Leucopenia: Cause sintomi e cura

Leucopenia cosa significa? Si chiama leucopenia (o leucocitopenia) la condizione in cui c’è un basso numero di globuli bianchi o leucociti nel sangue, e ciò comporta una maggiore probabilità di contrarre delle infezioni. Un altro sottotipo di leucopenia è la neutropenia, che si riferisce specificatamente ad un basso numero di granulociti neutrofili circolanti.

Per affrontare correttamente la problematica della leucopenia, in primis è necessario conoscerne le cause, ma quali sono? Le cause della leucopenia includono molte condizioni autoimmuni e qui di seguito sono descritte in modo dettagliato alcune delle diverse cause che possono portare alla leucopenia.

Leucopenia: Cause sintomi e cura

Leucopenia

Le cause di una lieve leucopenia possono essere l’influenza e altre infezioni blande che abbassano temporaneamente la produzione di globuli bianchi nel sangue a causa di un più alto tasso di produzione di virus o batteri nel corpo. Questo problema non dura a lungo e, una volta che l’infezione si abbassa, il corpo torna alla normalità e produce una quantità sufficiente di globuli bianchi.

Mentre tra le cause di una lieve leucopenia non ci sono le principali malattie, nel caso della leucopenia cronica tra le cause possibili vi sono un gran numero di patologie e condizioni cliniche.

Alcuni esempi:

Leucopenia leucemia

La Leucopenia da patologie è derivante dalla conseguenza diretta o indiretta di altre malattie come la leucemia. La leucemia è una condizione in cui il midollo osseo produce un numero enorme di globuli bianchi che hanno una natura anomala, in quanto non svolgono la funzione di combattere le infezioni.

Leucopenia e lupus eritematoso sistemico (o LES)

Questa malattia autoimmune è comunemente conosciuta come lupus o LES, e consiste nel fatto che il sistema immunitario attacca le cellule e i tessuti del corpo causando infiammazione e danni ai tessuti. Gli studi sostengono che un quinto delle persone che soffrono di questa condizione soffre anche di leucopenia.

Leucopenia da chemioterapia

Un’altra causa comune della leucopenia è la chemioterapia, oltre alla radioterapia. I farmaci che vengono utilizzati nei trattamenti e nelle procedure mediche tendono a danneggiare i globuli bianchi che vengono prodotti nel midollo osseo. Come è noto, infatti, vengono utilizzati dei farmaci che servono proprio ad aumentare il numero di globuli bianchi nei pazienti sottoposti a chemioterapia e a radioterapia.

Leucopenia ed infezione da HIV

In caso di infezioni da HIV i globuli bianchi in una fase iniziale vengono attaccati, mentre il sistema immunitario diventa sempre più debole e perde la capacità di combattere le infezioni.

Altre cause

Queste erano alcune delle principali cause di un basso numero di globuli bianchi o leucopenia, tuttavia ve ne sono anche altre, come:

  • L’anemia aplastica
  • L’anoressia nervosa
  • L’istoplasmosi
  • La milza ingrossata
  • L’artrite reumatoide
  • La sindrome di Sjogren
  • La febbre tifoidea
  • La malaria
  • La mielofibrosi

Sintomi e trattamento della leucopenia

Prima di parlare dei sintomi della leucopenia, occorre specificare cosa sono i globuli bianchi. I globuli bianchi o leucociti sono cellule del sistema immunitario, e si trovano nel sistema sanguigno e linfatico. Sono prodotti e derivati da una cellula pluripotente del midollo osseo, nota come ‘cellula staminale emopoietica’. I globuli bianchi proteggono il corpo contro le infezioni, le malattie e le particelle estranee. L’attivazione o la presenza di leucociti maligni nella leucemia possono cambiare le proprietà fisiche dei leucociti. Ci sono cinque tipi diversi di leucociti:

  1. I neutrofili: difendono il corpo dalle infezioni batteriche o fungine.
  2. Gli eosinofili: hanno principalmente a che fare con le infezioni parassitarie.
  3. I basofili: rispondono alle allergie rilasciando una sostanza chimica chiamata istamina, che provoca infiammazione.
  4. I monociti: essi fanno parte dello stesso sistema dei neutrofili e sono in grado di inglobare e digerire sostanze dannose per l’organismo.
  5. I linfociti: costruiscono gli anticorpi, coordinano la risposta immunitaria, uccidono le cellule virali o tumorali infette.

Per ciò che riguarda i sintomi della leucopenia, l’indicatore più comune della condizione di leucopenia è la neutropenia. Si tratta di un sottotipo di leucopenia. Nella neutropenia, c’è una riduzione del numero dei neutrofili (i globuli bianchi più abbondanti). Il numero dei neutrofili è anche l’indicatore più comune di un rischio di infezione.

Altri indicatori sono:

  • l’anemia, che è la diminuzione dei globuli rossi o la diminuzione del livello di emoglobina.
  • La menorragia: è un periodo mestruale molto più forte e prolungato rispetto alla norma.
  • La metrorragia: è il sanguinamento dall’utero, ma non a causa delle mestruazioni. È indicativo di qualche infezione.
  • La nevrastenia: è una condizione caratterizzata da affaticamento, mal di testa e disturbi dell’equilibrio emotivo.
  • La trombocitopenia: si tratta di una malattia del sangue, in cui c’è un numero più basso della norma di piastrine nel sangue.
  • La stomatite: è un’infiammazione della mucosa delle varie parti della bocca, come le guance, le gengive, la lingua, le labbra ecc.
  • La polmonite: provoca l’infiammazione dei polmoni a causa della congestione da virus o batteri.
  • Gli ascessi epatici: è un tipo di infezione batterica a livello del fegato. È abbastanza rara ma fatale.
  • L’affaticamento, mal di testa e febbre sono sintomi frequenti.
  • Si possono provare anche vampate di calore e irritabilità.

Alcuni dei sintomi più comuni della leucopenia comprendono l’affaticamento, la febbre ed il mal di testa. Le donne potrebbero soffrirne dopo un lungo periodo mestruale. La leucopenia può essere diagnosticata con l’aiuto di un esame emocromocitometrico completo.

Il trattamento della leucopenia prevede principalmente l’assunzione di vitamine, steroidi o altri farmaci. In alcuni casi, però, il solo assumere farmaci potrebbe non essere sufficiente. Per esempio, laddove la leucopenia causa l’ingrossamento della milza, potrebbe essere necessaria anche la rimozione della stessa milza per aumentare il numero di globuli bianchi: questo avviene perché le cellule del sangue rimangono intrappolate nella milza ingrossata e, per evitare che questo continui, la rimozione della milza è l’unico modo per aumentare il numero delle cellule del sangue.

Rimedio natureale per la leucopenia

Buon ed efficace rimedio fitoterapico per il trattamento della leucopenia risulta essere la Tamarix Gallica 1D MG. La Tamarix Gallica è un utile stimolante immunitario e se ne consigliano 30-40 gocce per due volte al giorno.
La persona colpita diventa sensibile a varie infezioni e ulcere orali, inoltre il paziente sviluppa un forte desiderio di bere bevande calde.

Per ciò che riguarda il trattamento per la leucopenia, sono prescritti dai medici steroidi e vitamine per attivare il midollo osseo e produrre più globuli bianchi. Vengono utilizzate anche alcune terapie, come quella con citochine. In condizioni gravi, al paziente può essere prescritto un cocktail di farmaci a seconda delle condizioni.

Informazioni sulla leucopenia.

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: