Le tisane

Le tisane possono essere preparate in tre diversi modi, il metodo più pratico è quello dell' infusione e in aggiunta si possono ottenere anche mediante la decozione (decotti) e macerazione (macerati).

Le tisane

Le tisane

Le tisane sono miscele di piante medicinali essiccate e tagliate in piccoli pezzi o polverizzate.

Visto che tutti conoscono le tisane, sarebbe utile  come si preparano.

Iniziamo dagli infusi :

L'infusione è la preparazione ideale per le parti delicate della pianta come le foglie, i fiori e le infiorescenze; si estraggono i principi attivi, con un'alterazione minima della loro struttura chimica.

Gli infusi vengono preparati seguendo alcuni precisi passaggi:

  • le parti essiccate della pianta vengono poste in un recipiente e sopra viene versata dell'acqua bollente
  • si copre il recipiente e si lascia a riposo per circa 5-10 minuti
  • poi si filtra con un colino e si beve l'infuso tiepido a piccoli sorsi

Dose: circa 20-30 g di pianta essiccata per litro d'acqua, oppure 1 cucchiaio (2 g ca ) per ogni tazza di acqua.

I decotti :

Si ricorre alla decozione per le parti dure delle piante quali radici, rizomi, cortecce, semi e frutti, che richiedono una bollitura più prolungata per liberare i principi attivi.

L'azione del calore fa perdere alcune sostanze termolabili.

La decozione viene effettuata nel modo seguente:

  • Le piante selezionate vengono collocate in un recipiente adeguato, aggiungendo la dovuta quantità di acqua fredda
  • Il preparato viene fatto bollire per circa 5-20 minuti a fuoco lento
  • Si lascia riposare per qualche minuto
  • In fine si filtra e si beve tiepido a piccoli sors

Dose: circa 30-50 g di pianta essiccata per litro di acqua, oppure 1 cucchiaio raso per ogni tazza d'acqua.

Tisane e macerati:

E' l'estrazione dei principi attivi grazie alla sola azione dell'acqua a temperatura ambiente.

Si pone a bagno la droga, dopo averla triturata finemente e si lascia macerare.

Questa preparazione richiede molto tempo:
per le parti più tenere della pianta sono necessarie circa 12 ore, mentre per le parti dure e legnose i tempi si prolungano fino a 24 ore.

Viene usata nel caso di principi attivi più sensibili al calore.

Le piante macerate si conservano poco (24 ore) se estratte in acqua, e più a lungo (circa un mese) se estratte in alcol.

Erboristeria fitoterapia dimagrire

Lascia il tuo commento: