i sintomi come ad esempio:

  • la difficoltà a cominciare la minzione
  • svuotamento incompleto della vescica
  • intermittenza di emissione del flusso urinario
  • sforzo durante la minzione
  • flusso urinario debole

Sintomi di tipo irritativo

Alcuni di tali sintomi sono:

  • aumento della frequenza di minzione (sintomo detto pollachiuria) che si può verificare anche di notte (allorchè viene denominata nicturia)
  • bruciore mentre si urina
  • etc.

Prostatectomia: operazione per la cura della ipertrofia prostatica

La terapia chirurgica relativa alla ipertrofia prostatica ha il nome di prostatectomia ed in caso si manifestassero i sintomi elencati in precedenza è opportuno contattare l'esperto di riferimento per informarlo della situazione fisica in modo che possa effettuare la diagnosi e suggerire le contromisure più adatte.

Ipertrofia prostatica e dieta alimentare

In caso di ipertrofia prostatica anche la dieta influisce molto sulla sintomatologia, pertanto si consiglia di arricchire la propria dieta con l'assunzione di frutta e verdura, diminuire le proteine e cercare di eliminare del tutto i cibi grassi ed elaborati, oltre al fatto che è importante bere sempre acqua (almeno 1,5-2 litri al giorno) per riuscire a diluire le urine, abbassare il rischio di infezione alle vie urinarie e mantenere pulito l'organismo dalle tossine.

Conclusioni

In ogni caso, si consiglia soprattutto dopo i cinquant'anni di iniziare a fare delle visite annuali di tipo urologico che possono aiutare a livello medico ad individuare un'eventuali inizio di ipertrofia prostatica e curarla nel migliore dei modi. Non trattare una patologia come l'ipertrofia prostatica può portare ad una serie di ulteriori problematiche come ad esempio un'acuta ritenzione d'urina che a sua volta comporta all'utilizzare un catetere nell'uretra per permettere lo svuotamento della vescica.

Informazioni sulla ipertrofia prostatica...

Malattie

Lascia il tuo commento: