La cataratta

Cosa è la cataratta e quali sono i sintomi della cataratta? In cosa consiste l'intervento per la cura della cataratta? Ecco le risposte.

Cataratta è un termine utilizzato per descrivere qualsiasi opacità o riduzione in termine di trasparenza dell'occhio, la cataratta tende a comparire nelle persone di età superiore ai cinquanta anni causando problemi visivi e forse non tutti sanno che la cataratta è la causa più comune di cecità nel mondo

La cataratta

Cataratta

La cataratta è un problema a cui fortunataemnte si può porre rimedio chirugicamente, con un semplice intervento definibile di routine.

Ma come e perché si sviluppa la cataratta? Quali sono le cause ed i fattori?

Essenzialmente la cataratta si svluppa per un problema di età e deterioramento anche se le cataratte possono essere leggermente più comuni nelle persone affette da diabete oppure che assumono prodotti corticosteroidi per lungo tempo, nei soggetti che hanno subito traumi agli occhi ed anche in soggetti predisposti per genetica, ovvero che nella loro famiglia hanno avuto casi simili.

Oltre a questi casi, molto raramente le cataratte possono anchee essere di origine congenita ed è per questo che il pediatra controlla sempre l'eventuale presenza di questa problematica nei neonati entro i primo pochi giorni da vita.

Quali sono i principali sintomi della cataratta?

I sintomi possono variare a seconda del tipo di cataratta, ad esempio una cataratta nucleare causa riduzione graduale ma veloce della vista, mentre una cataratta corticale può dare origine a visione ridotta consternata dalla presenza di aureole intorno ai punti luminosi e fare vedere le cose doppie, invece la cataratta subcapsulare posteriore tende a causare problematiche di sensibilità alla luce ed una riduzione visiva specialmente nella fase di lettura.

Formazione della cataratta:

La cataratta può colpire solamente un occhio o anche entrambi e qualora fosse presente solo in uno di essi l'altro non soffrirebbe di alcuna problematica.

Un buon consiglio per evitare la possibilità di cataratta?

Visto che le cataratte possono sopraggiungere dal naturale processo di invecchiamento, chiunque soffre di diabete o assume farmaci particolari dovrebbe tenere presente che queste situazioni potrebbero favorire la formazione di queste problematiche e per questo dovrebbe essere seguito periodicamente da un professionista il quale potrà monitorare la situazione da vicino a scopo preventivo e poi sono sempre consigliati occhiali da sole di alta qualità al fine di proteggere gli occhi dalla luce forte e diretta del sole.

Diagnosi della cataratta

La diagnosi della cataratta è fattibile oltre che dai sintomi anche grazie ad appositi esami, svolti dall'optometrista in quale potrà controllare la presenza o meno di un eccessivo deterioramento ed in caso suggerire al soggetto un incontro con il chirurgo.

Intervento chirurgico per la cataratta

Purtroppo in caso di cataratta non esistono gocce o particolari prodotti che tengano, ma occorre intevenire chirugicamente e questo intervento non viene più fatto una volta che la cataratta raggiunge la sua completa formazione deciso in base al soggetto dopo la diagnosi del professionista.

L'intervento per la cataratta avviene solitamente tramite anestesia locale che viene fatta mezzo iniezioni attorno all'occhio ed anestetico in gocce.

Una volta anestetizzato l'occhio sarà possibile agire con varie tecniche, la più comuna risulta essere quella di effettuare un microforo nell'occhio con gli ultrasuoni per sostituire il cristallino naturale con uno artificiale e questa pratica di solito non richiede sutura e dura poco più di un ora e nel la cataratta fosse in entrambi gli occhi visto può essere trattato un solo occhio alla volta occorrerà un ulteriore intervento a guarigione ultimata.

La relazione tra dieta e cataratta

Le prime ipotesi di una relazione tra dieta e cataratta sono state avanzate da uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Oxford e pubblicato nel 2011: lo studio effettuato su circa ventisettemila pazienti ha mostrato una certa influenza della dieta sulla probabilità di sviluppare cataratta, in particolar modo il rischio è maggiore nelle persone che consumano grandi quantità di carne e va via via diminuendo fino ad arrivare ai vegani, il cui rischio è inferiore del 40%; valori intermendi riguardano, in questo ordine, le persone che consumano carne con moderazione, le persone che consumano una quantità irrilevante di carne, le persone che mangiano solo pesce ed, infine, le persone che non mangiano carne, ovvero i vegetariani. E’ molto probabile che il rischio di sviluppare cataratta per i vegani e per i vegetariani sia così basso perché queste persone conducono uno stile di vita sano e mangiano molta verdura, quindi introducono sostanze nutritive molto utili a ridurre le probabilità d’insorgenza della cataratta. 

Riabilitazione dopo l'intervento per la rimozione della cataratta:

Durante il semplice decorso post operatorio il soggetto potrà accusare della lieve pressione all'occhio e dovrà applicare regolarmente delle gocce farmaceutiche apposite per un periodo di due o tre settimane al fine di prevenire eventuali la formazione di infezioni e rilassare l'occhio. E questa operazione nella gran parte dei casi risulta un completo successo per i pazienti.

Cataratta (sintomi cure intervento)

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo la cataratta

Edema maculare

ho come complicanza l'edema maculare, mi piacerebbe sapere perchè avviene e se regredisce?

Sono stato operato di cataratta corticale

sostenuto un intervento presso l'ospedale gemelli di roma, di cataratta corticale e devo dire che l'unico fastidio è stato causato dal liquido anestetico che bruciava in modo eccessivo,però visti i risultati tutto sommato ne valeva la pena,e pertanto mi sono prenotato per operarmi all'altro occhio.

Lascia il tuo commento: