Ittiosi: sintomi cause cura

L’ittiosi è una condizione congenita caratterizzata da una alterazione nel processo di desquamazione della pelle, di conseguenza questo disturbo è caratterizzato dalla formazione di aree piuttosto secche della pelle; lo sviluppo di ittiosi è favorito da un accumulo di proteine sulle pelle, tuttavia è possibile riuscire a gestire i sintomi di questo disturbo e prevenire eventuali complicanze, adottando un trattamento ed alcuni rimedi.

Ittiosi: sintomi cause cura

Ittiosi

L'ittiosi

In condizioni normali, la desquamazione consiste nell’eliminazione, quotidiana, di circa un milione di cellule morte della pelle che devono essere sostituite con cellule nuove; negli individui che soffrono di ittiosi, questo processo è compromesso da un eccessivo accumulo di proteine all’interno degli strati più superficiali della pelle: la cheratina, infatti, a causa di una mutazione genetica, si accumula negli strati superiori della pelle, inibendo la capacità delle cellule di sostituire le cellule morte con cellule nuove, di conseguenza le cellule morte che rimangono sullo strato più superficiale della pelle rendono la pelle secca e squamosa.

Lo sviluppo di questo disturbo ha, quindi, un’origine genetica, infatti il gene mutato viene trasmesso dal genitore al figlio, attraverso un cromosoma non sessuale; i primi sintomi di ittiosi, in genere, non sono presenti al momento della nascita, ma si manifestano durante la prima infanzia: la diagnosi di questo disturbo può essere effettuata sulla base dei sintomi osservati e attraverso un esame fisico completo, infatti non sempre vengono richiesti ulteriori test diagnostici; i test diagnostici, comunque, possono essere necessari, in modo da escludere altre condizioni patologiche della pelle e confermare la diagnosi di ittiosi.

L’intensità dei sintomi legati all’ittiosi varia da individuo ad individuo, sebbene i sintomi siano prevalentemente gli stessi: il principale sintomo dell’ittiosi è la presenza di alcune aree della pelle secche e squamose; in alcune persone, la pelle assume una colorazione diversa, tendente al marrone o al grigio.

Le persone che soffrono di ittiosi sono maggiormente soggette ad altre condizioni, tra cui le infezioni batteriche e la scarsa o inesistente sudorazione; proprio per queste ragioni, il trattamento di questo disturbo è indispensabile: contro l’ittiosi, in genere, vengono prescritti dei farmaci che aiutano a ridurre la secchezza cutanea e l’irritazione, idratando la pelle; nonostante ciò, a seconda dell’intensità dei sintomi e della gravità della condizione, il medico può prescrivere un trattamento diverso e, soprattutto, può indicare al paziente alcuni accorgimenti da adottare, riguardanti, ad esempio, il sapone da utilizzare per pulire la pelle.

Che cos’è l’ittiosi?

L’ittiosi è un disturbo della pelle, caratterizzato dalla formazione di squame, ovvero di aree estremamente secche, sulla superficie della pelle; le squame che si formano, in genere, sono piccole ed assumono un colore diverso rispetto al tono della pelle, che può variare dal grigio al marrone, a seconda della carnagione della persona che soffre di ittiosi.

L’ittiosi è una malattia genetica che insorge durante la prima infanzia, in genere prima dei quattro anni, tuttavia, in molti casi, tende a scomparire in età adulta; l’ittiosi può essere associata ad altri disturbi della pelle che rendono la condizione di questo disturbo più difficile da trattare: la maggior parte dei casi di ittiosi, infatti, sono piuttosto lievi, tuttavia le persone che soffrono di questo disturbo provano disagio e cercano, di conseguenza, di contrastare i sintomi che possono dipendere anche da altri disturbi della pelle.

Esistono diverse forme di ittiosi, tra le quali la più comune viene definita ittiosi volgare: l’ittiosi volgare è un disturbo abbastanza diffuso, caratterizzato dalla formazione di aree di pelle secche e squamose; altre forme di ittiosi vengono distinte in base a sintomi caratteristici: l’ittiosi, infatti, può provocare la formazione di squame solamente in alcune aree del corpo, quali il collo ed il busto, le ascelle e l’inguine, ed altre ancora, a seconda della forma di ittiosi che viene sviluppata.

Alcune forme di ittiosi, invece, vengono distinte in base alla grandezza delle squame che si formano sulla pelle o in base alla presenza di altri sintomi, quali la maggiore fragilità della pelle o la formazione di bolle; l’ittiosi, infine, può essere sviluppata a causa di altri disturbi o a causa dell’assunzione di determinati farmaci.

Quali sono i sintomi dell’ittiosi?

I principali sintomi dell’ittiosi sono comuni a quasi tutte le forme di ittiosi, tuttavia l’intensità di questi sintomi può variare in base alla gravità del disturbo, inoltre alcune forme di ittiosi possono presentare sintomi leggermente diversi o sintomi specifici di quella forma di ittiosi.

In ogni modo, i principali sintomi dell’ittiosi sono:

  • la formazione di aree della pelle più secche e squamose, in genere sui gomiti e sulle gambe
  • lo sviluppo di lesioni sulle mani e sui piedi che possono essere piuttosto dolorose
  • la sensazione di lieve prurito della pelle
  • la desquamazione del cuoio capelluto

L’ittiosi può manifestarsi con tutti questi sintomi, con alcuni di questi sintomi o, in caso di forme diverse di ittiosi, con altri sintomi insoliti.

Quali sono le cause dell’ittiosi?

Le cause dell’ittiosi dipendono dalla forma di ittiosi che viene sviluppata, tuttavia la forma di ittiosi più comune ha un origine genetica: il gene mutato dell’ittiosi si trova in un cromosoma non sessuale e viene trasmesso dal genitore al figlio.

Altre forme di ittiosi possono avere cause differenti, ad esempio l’ittiosi acquisita viene sviluppata a causa di altre condizioni della pelle o dell’assunzione di alcuni farmaci.

Nella maggior parte dei casi, quindi, non è possibile prevenire lo sviluppo di questo disturbo, infatti la mutazione genetica si verifica spontaneamente ed il gene mutato viene trasmesso da una generazione all’altra; si può prevenire, però, un possibile peggioramento di questa condizione e, soprattutto, lo sviluppo di disturbi della pelle legati ad abitudini scorrette: le sostanze chimiche contenute in alcuni prodotti utilizzati per la cura della propria pelle ed il freddo, ad esempio, possono aumentare la condizione di secchezza della pelle, rendendo più intensi i sintomi dell’ittiosi.

Come viene diagnosticata l’ittiosi?

La diagnosi dell’ittiosi può essere effettuata da un medico o da un dermatologo, attraverso l’analisi della pelle e delle squame presenti sulla superficie della pelle; in alcuni casi, può essere necessario ricorrere ad alcuni test diagnostici, come, ad esempio, l’osservazione al microscopio di un frammento di pelle.

I test diagnostici, in genere, vengono utilizzati per confermare la diagnosi, tuttavia la diagnosi vera e propria viene effettuata osservando la pelle e la natura delle squame e rivolgendo al paziente alcune domande: le domande che il dermatologo ed il medico rivolgono al paziente per diagnosticare l’ittiosi riguardando l’età di insorgenza del disturbo, la presenza di altri disturbi della pelle ed altri fattori che vengono ritenuti importanti per effettuare una diagnosi più sicura dell’ittiosi.

Quale trattamento viene intrapreso in caso di ittiosi?

Il trattamento da intraprendere in caso di ittiosi deve essere prescritto da un dermatologo, il quale deve visitare, periodicamente, la persona affetta da ittiosi, in modo da valutare eventuali progressi o peggioramenti di questo disturbo.

Il principale scopo del trattamento consiste nell’alleviare i sintomi del disturbo, ad esempio aumentano l’umidità e l’idratazione della pelle o favorendo l’eliminazione delle cellule morte che, al contrario, si accumulano sulla pelle; in alcuni casi, il trattamento può essere accompagnato dall’utilizzo di rimedi naturali.

Quali rimedi naturali possono essere adottati in caso di ittiosi?

I rimedi naturali, nella maggior parte dei casi, risultano essere estremamente utili nel trattamento dei disturbi della pelle, in quanto le erbe ed i sali proteggono i tessuti, favoriscono le normali funzioni cellulari e promuovono il ricambio cellulare, ovvero l’eliminazione delle cellule morte che devono essere sostituite con cellule nuove.
I rimedi naturali, inoltre, possono essere adottati per purificare e disintossicare l’organismo in generale o per idratare la pelle che risulta essere secca e squamosa.

Considerazione finale sulla ittiosi

L’ittiosi è un disturbo della pelle caratterizzato dalla formazione di aree della pelle secche e squamose; esistono varie forme di ittiosi che vengono distinte in base alle cause e ai sintomi, di conseguenza il trattamento da intraprendere varia a seconda della forma di ittiosi che viene sviluppata.

Informazioni generali sulla ittiosi.

Malattie

Lascia il tuo commento: