Ipomenorrea: mestruazioni scarse

Ipomenorrea cosa sapere: Ipomenorrea è un termine che viene utilizzato per indicare un flusso mestruale piuttosto scarso, infatti il suffisso “ipo” viene utilizzato per indicare un qualcosa che sta al di sotto della media, quindi minore, di conseguenza l’ipomenorrea corrisponde ad un flusso mestruale minore rispetto a quello che dovrebbe essere il normale flusso.

L'Ipomenorrea è preoccupante? Le cause dell’ipomenorrea possono essere assolutamente benigne, perciò, in questo caso, non bisogna intraprendere alcun tipo di trattamento, tuttavia, in altri casi, l’ipomenorrea può essere ricondotta a condizioni alla base che devono essere indagate, infatti, in questo secondo caso, può essere necessario adottare una terapia specifica.

Ipomenorrea e varie cause


Ipomenorrea e varie cause delle mestruazione scarse

Tra i fattori benigni che possono portare ad un flusso mestruale scarso, vale a dire ad una condizione di ipomenorrea, ricordiamo la predisposizione genetica e l’utilizzo di contraccettivi ormonali, infatti il fattore genetico influenza notevolmente l’attività ormonale e può portare ad avere un flusso mestruale piuttosto leggero: la predisposizione genetica può essere valutata prendendo in considerazione altri esempi in famiglia di donne che presentano questa stessa condizione di ipomenorreaLe cause di ipomenorrea che non vengono considerate benigne, al contrario, devono essere indagate e trattate tempestivamente, in quanto potrebbero interferire non solo con l’entità del flusso mestruale, ma con altre condizioni, di conseguenza è fondamentale riuscire ad individuare queste cause ed intraprendere una terapia adeguata.


Mestruazioni scarse e pillola anticoncezionale

La pillola anticoncezionale è, molto probabilmente, la causa più comune di ipomenorrea, infatti l’assunzione di contraccettivi ormonali, come appunto la pillola anticoncezionale, può influenzare l’entità del flusso mestruale, diminuendola in modo più o meno significativo; se si individua nell’assunzione di contraccettivi orali la causa dell’ipomenorrea, non bisogna preoccuparsi eccessivamente, in quanto questo effetto collaterale della pillola anticoncezionale è, molto spesso, desiderato, tuttavia si consiglia, comunque, di rivolgersi al proprio medico di fiducia, in modo da valutare se l’ipomenorrea sia un effetto collaterale positivo o un eventuale sintomo di una condizione anomala da affrontare.

Esistono, al tempo stesso, numerose cause dell’ipomenorrea che non possono essere considerate benigne, ma, comunque, non possono essere considerate gravi, infatti si tratta di condizioni dell’organismo che devono essere evitate, sebbene non siano particolarmente pericolose; tra queste cause, ricordiamo lo stress, infatti una situazione di ansia o di stress può provocare un flusso mestruale particolarmente scarso, e le abitudini alimentari, in quanto una alimentazione povera o, addirittura, il digiuno possono causare un flusso mestruale meno abbondante rispetto al normale flusso mestruale. L’ipomenorrea causata da questo genere di condizioni alla base è transitoria, infatti una volta eliminati questi fattori, ad esempio superato il periodo di stress o cambiate le proprie abitudini alimentari, il flusso mestruale non sarà più scarso; se, invece, queste condizioni persistono per molto tempo, può essere utile intraprendere una terapia per riuscire a gestire lo stress o adottare un regime alimentari equilibrato che fornisca all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Il flusso mestruale è regolato dall’attività degli ormoni, perciò qualsiasi cambiamento nell’entità del flusso mestruale viene ricondotto ad uno squilibrio ormonale: l’ipomenorrea, che consiste in una diminuzione del flusso mestruale, è una condizione che, nella quasi totalità dei casi, dipende da uno squilibrio ormonale; gli ormoni che possono influenzare il flusso mestruale sono sia gli ormoni sessuali, vale a dire gli estrogeni ed il progesterone, sia gli ormoni tiroidei, che vengono secreti dalla tiroide e controllano diverse funzioni dell’organismo.


Ipomenorrea diagnosi

La diagnosi certa delle cause di ipomenorrea può essere effettuata controllando i livelli di questi ormoni, in modo da prendere in considerazione un possibile squilibrio nei livelli degli ormoni, sia sessuali che tiroidei. Bisogna ricordare, infine, che l’ipomenorrea non sempre viene presa in considerazione, infatti, in alcuni casi, questa condizione non interferisce minimante con altre condizioni dell’organismo, mentre, in altri casi, si sceglie di indagare le possibili cause di un flusso mestruale piuttosto scarso, in quanto l’ipomenorrea va ad interferire con altre condizioni dell’organismo.


Quali sono le cause dell’ipomenorrea?

Una delle cause più comuni dell’ipomenorrea è la costituzione, infatti, per alcune donne, il flusso mestruale scarso è una condizione assolutamente naturale, dipendente da un fattore genetico; il fattore genetico come causa di ipomenorrea può essere confermato valutando altre condizioni analoghe all’interno della stessa famiglia, infatti i fattori genetici vengono trasmessi da una generazione all’altra, di conseguenza se altre donne della propria famiglia hanno flussi mestruali piuttosto scarsi, è molto probabile che la causa dell’ipomenorrea sia ereditariaUgualmente diffusa tra le cause di ipomenorrea, è la causa ormonale, infatti qualsiasi squilibrio nei livelli ormonali può influire sull’entità del flusso mestruale, ad esempio i primi cicli mestruali possono essere caratterizzati da un flusso mestruale scarso, in quanto l’ovulazione non è ancora regolare e ciò può causare l’ipomenorrea ed altre condizioni, dipendenti, anche in questo caso, dall’attività degli ormoni. Gli ormoni che possono influire sull’entità del flusso mestruale, provocando l’ipomenorrea, sono sia gli ormoni sessuali, quali gli androgeni, che altri tipi di ormoni, come, ad esempio, gli ormoni tiroidei; l’assunzione di ormoni, attraverso i contraccettivi orali, può causare l’ipomenorrea, infatti, anche in questo caso, si vanno a creare degli squilibri nei livelli ormonali, tuttavia questo effetto collaterale della pillola anticoncezionale, molto spesso, è desiderato. Bisogna ricordare, inoltre, le cause di ipomenorrea derivanti da fattori emotivi, quali lo stress e l’ansia, infatti emozioni di questo genere possono esercitare una influenza sulle aree del cervello che stimolano la secrezione degli ormoni sessuali, vale a dire degli estrogeni e del progesterone, di conseguenza una diminuzione di questi ormoni comporta, nella maggior parte dei casi, una diminuzione dell’entità del flusso mestruale. Infine, altre cause che possono portare all’ipomenorrea sono l’attività fisica particolarmente intensa e l’adozione di un regime alimentare restrittivo.


Quali sono i sintomi dell’ipomenorrea?

Il principale sintomo dell’ipomenorrea è il flusso mestruale scarso, infatti questo termine viene utilizzato proprio per indicare un flusso mestruale poco abbondante o, comunque, più scarso rispetto al normale flusso mestruale; altri sintomi possono accompagnare questa condizione, tuttavia non esistono sintomi connessi all’ipomenorrea, ad eccezione della scarsità del flusso mestruale. Per effettuare una corretta diagnosi di ipomenorrea, quindi, occorre basarsi esclusivamente sull’entità del flusso mestruale, supportando la diagnosi, se necessario, con i risultati ottenuti attraverso test diagnostici. Tra i test diagnostici che possono essere utilizzati per confermare la diagnosi di ipomenorrea, ricordiamo, innanzitutto, gli esami del sangue, infatti attraverso gli esami del sangue si possono individuare, quasi sempre, le cause dell’ipomenorrea, valutando, ad esempio, i livelli degli ormoni, sia sessuali, vale a dire androgeni e progesterone, sia di altro genere, come, ad esempio, gli ormoni tiroidei; una ecografia, infine, può essere prescritta per valutare alcune condizioni che possono essere analizzate attraverso le analisi del sangue, tuttavia questo esame non sempre viene richiesto, in quanto, molto spesso, i risultati ottenuti attraverso le analisi del sangue sono sufficienti per effettuare la diagnosi.


Quali sono le cure e i rimedi dell’ipomenorrea?

L’ipomenorrea, molto spesso, è una condizione assolutamente naturale che dipende da cause benigne, come, ad esempio, il fattore genetico, di conseguenza, in questo caso, non occorre adottare rimedi o cure di alcun genere; anzi, se l’ipomenorrea non dipende da condizioni alla base, può essere considerata una condizione positiva dell’organismo, infatti un flusso mestruale scarso è sicuramente preferibile ad un flusso mestruale abbondante. L’ipomenorrea può dipendere da condizioni alla base che devono essere indagate e, conseguentemente, trattate; in questo secondo caso, una volta individuata la causa specifica dell’ipomenorrea, è necessario intraprendere una vera e propria terapia o, a seconda della causa, adottare alcuni rimedi, riguardanti, ad esempio, l’alimentazione. L’ipomenorrea è un termine che viene utilizzato per indicare un flusso mestruale piuttosto scarso; le cause dell’ipomenorrea possono essere diverse, tuttavia, in alcuni casi, si tratta di cause benigne, perciò non bisogna intraprendere alcun tipo di trattamento, mentre, in altri casi, è necessario individuare la causa specifica ed intraprendere un trattamento adatto.

Ipomenorrea e varie cause e come riconoscerla.

Malattie

Lascia il tuo commento: