La melissa

Melissa è una pianta che g Avicenna, il grande medico arabo del XI secolo conosceva e sosteneva che la melissa a suo dire ha la meravigliosa proprietà di rallegrare e confortare il cuore, fin dagli inizi del XVII secolo i Carmelitani scalzi la utilizzarono per preparare la famosa "acqua dei Carmelitani", un apprezzato rimedio popolare contro svenimenti, sincopi e crisi nervose.

La melissa

Melissa

Oggi, la melissa dal profumo piacevole è molto usata per le sue proprietà calmanti.

Pianta erbacea mediterranea della famiglia delle Labiate la cui altezza oscilla tra i 40 e i 70 cm.

Le foglie sono opposte, dentate ed emanano un forte odore di limone. I fiori sono biancastri.

La pianta fiorisce dal mese di maggio fino al mese di agosto.

Parti utilizzate :

Le foglie e i fiori.

Tempo balsamico :

La raccolta si effettua durante il periodo estivo.

Composizione :

Le foglie e i fiori di melissa contengono un olio essenziale ricco in triterpeni come il limonene, il citrale, il citronellale e il linalolo, a questi principi attivi la pianta deve le sue proprietà antispastiche e sedative. Inoltre contiene anche dei flavonoidi, polifenoli e tannini.

Preparazione e uso :

  • Infuso: si prepara con 20-30 g di foglie e fiori per 1 litro d'acqua.
  • Estratto secco: generalmente viene somministrato sotto forma di capsule, fluidi, ecc.
  • Olio essenziale: viene usato puro o diluito.
  • Uso esterno: mediante impacchi e bagni che vengono preparati con un infuso più concentrato.

Tonico rilassante:

La melissa è un tonico rilassante per l'ansia, la depressione lieve, l'agitazione e l'irritabilità.

Riduce le sensazioni di nervosismo e può essere utile in caso di tachicardia.

Inoltre, la melissa è utile nei casi di nervosismo causato da cattiva digestione.

Può essere utile anche nei casi di nausea e vomito.

Applicata esternamente ha attività antisettiche; combatte le formazioni dei funghi della pelle e possiede proprietà antivirali.

La melissa...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: