Leucemia infantile: sintomi e sopravvivenza

Quali sono i sintomi della leucemia infantile? La leucemia infantile è una neoplasia, ovvero una proliferazione eccessiva di cellule, nello specifico dei globuli bianchi, che si diffondono in modo eccessivo nel midollo osseo e nel sangue, fino ad invadere, poi, i tessuti e gli organi. Le leucemie sono, dunque, dei tumori del sangue, essi hanno una più forte incidenza in età infantile che non negli adulti, anzi, tra i tumori dei bambini le leucemie si collocano al primo posto.

Leucemia  infantile: sintomi e sopravvivenza

Leucemia infantile

Le forme più comuni di leucemia infantile

Le forme più comuni di leucemie tra i bambini sono la leucemia acuta linfoblastica- LLA- (che può colpire anche gli adulti), e le leucemie non linfatiche acute-LnLA. Le leucemie croniche, invece sono più frequenti fra gli adulti e davvero rare nei bambini.

Quando e perché insorge generalmente la leucemia infantile?

I bambini più colpiti dalla leucemia sono quelli in età tra i 3 e i 4 anni, con prevalenza maschi.
Gran parte delle leucemie infantili hanno la loro origine in anomalie del DNA, anomalie che si possono riscontrare sia a livello cromosomico che a livello dei singoli geni.

Sintomi comuni della leucemia infantile:

Le cellule leucemiche, come le altre cellule presenti nel sangue, si spostano nell'organismo e in base al loro numero e alla loro localizzazione si possono avere sintomi diversi.

La sintomatologia comune alle diverse manifestazioni leucemiche si presenta con:

  • anemia (e conseguentemente i suoi sintomi come la debolezza, l'affaticabilità e il pallore)
  • emorragie a livello cutaneo (queste si presentano con la comparsa di petecchie e/o ecchimosi)
  • sanguinamento delle gengive (appaiono dolenti ed arrossate)
  • epistassi abbondanti e ricorrenti
  • emorragie a livello delle mucose (sangue nelle feci, nelle urine, nel vomito)
  • febbre alta
  • infezioni
  • dolori ossei
  • dolori articolari
  • dolori addominali
  • ingrossamento dei linfonodi (essi non sono né dolenti, né arrosati)
  • debolezza
  • inappetenza
  • perdita di peso

Questi sintomi possono manifestarsi insieme o in modo isolato.

Possono comparire lentamente uno alla volta e in modo non eclatante nel corso di settimane o mesi, o possono anche, seppur più raramente, avere una manifestazione “fulminante”.

In tal caso i sintomi prevalenti saranno la febbre alta, le emorragie, preceduti nelle settimane precedenti da spossatezza, febbricola, calo di peso, irritabilità.

Diagnosi della leucemia infantile

Quando nel bambino si riscontrano questi sintomi o anche alcuni di essi, è necessario ricorrere ad un medico per una diagnosi quanto più precoce possibile.

Molti dei sintomi sopra descritti sono caratteristici di malattie infantili non rare come la leucemia (mononucleosi infettiva, malattia reumatica, artrite reumatoide, anemia falciforme, herpes della bocca, mancanza di vitamina C), per questo è bene non sottovalutarli mai, ma lasciare che sia un medico a pronunciarsi in merito.

Il medico, infatti, controllerà per prima cosa se nel bambino si riscontra un ingrossamento del fegato e della milza e se ci sono eventualmente delle emorragie, farà eseguire degli esami del sangue, in modo specifico l'emocromo e gli indicatori del funzionamento di fegato e reni (questo è importante perché in caso di leucemia mentre aumentano i globuli bianchi, diminuiscono l'emoglobina e le piastrine).

In caso di necessità, per completare la sua diagnosi ed avere ulteriori e più sicuri riscontri, il medico prescriverà una biopsia del midollo osseo e una rachicentesi (prelievo di liquido cefalorachidiano, ovvero di quel liquido che si trova negli spazi tra cervello e midollo spinale).

Terapia per la cura della leucemia infantile:

È importante dire che la sopravvivenza alla leucemia dipende dall'età e dal momento della diagnosi, in ogni caso la percentuale di sopravvivenza, dopo cinque anni dalla diagnosi, è abbastanza alta per gli adulti (circa il 45%) ed è ancora più alta per i bambini, per cui si ha una percentuale di guarigione, a cinque anni dalla diagnosi, del 70% dei casi.

Per curare la leucemia bisogna ricorrere alla:

  • chemioterapia antiblastica (questa terapia è molto efficace, anche se con gli anni, in alcuni casi, l'organismo ha sviluppato delle forme di resistenza, causate da una mutazione genetica delle cellule tumorali)
  • radioterapia (utilizzo di raggi ad alta energia mirati agli accumuli di cellule malate)
  • terapia di supporto (con questa terapia si stimola il sistema immunitario a riconoscere e distruggere le cellule tumorali)
  • tra le ultime conquiste della medicina, si utilizza, laddove non funzionasse la chemioterapia, il trapianto di cellule staminali.

Leucemia infantile (cause sintomi e cura)

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo leucemia infantile: sintomi e sopravvivenza

Egr. Sigg.
Da un po di tempo mia nipotina di 4,5 anni ha continuamente bisogno di urinare, da 10 a 20 volte al giorno, facendone pochino ogni volta. Potrebbe essere da considerare un segno premonitore?. Si tenga poi presente che ogni tre quattro giorni le vengono 2 linee di febbre. Ci si deve preoccupare?
Grazie per la cortese attenzione e risposta. Marco

Forse è una cistite...

Non sono un medico, ma mi viene da pensare ad una cistite... in bocca al lupo !

Anche secondo me può essere una cistite

nemmeno io sono un medico, ma ho una bambina di tre anni con la leucemia e i sintomi erano altri...piu' semplice pensare a una cistite

Leucemia infantile

grazie questo sito mi ha fatto capire molte cose

Leucemia infantile e risposte chiare

questo sito è molto interessante in quanto dà delle risposte molto chiare, soprattutto a noi genitori. Un imbocca al lupo a tutte le famiglie che hanno avuto o hanno questo tipo di problema.

mgia figlia di 11 anni sta diventando calva e aveva molti capelli aspettiamo con anzia il risultati delle analisi speriamo che sia il fatto che la bambina e celiaca

Lascia il tuo commento: