La Malva contro la stitichezza

La malva è al giorno d’oggi considerato come un buonissimo rimedio contro stitichezza e mal di gola, ma dovete sapere che la sua storia si dirama negli anni fino a toccare periodi alquanto lontani ed antichi, durante i quali la malva veniva considerata comunque un ottimo medicinale per diversi problemi di natura fisica. La Malva nome scientifico Malva Silvestris è usata come rimedio naturale erboristico per curare stitichezza.

La Malva contro la stitichezza

Malva

La malva viene infatti originariamente coltivata solamente in Europa meridionale ed in Asia, ma ormai è presente in quasi tutto il mondo come vera e propria coltivazione da luglio a settembre; le foglie di questa pianta possono essere consumate sia crude che cotte, aggiunte alle vostre insalate o utilizzate per preparare dei gustosi infusi benefici.

Tenete però presente che, come per qualsiasi rimedio omeopatico contro la stitichezza, anche la malva è consigliata solamente dopo aver consultato il proprio medico ed essersi garantiti che questa soluzione naturale non possa portare un rischio per la propria salute.

I componenti attivi della malva

La pianta della malva è composta da un gran numero di sostanze utili all’organismo, come mucillagini, polisaccaridi e flavonoidi essenziali per le loro proprietà calmanti ed emollienti, che sono particolarmente utili contro irritazioni ed infezioni.

La malva è stato uno dei componenti più utilizzati dalla medicina tradizionale greco-romana, in quanto era utilizzato come un potente agente antinfiammatorio per la pelle e per beneficiare tutto il tratto gastrointestinale ed il sistema respiratorio.

Gli usi principali del tè alla malva è mirato per combattere il mal di gola, la tosse secca e la pertosse, ma la sua applicazione sotto forma di gel può risultare davvero efficace anche per condizioni cutanee quali dermatite o acne.

La stitichezza è un’altra delle condizioni affrontate con successo dalla malva, che allo stesso modo beneficia il corpo prevenendo disturbi renali e la ritenzione idrica rivelandosi dunque uno dei rimedi naturali che indirizza il suo potere su un ampio raggio d’azione.

La malva porta un gran numero di effetti positivi per il corpo, soprattutto in termini di rimedio contro infiammazione o disordini autoimmunitari. Visto lo stile di vita a cui molti di noi sono abituati sarà importante aumentare le proprie difese contro l’attacco di virus e batteri, ecco allora che potete utilizzare per questo scopo la malva che, aumentando la produzione di globuli bianchi, difende il corpo da questi composti dannosi per la salute di tutte le sue funzioni.

Effetti collaterali e dosaggio della malva

La malva è considerata come una di quelle sostanze naturali totalmente prive di effetti collaterali o possibili rischi per la salute, ma sarà comunque importante prestare attenzione al dosaggio previsto e consigliato dal vostro medico, che nella maggior parte dei casi si aggira attorno ai 6 grammi di radice in polvere al giorno.

Componenti attivi:

  • mucillagini
  • antocianina
  • olio essenziale
  • tannino
  • vitamine A, B1, B2 e C.

Parti utilizzate:

  • radice
  • foglie
  • fiori.

È una pianta erbacea biennale o perenne, con un fusto parzialmente eretto; foglie di colore scuro con lunghi piccioli e peli ruvidi. Il frutto è racchiuso in un calice, fiorisce in primavera e in estate si riproduce dai semi.

Rimedio naturale per la stitichezza

Clistere: bollire un litro d'acqua con 50 gr di fiori e foglie. Filtrare e lasciare intiepidire prima dell'uso.

Malva contro la stitichezza

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: