Ittero ostruttivo

L’ittero ostruttivo è una patologia legata ad un aumento dei livelli di bilirubina nel sangue che può risultare dannosa per l’organismo, se non viene trattata precocemente, durante le prime fasi dello sviluppo della malattia; l’ittero ostruttivo è una forma di ittero caratterizzata da specifiche cause e specifici sintomi, che deve essere trattata con tempestività, seguendo una terapia adeguata, infatti le conseguenza di un ittero ostruttivo non trattato adeguatamente potrebbero essere diverse.

Perchè può manifestarsi l'ittero ostruttivo? Il fegato è un organo che svolge diverse funzioni estremamente importanti all’interno dell’organismo, tra cui la produzione di un litro di bile che, ogni giorno, viene utilizzata dal sistema digerente, durante la digestione del cibo; la bile, in condizioni normali, dopo essere stata prodotta dal fegato, viene immagazzinata temporaneamente nella cistifellea ed, infine, viene riversata nell’intestino: qualsiasi condizione che va ad ostacolare questi processi di trasporto della bile provoca l’insorgenza dell’ittero ostruttivo, in quanto la bile in eccesso viene rilasciata nel sangue, di conseguenza vanno ad aumentare i livelli di bile in circolo nel sangueL’aumento dei livelli di bile nel sangue è la condizione principale che viene associata allo sviluppo dell’ittero ostruttivo, tuttavia possono insorgere altri disturbi, quali infezioni di vario genere, di conseguenza è necessario trattare l’ittero ostruttivo nel più breve tempo possibile, in modo da prevenire lo sviluppo di infezioni.

ittero ostruttivo

Ittero ostruttivo


Che cos’è l’ittero ostruttivo?

L’ittero ostruttivo è una particolare forma di ittero che viene sviluppata in seguito ad un aumento significativo dei livelli di bile nel sangue; questa patologia si manifesta con numerosi sintomi, quali la febbre, la diminuzione del peso corporeo, la diarrea, la nausea, il prurito, la sensazione di malessere, il dolore localizzato alla zona superiore dell’addome, l’aumento delle dimensioni del fegato ed altre ancora.

Le cause dell’ittero ostruttivo possono essere diverse, perciò i trattamenti che possono essere intrapresi in caso di ittero ostruttivo sono numerosi, in quanto, a seconda della causa che ha determinato lo sviluppo di questa patologia, bisogna intraprendere un trattamento differente; tutte le cause dell’ittero ostruttivo, comunque, portano ad un aumento dei livelli di bile nel sangue.

In condizioni normali, infatti, il fegato produce, ogni giorno, circa un litro di bile, in modo da favorire i vari processi della digestione; la bile prodotta dal fegato viene riversata prima nella cistifellea, poi nell’intestino: questi processi sono fondamentali, di conseguenza, se una determinata condizione ostacola il trasporto della bile da un organo all’altro, la bile viene riversata nel sangue; l’aumento dei livelli di bile nel sangue si manifesta con l’insorgenza dell’ittero ostruttivo.

L’ittero ostruttivo può provocare, a sua volta, altri problemi di salute, perciò non bisogna sottovalutare questa condizione, ma occorre indagare le cause di questo disturbo ed intraprendere, di conseguenza, un trattamento adeguato, sia per eliminare i sintomi dell’ittero ostruttivo, sia per prevenire ulteriori disturbi dell’organismo.


Quali sono le cause dell’ittero ostruttivo?

Le cause dello sviluppo dell’ittero ostruttivo possono essere diverse, infatti esistono numerosi trattamenti che possono essere intrapresi in caso di ittero ostruttivo, proprio perché le cause di questo disturbo sono numerose.

Vengono definite cause primarie dell’ittero ostruttivo tutte quelle patologie che colpiscono il fegato o la cistifellea, in quanto il fegato è l’organo che produce la bile, mentre la cistifellea è l’organo in cui la bile viene immagazzinata, prima di essere riversata all’interno dell’intestino; considerando l’importanza di questi due organi nella produzione e nel trasporto della bile, si può facilmente comprendere che qualsiasi disturbo del fegato o della cistifellea può ostacolare il normale trasporto della bile, causando, come diretta conseguenza, un aumento dei livelli di bile nel sangue ed, in seguito, l’insorgenza dell’ittero ostruttivo.

Altre cause molto comuni dell’ittero ostruttivo sono le disfunzioni nel sistema dei dotti biliari, in quanto, attraverso i dotti biliari, la bile può essere trasportata da un organo all’altro, di conseguenza una disfunzione in questo sistema di trasporto, può provocare il rilascio della bile nel sangue e non nell’intestino dove dovrebbe essere riversata, causando, quindi, lo sviluppo dell’ittero ostruttivo.


Quali sono i sintomi dell’ittero ostruttivo

I sintomi dell’ittero ostruttivo sono numerosi, tuttavia alcuni sintomi possono essere considerati specifici, in quanto sono tipici di questo disturbo, mentre altri sintomi sono generici e potrebbero essere ricondotti a numerosi disturbi e patologie di vario genere. I sintomi specifici dell’ittero ostruttivo sono il cambiamento di colore della pelle del volto, che appare giallo pallido, ed il cambiamento di colore delle urine; questi cambiamenti di colore sono dovuti, direttamente, all’aumento dei livelli di bile nel sangue. Altri sintomi che possono comparire in caso di ittero ostruttivo sono la febbre, la diminuzione del peso corporeo, la diarrea, il dolore localizzato alla zona superiore dell’addome, la sensazione di malessere, il prurito della pelle, la nausea ed altri ancora; questi sintomi, al contrario dei sintomi specifici, potrebbero essere ricondotti a diversi disturbi sia del sistema digerente, che dell’organismo in generale, di conseguenza per effettuare una diagnosi più sicura di ittero ostruttivo, è necessario osservare sintomi meno generici.


Come viene diagnosticato l’ittero ostruttivo?

La diagnosi dell’ittero ostruttivo viene effettuata da un medico, infatti un paziente che osserva sintomi insoliti, quali il colore tendente al giallo della pelle del viso o il cambiamento di colore delle urine, si rivolge ad un medico che, a sua volta, procederà alla diagnosi dell’ittero ostruttivo. Per diagnosticare questa patologia, in genere, il medico si basa su diverse tecniche ed esami  che comprendono l’analisi della storia medica del paziente, un esame fisico completo e diversi test diagnostici, come, ad esempio, le radiografie; l’analisi della storia medica del paziente è importante, in quanto potrebbero esserci, nella storia del paziente, altri casi di patologie dell’apparato digerente, mentre la visita medica permette di valutare direttamente eventuali condizioni anomale. I test diagnostici veri e propri permettono, invece, sia di confermare ipotesi avanzate sulla base della storia medica del paziente, della visita medica e dei sintomi riportati, sia di valutare ulteriori condizioni; misurare i livelli di bile nel sangue, ad esempio, è fondamentale per poter confermare la diagnosi di ittero ostruttivoUna volta effettuata la diagnosi dell’ittero ostruttivo, è necessario individuare le cause che hanno portato allo sviluppo di questo disturbo, in modo da intraprendere, il prima possibile, un trattamento adeguato.


Quale trattamento viene intrapreso in caso di ittero ostruttivo?

I trattamenti che possono essere intrapresi in caso di ittero ostruttivo sono diversi, infatti, a seconda della causa, si intraprende un trattamento differente. Il medico, dopo aver analizzato la storia medica del paziente e i risultati ottenuti dai test diagnostici, è in grado di individuare la causa specifica dell’ittero ostruttivo, di conseguenza può prescrivere un trattamento adeguato.


Quali condizioni vengono associate all’ittero ostruttivo?

Alcune condizioni vengono associate all’ittero ostruttivo e vengono considerate come dei sintomi, tuttavia non bisogna sottovalutare queste condizioni e le possibili conseguenze; la perdita di peso, ad esempio, accompagna molto spesso l’insorgenza di ittero ostruttivo, di conseguenza, se si nota una diminuzione del proprio peso corporeo, è necessario adottare dei rimedi ed intraprendere dei trattamenti, entrambi consigliati dal proprio medico, in modo da contrastare questa condizione. La carenza di vitamina K è un’altra condizione che può essere associata all’ittero ostruttivo, perciò, se dagli esami risulta una carenza di questa vitamina, occorre, anche in questo caso, individuare, insieme al proprio medico, una possibile strategia da adottare per riportare i livelli di vitamina K alla normalità. Le condizioni che vengono associate all’ittero ostruttivo non sono numerose, tuttavia bisogna, ugualmente, considerare questi sintomi e, se necessario, intraprendere una terapia adeguata o, comunque, adottare dei rimedi; in genere, il medico che effettua la diagnosi dell’ittero ostruttivo informa il paziente a proposito di eventuali condizioni associate a questo disturbo che occorre tenere sotto controllo. L’ittero ostruttivo è una patologia che insorge a causa di un aumento dei livelli di bile nel sangue: la bile può essere rilasciata nel sangue se il trasporto della bile dal fegato alla cistifellea e dalla cistifellea all’intestino viene compromesso da una qualsiasi condizione; in questo caso, la bile non viene riversata nell’intestino, ma viene rilasciata nel sangue, causando, di conseguenza, l’ittero ostruttivoLe cause di questa patologia possono essere diverse, di conseguenza sono altrettanto numerosi i possibili trattamenti che possono essere intrapresi per combattere questo disturbo; in ogni modo, i sintomi dell’ittero ostruttivo devono essere valutati da un medico che effettuerà una diagnosi e prescriverà il relativo trattamento.

Sintomi cause e trattamento per l'ittero ostruttivo.

Malattie

Lascia il tuo commento: