Kundalini yoga Il kundalini yoga

Il Kundalini Yoga è una disciplina fisica, mentale e spirituale costruita attorno alle tecniche, fisiche e meditative, insegnate nello Raja Yoga, Shakti Yoga, Bhakti Yoga, Tantra, Kriya Yoga, Laya Yoga, Nada Yoga e i principi ed i sutra del Patanjali.

Il Kundalini Yoga descrive, nella sostanza, una serie di esercizi yoga, detti kriyas, e tecniche mentali di meditazione che hanno lo scopo di risvegliare la consapevolezza di ciascuno della natura universale della propria anima e spiritualità ed in questo senso ci si riferisce, alcune volte, al Kundalini Yoga come allo yoga del risveglio, poiché esso risveglia il kundalini, ovvero il potenziale illimitato che esiste all’interno di ogni essere umano.

Kundalini yoga Il kundalini yoga

Kundalini Yoga

In accordo con la tradizione, il Kundalini Yoga è una “scienza” puramente mentale che si basa su di una tecnica denominata shaktipat e che conduce verso l’illuminazione sotto la guida di un maestro spirituale.

A questo aspetto si aggiungono delle credenze che ritengono che l’energia kundalini possa essere riportata alla luce con l’ausilio combinato di pratiche yoga, mantra, prana, tecniche specifiche di respirazione, sadhana, asana nonché meditazione e preghiera. Il risveglio del kundalini, quindi, si configura nella pratica come un riportare alla coscenza le proprie conoscenze e capacità innate e le conseguenze di tale pratica risultano essere assolutamente positive poiché l’insieme degli esercizi proposti dal Kundalini Yoga, comportano un miglioramento generale dello stato di salute dell’individuo in termini benessere e capacità mentali e fisiche.

FILOSOFIA DEL KUNDALINI YOGA

Il Kundalini è un concentrato di prana o forza vitale, ed è concettualizzato mediante la figura di un serpente avvolto a spirale tre volte e mezzo sul Sushumna-nadi (il principale canale di transito dell’energia vitale all’interno del corpo umano secondo la tradizione indiana) mentre con la bocca è intento ad inghiottirne la base (letteralmente, in sanscrito, kundalini assume il significato di “ciò che assume forma spiraleggiante”).

POTENZIALI DIFFICOLTA’ INIZIALI DEL KUNDALINI YOGA

In accordo con alcuni aspetti della tradizione, il kundalini può essere tramandato solo attraverso la comunicazione che si viene ad instaurare tra un maestro ed il suo discepolo, una volta che questo venga considerato pronto.

In quest’ottica, diversi maestri delle discipline yoga ritengono che l’ignoranza ascetica iniziale, da cui si trova a partire un aspirante discepolo, unita alla repulsione verso il seguire i dettami impartiti dal maestro da parte dei neofiti, possano avere degli effetti assolutamente dannosi ed in alcuni casi addirittura irreparabili.

A tal proposito è bene sottolineare come sia dovere esplicito dei maestri quello di supportare consistentemente i neofiti, incoraggiandoli nel proseguimento dei propri studi al fine di superare tale scoglio iniziale particolarmente delicato e non abbandonare il proprio cammino appena all’inizio.

OSSERVAZIONI PRECAUZIONALI SUL KUNDALINI

Qualunque pratica spirituale intensiva associata con la tradizione asiatica richiede un’azione particolarmente attenta, anche e soprattutto in funzione delle svariate ricerche portate avanti in questo settore dalle scienze ufficiali, che hanno riscontrato come l’influsso di tali pratiche sull’individuo, possano favorire l’insorgere di alcuni disturbi di matrice psicologica, soprattutto in relazione all’eventualità che queste possano riportare alla coscenza aspetti della propria esistenza critici e/o non completamente metabolizzati o superati e che sono in grado, conseguentemente, di sbilanciare l’equilibrio psichico del praticante.

Ancora maggiore attenzione riveste il concetto del “risveglio” che di fatto si configura come una mutazione radicale dal punto di vista psico-spirituale e avvolge le sfere legate alle emozioni ed ai ricordi.

Il consiglio per una pratica sicura e, dunque, quello di iniziare il proprio percorso sotto la supervisione di uno specialista in psicologia e di effettuare una scelta del maestro da cui imparate questa tecnica in maniera estremamente attenta e ponderata.
 

A cura di:
FRANCESCO FLORIS
Mestro di Kung fu Wushu

Yoga pilates esercizi posizioni

Lascia il tuo commento: