Latte di soia: bere latte di soia fa bene

Cos’è il latte di soiaIl latte di soia è una bevanda di origine vegetale proveniente dall’asia e diffuso in Cina da migliaia di anni: si dice infatti che sia stato inventato intorno al 160°.C . Si ricava – come indica il nome – dalla pianta di soia e fino poco tempo fa era diffuso in oriente in varie versioni aromatizzate in vario modo.

Il latte di soia arriva in occidente molto più di recente ed è stato promosso come una valida alternativa al latte di mucca per diversi motivi: dal fatto che sia più leggero, al fatto che il latte di soia può essere bevuto anche da chi risulta intollerante al latte. Per questo motivo molti produttori si sono sforzati di dare al latte di soia un sapore quanto più simile a quello di vacca, aggiungendo zuccheri e vari aromi. Esiste anche in versione salata, senza aromi eccetera. Il latte di soia viene usato anche per produrre dei formaggi (come il TOFU) o dei gelati leggeri.

Latte di soia

Il latte di soia contiene proteine calcio e vitamina d

Dal punto di vista dell’alimentazione, il latte di soia contiene percentuali di proteine e di grassi in quantità molto simile al latte di mucca. Il latte di soia – tuttavia – contiene meno vitamine e non contiene naturalmente calcio. Per questo motivo i produttori di latte di soia hanno cominciato ad aggiungerlo artificialmente. In questo modo il latte di soia diventa una validissima alternativa al latte di vacca per tutte le persone che sono intolleranti al lattosio oppure che decidono di non mangiare alcun alimento di origine animale. Nella versione senza zucchero, il latte di soia può essere usato in abbondanza anche da tutte quelle persone che sono obbligate a tenere sott’occhio la glicemia.

Il latte di soia fa bene

Il latte di soia può essere considerato un alimento salutare: contiene infatti la lecitina di soia, notevolmente utilizzata da tutte le persone che devono abbassare il colesterolo cattivo LDL, o per tutte quelle persone che per motivi genetici possono soffrire di patologie cardiovascolari, ma non vogliono fare a meno della fonte di proteine preferita da tutti gli Italiani al mattino.


Il latte di soia ha delle controindicazioni?

Quando si beve regolarmente il latte di soia bisogna considerare la presenza dei fitoestrogeni. Chi assume fitoestrogeni in grandi quantità (e questo deve essere considerato da qualunque persona assuma degli integratori di ormoni femminili) potrebbe non poter bere il latte di soia per evitare di superare la dose massima consigliata. A chi – invece – non assume integratori di questo tipo, il latte di soia di sicuro non farà male! Alcune ricerche hanno dimostrato che l’assunzione di fitoestrogeni potrebbe favorire un calo del desiderio nel maschio, oppure l’insorgere del cancro al seno nelle donne. In realtà il tema è molto controverso. Nelle popolazioni in cui il consumo di soia e di latte di soia è elevato sembrerebbe – in realtà – che la diffusione di questo tipo di problematiche sia molto minore rispetto ai paesi occidentali. Per il momento la vera spiegazione del fenomeno – indipendentemente dall’assunzione del latte di soia – vada ricercata nel diverso tipo di dieta dei paesi asiatici: più ricco di verdura, alimenti di origine vegetale e pesceVa in ogni caso considerato che il latte di soia può avere alcune controindicazioni. L’allergia alla soia è abbastanza diffusa, ed in caso di allergia dovrebbe essere accuratamente evitato. Nel latte di soia è inoltre presente dell’acido fitico, che è responsabile di un minore assorbimento di importanti sotanze come magnesio, ferro e calcio.


Come si ottiene il latte di soia?

Usare il termine latte, quando si parla di latte di soia, sarebbe inappropriato. La UE ha definito che gli unici alimenti in grado di usare la locuzione “latte” sono quelli di origine animale, ottenuti tramite mungitura. Per questo motivo il latte di soia porta in etichetta il nome “bevanda di soia”. Il termine latte è tuttavia associato a questo tipo di bevanda per il colore ed il sapore somigliante, e per il fatto che molte persone lo usano come sostituto del latte per problemi di intolleranza al lattosio (per la carenza dell’enzima lattasi) od alla beta-lattoglobulina. Il latte di soia viene ottenuto fondamentalmente bollendo i fagioli di soia in acqua e filtrandola successivamente per eliminare le bucce della soia. Sarà poi premura del produttore decidere le percentuali di aromi o zuccheri da aggiungere e quale densità dare al prodotto.


Latte di soia biologico

E’ buona norma scegliere sempre il latte di soia biologico. La soia – infatti – è in molti casi geneticamente modificata, ed scegliendo il latte di soia biologico ogni pericolo di contaminazione è scongiurato. Il latte di soia si può produrre anche in casa: il web è pieno di video-ricette a riguardo.


Latte di soia SI, o latte di soia NO?

Il latte di soia è un alimento sano, ricco di proteine e povero di colesterolo. Come tale – se possibile – andrebbe usato alternandolo al latte vaccino (il fatto che l’essere umano non dovrebbe bere latte di mucca, è una tesi tutta da confermare e, ad oggi, scientificamente una bufala). Ci sono tuttavia alcuni importanti fattori da considerare.

LATTE DI SOIA: NO.

GRAVIDANZA: Durante la gravidanza è importantissimo l’apporto quotidiano di calcio, sia per la crescita del feto, e sia per il fatto che durante l’allattamento il corpo della mamma ne necessita di una grande quantità. Durante la gravidanza, quindi: no al latte di soia e si al latte di mucca.

GIOVENTU’… bambini ed adolescenti hanno bisogno di crescere con vitamine e calcio… durante quelle fasi dell’età  il latte di mucca aiuta la crescita ed utilizzare solamente il latte di soia è sconsigliabile.

INTOLLERANZA od ALLERGIA alla SOIA: in questi casi, il latte di soia è assolutamente da evitare.

LATTE DI SOIA: SI.

INTOLLERANZA AL LATTOSIO: le persone intolleranti al lattosio devono evitare il latte, anche se si trovano in una delle categorie elencate sopra. In questo caso il latte di soia è una validissima alternativa!!!

COLESTEROLO ALTO: il latte di soia è ricco di lecitina di soia, utilissima per tenere sotto controllo ed abbassare il colesterolo… se volete abbassare il vostro colesterolo – dunque – via libera al latte di soia!

MENOPAUSA: i fitoestrogeni contenuti nel latte di soia sono molto utili per affrontare alcuni inconvenienti legati alla menopausa, e dunque può essere bevuto liberamente (ATTENZIONE: nel caso seguiate una terapia ormonale, è bene consultare un medico per evitare di assumere troppi estrogeni femminili).

Bere il latte di soia

In un alimentazione sana – dunque – il latte di soia può essere tranquillamente usato al posto del latte vaccino. Se non si è intolleranti al latte di mucca – tuttavia – la migliore soluzione per la nostra salute è quello di alternarli, continuando a consumarli entrambi regolarmente.

Pregi e benefici del latte di soia.

Salute alimentazione

Lascia il tuo commento: