Iperventilazione (sintomi cause cura)

Iperventilazione cosa fare? Quali sono i sintomi e le cause? Non tutti gli episodi di difficoltà della respirazione, nei bambini, sono riconducibili a malattie dell’apparato respiratorio, ed a volte si tratta solo di una crisi d’iperventilazione.

Iperventilazione (sintomi cause cura)

Iperventilazione cosa fare

Come si manifesta? Con quali sintomi?

L’iperventilazione è la condizione in cui il bambino sente che gli manca il respiro e perciò tende a respirare affannosamente nel tentativo di introdurre più aria nei polmoni (fame d’aria).

In realtà, il susseguirsi di questi atti respiratori, non comporta un aumento di ossigeno, ma una riduzione dell'anidride carbonica nel sangue.

Quali sono le cause?

Le cause sono essenzialmente di carattere psicologico:

  • Emotività
  • Ansia
  • Paura
  • Depressione

Come evolve una crisi d’iperventilazione?

Durante la crisi d’iperventilazione, i polmoni si ritrovano con un sovraccarico di ossigeno, che provoca:

  • spasmo e irrigidimento della muscolatura
  • aumento della sensazione di soffocamento.

Questi fastidi sono causati dall’alcalosi, uno squilibrio metabolico che subentra quando, tra un respiro e l’altro, c’è un’eccessiva espulsione di anidride carbonica.

Se degenera il bambino, oltre la contrazione muscolare e il soffocamento, può avere altre complicanze:

  • perdita dei sensi
  • crisi convulsive
  • sensazione di stordimento
  • formicolii agli arti, alle dita di mani e piedi, alle labbra e alla lingua.

Come comportarsi quando il bambino ha una crisi d’iperventilazione?

Durante la crisi respiratoria possiamo far respirare il bambino in un sacchetto di carta.

In questo modo il piccolo, invece di introdurre nuovo ossigeno, respira l’anidride carbonica che ha espulso in precedenza, permettendo così ai muscoli di rilassarsi.

Attenzione:

  • Il sacchetto deve aderire bene al naso e alla bocca.
  • La respirazione nel sacchetto deve durare circa un minuto, dopodiché si fa respirare nuovamente il bambino all’aria, sempre per un minuto. Si prosegue alternando le due fasi respiratorie, finché il bambino non si riprende.
  • Se nel giro di pochi minuti la crisi non si risolve, è meglio chiamare il pediatra o recarsi al Pronto Soccorso.

Come prevenire l’iperventilazione?

Trattandosi di un disturbo emozionale, è bene che il bambino sia seguito da uno psicologo, che risolva all’origine la causa dello stress emotivo.

Iperventilazione (primi sintomi e cosa fare)

Malattie

Lascia il tuo commento: