La pianta di Asparago

La pianta di asparago (asparago selvatico) fa bene ed è ricca di proprietà curative, ha radice ed il rizoma che sono considerati suscettibili di favorire l'eliminazione renale di acqua e a dare questa proprietà diuretica e depurativa all'Asparago sono i saponosidi, saponine che determinano un'azione irritante a livello dell'epitelio renale con aumento della secrezione urinaria.

La pianta di Asparago

Asparago selvatico

Nome comune: Asparago
Francese: Asperge
Inglese: Asparagus
Famiglia: Liliaceae
Parte utilizzata: rizoma e radici

Costituenti principali asparago selvatico:

  • fructani
  • saponosidi sferoidali (sarsapogenina)
  • aminoacidi: asparagina (0,04%), arginino
  • acidi glicolico e glicerico
  • flavonoidi (rutina) in maggiore quantità nelle parti verdi; antacianosidi in tracce
  • sali di Potassio (1,3-1,6%) e Fosforo (0,5-1%)

Attività principali: azione diuretica

Impiego terapeutico: cistite, litiasi, gotta; forme reumatiche

Contribuisce a tale proprietà anche l'aumentata irrorazione dell'epitelio renale (Flavonoidi). Trova indicazione nell'edema, nella cistite, nella pielite, nella litiasi, nella gotta e nelle forme reumatiche.

La radice d'Asparago selvatico si utilizza raramente da sola: viene associata, per lo più, ad altre piante dotate di attività diuretica come la Solidago, l'Ortosiphon, l'Uva ursina ecc.

Rientra nella formulazione dello Sciroppo delle cinque radici. Con i turioni veniva preparato uno sciroppo dotato di proprietà sedative a livello cardiaco e ad azione diuretica.

È stato segnalato che i semi (estratti acquosi dei semi) presentano attività antibiotica nei confronti di E. coli, Staphilococcus aureus, Candida albicans.

Dal punto di vista alimentare vengono utilizzati i giovani germogli, o turioni, i quali risultano ricchi in vitamina C (24 mg per 100 g di parte edibile), potassio, purine ed
acido urico.

Queste ultime due sostanze, però, dopo la cottura tramite ebollizione, sono presenti in quantità assai inferiore, a causa del passaggio nell'acqua di cottura.

La vitamina C, invece, con la cottura viene pressoché totalmente distrutta.

Tossicità ed effetti secondari dell'asparago selvatico (controindicazioni)

Il suo uso è sconsigliato nelle affezioni renali in fase acuta. L'odore caratteristico dell'urina è dovuto alla presenza di metilmercaptano.

Curiosità sull'asparago selvatico:

  • Gli asparagi possono servire per cercare di espellere un oggetto appuntito ingoiato inavvertitamente (spina ecc.). Occorre far mangiare una cospicua porzione di asparagi: le fibre, non digeribili, andranno ad avvolgere il corpo estraneo consentendone spesso l'espulsione.
  • Plinio riteneva l'Asparago dotato di attività afrodisiaca.

La pianta di Asparago ed i suoi effetti benefici dovuti alle proprietà curative della pianta

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo la pianta di Asparago

Asparago sempre buono

si possono consumare in cento modi diversi: sono sempre buoni!

Asparago e varietà diverse

Alla gente le proprietà dell'asparago selvatico non interessa molto. Perchè non ci dite che proprietà hanno le varietà in commercio e cioè il primitivo di Pistoia, l'Argenteuil, il Bianco Veneto, il Colossale di Cannover, il Mary Washington, il violetto di Albenga ect...

L'asparago è buono

E' ottimo consumato e mangiato

Asparago selvatico

L'asparago selvatico è buono ma è anche bellissimo trovarlo e farne mazzetti. Generalmente dopo lunghe passeggiate salutari nel bosco o nella macchia è, come i funghi, appagante poterli mostrare e poi mangiarli. Io, per il loro gusto amarognolo, li preferisco crudi o semi-crudi.

Asparag selvatici buonissimi

la natura è generosa con chi la sa apprezzare .Egli asparagi selvatici che ho appena finito di mangiare erano buonissimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Raccolta degli asparagi

La raccolta degli asparagi è comunque un appuntamento stagionale con la natura,
ogni volta è una esperienza diversa:le piogge, il sole, la temperatura,il tempo trascorso dall'ultima pioggerella provvidenziale,essere arrivati sul posto prima degli altri,ricordarsi le mitiche raccolte precedenti,pesarli ed esporli al ritorno ecc...sono tutte sensazioni uniche che solo la natura nel suo silenzio ti offre...ed il tutto è gratuito!!!

Deliziosi asparagi selvatici

Anche per me gli asparagi selvatici sono una benedizione!Abbiamo appena mangiato delle gustose tagliatelle con punte d'asparagi e prosciutto!Grazie al nostro amico Rino che tutti gli anni va a raccoglierli e ci dona cospicue quantità di questa delizia!

Raccoglitore di asparagi selvatici

Sono un accanito raccoglitore di asparagi selvatici, da marzo a giugno. Purtroppo il rischio più grosso è quello delle vipere che proprio in quel periodo si ridestano dal letargo e prediligono nascondersi proprio tra quei cespugli. Quindi attenti a non precipitarsi con le mani e soprattutto non raccogliere gli asparagi dalla base (tanto si mangia solo la cima, ca. 10 cm.). Fare rumore e battere i cespugli con bastone prima di raccogliere è una buona norma per evitare gli incontri nefasti.

Lascia il tuo commento: