Leucorrea

La leucorrea è una forma di secrezione vaginale che viene considerata come un problema che caratterizza universalmente le persone di sesso femminile che durante la loro vita vengono continuamente interessate da perdite intime di vario genere, in particolar modo durante i periodi legati agli sbalzi ormonali tipici di mestruazioni, gravidanza o menopausa, ma sebbene la maggior parte di queste risultino poco intense e alquanto insignificanti, la leucorrea è il chiaro esempio di questo fenomeno quando porta sintomi ben più fastidiosi rispetto alle comuni perdite vaginali.

Leucorrea

Leucorrea

La leucorrea

Le comuni perdite fisiologiche delle donne appaiono appiccicose e viscide, ma con la leucorrea queste si riveleranno in maniera più abbondante e talvolta “macchiate” di sangue, che soprattutto durante il periodo di gravidanza risultano una forte minaccia per le donne in dolce attesa, ma è importante non farsi ingannare: la leucorrea è per lo più fonte di timore e paura per le donne e raramente rappresenta un sintomo di un problema grave.

I diversi tipi di perdite vaginali

La leucorrea tecnicamente è la forma per così dire “avanzata” delle comuni secrezioni intime ed è bene conoscere la differenza tra una forma vera e propria di leucorrea in modo da stare certi della sua natura e scegliere le contromisure ideali per bloccare il problema:

  • Le perdite normali solitamente sono bianche e lattiginose, che si manifestano senza alcun sintomo particolare e non risultano affatto dolorose. La sostanza espulsa può avere piccoli grumi mucosi che comunque rientrano nella normalità se consideriamo il fatto che questa è una condizione comune a tutte le donne, soprattutto se in gravidanza: non dovete dunque allarmarvi troppo visto che sarà sufficiente indossare un sovra slip per contenere la perdita e godere del massimo comfort per diverse ore.
  • Le perdite anormali solitamente si manifestano in maniera più denso e molto grumoso ed a differenza delle comuni secrezioni queste possono apparire giallastre malsane con tracce di sangue: l'odore che accompagna la leucorrea è alquanto sgradevole ed i suoi sintomi possono andare dal lieve prurito al senso di bruciore nella zona intima, che molto spesso non è altro che il segno di un'infezione presente nell'area vaginale trasmessa per via sessuale. Un fattore a cui prestare molta attenzione è il fatto che questa perdita non è quasi mai un segno derivato da qualche complicazione alla vostra gravidanza, ecco dunque che potrete stare tranquille per il bimbo che ospitate dentro di voi.

Le cause della leucorrea

La leucorrea non è una patologia o una malattia di natura ereditaria in quanto le ragioni per cui si manifesta alle donne sono spesso legate allo stile di vita che seguono, date le abitudini alimentari, il riposo notturno e lo stress.  Una cattiva alimentazione, ad esempio, può ridurre la capacità del corpo di difendersi da virus e microbi con la conseguenza che, durante il ciclo mestruale, le mucose della zona intima femminile viene colpita da batteri, fautori dello sviluppo della leucorrea.

Le cause principali della leucorrea nelle donne

  • Stile di vita sbagliato
  • Turbolenza ormonale
  • Scarsità di igene personale
  • Ferite o lesioni infette
  • Stress emotivo
  • Indigestione o costipazione
  • Anemia o malattie simili al diabete

I sintomi della leucorrea

La leucorrea come abbiamo già visto può variare d'intensità di persona in persona, motivo per cui i suoi diversi sintomi potranno risultare più o meno fastidiosi tra un caso e l'altro; in generale però tutte le donne colpite dalla leucorrea sono caratterizzate da continue perdite intime le quali possono essere biancastre, dense o macchiate di sangue come sintomo di qualche lesione interna. La leucorrea rende necessario l'utilizzo di un sovra slip per contenere il flusso ed evitare imbarazzanti situazioni, soprattutto siete spesso a contatto con altre persone.

Oltre alla perdita secrezione vera e propria molte donne sperimentano anche dolore o profondo fastidio alla zona intima colpita, subendo sintomi quali:

  • Prurito
  • Irritazione e gonfiore
  • Dolore intenso
  • Bruciore interno ed esterno
  • Infezione alla zona intima causata dall'attacco di virus esterni
  • Impossibilità alla minzione

Sebbene la maggior parte dei casi di leucorrea non siano accompagnati da forme di sintomi particolarmente gravi è sempre bene consultare il proprio medico ed informarlo sulla propria condizione in modo da stabilire o meno la pericolosità del problema. I sintomi tendono a manifestarsi più intensamente durante la menopausa, probabilmente a causa degli elevate alterazioni ormonali a cui la donna è soggetta durante il periodo più bello e significativo della sua vita.

La visita dal medico per la leucorrea

Una buona idea al momento che vi accorgete di avere una forma di leucorrea è quella di prenotare una visita dal proprio medico di fiducia, in maniera da stabilire se le secrezioni sono normali o se possono rappresentare un problema ben più importante. Il check-in medico non sarà altro che un semplice test tramite tampone per capire se c'è già la presenza di una infezione alle membrane della vagina o se, durante la gravidanza, sta insorgendo una particolare inconveniente che può causare la prematura rottura delle acque. Un altro punto che il vostro medico sarà in grado di confermare riguarda soprattutto le donne durante il periodo post-gravidanza, che confondono la propria perdita con la leucorrea quando in realtà non si tratta di altro se non comune urina che fuoriesce a causa della pressione della vescica, compromessa temporaneamente sintomo post partum.

La cura per la leucorrea

Visto quanto detto fin'ora, dovete sapere che non esiste una forma di cura vera e propria che può aiutarvi a liberarvi della leucorrea, dato che questa condizione non è altro che un processo fisiologico naturale e non viene mai associato a malattie o patologie varie. La cura per la leucorrea, se così vogliamo chiamarla, interessa principalmente lo stile di vita che una persona segue e che può essere alla base del problema, ecco dunque che qualsiasi medico a cui vi rivolgiate per una possibile cura contro la leucorrea vi confermerà il fatto che per evitare il fenomeno o ridurre i suoi sintomi sarà bene adottare qualche accorgimento nella propria vita così da ridurre la possibilità che la leucorrea vi colpisca:

  • Cercate di ridurre lo stress e le forme di nervosismo quotidiano
  • Seguite una dieta sana ed equilibrata
  • Fate un regolare esercizio fisico in modo da scaricare la tensione e mantenere l'organismo in salute
  • Rispettate l'igene del vostro corpo
  • Indossate vestiti comodi che vi permettano di respirare, anche nelle zone intime

La terapia per la leucorrea: come ridurre i sintomi

Se volete fare qualcosa contro la leucorrea e le secrezioni vaginali che molto spesso sono accompagnate da sintomi quali prurito, dolore, bruciore o alcune forme di infezione, allora il vostro medico potrà sicuramente consigliarvi alcune strategie per ridurre i segni della leucorrea ed i disturbi che seguono, in modo da permettervi di godere di comfort durante la giornata ed evitare che la leucorrea vi impedisca di svolgere anche le più comuni azioni quotidiane.

Le pomate vaginali prescritte per le più comuni forme di irritazione o infezione possono risultare utili nella terapia contro la leucorrea, in quanto sono tutte a base di ingredienti che possono alleviare i sintomi legati alle perdite vaginali; solitamente il medico consiglia un'applicazione di tre volte al giorno per due settimane, che potranno aiutarvi a rendere la condizione portata dalla leucorrea parecchio più vivibile. Disponibili in commercio potete trovare anche diversi tipi di tampone per l'igene intima, ma che vengono impiegati anche dalla terapia per la leucorrea come forma di “lavaggio” della zona colpita in modo da evitare il rischio di infiammazione o infezione causata da batteri o virus. Se però la vostra leucorrea ha già raggiunto il livello infetto, allora sarà bene chiedere al medico quale terapia seguire per eliminare l'infezione e scongiurare il rischio di un problema ben più grave, come:

  • Cauterizzazione
  • Criochirurgia
  • Farmaci antibiotici per contrastare il virus

I rimedi per la leucorrea: trattamento contro la leucorrea a base d'erbe

Ancora una volta potete rivolgervi alla natura ed al mondo dell'omeopatia per trattare le afflizioni che vi colpiscono, e tra queste anche la leucorrea, in modo da non dover sottoporsi a qualche forma di trattamento che preveda farmaci o composti chimici per alleviare i sintomi che vi disturbano. La medicina tradizionale cinese, in particolar modo, si rivela parecchio efficace per trattare le condizioni che colpiscono il sesso femminile, ecco perchè anche la leucorrea rientra tra i disturbi che possono venir eliminati con rimedi totalmente naturali e sicuri per l'organismo.

Shui lu er xian dan

Questo antico rimedio cinese è conosciuto come pillola immortale dell'acqua ed è usato fin dai tempi antichi per trattare condizioni legate alla zona intima femminile, tra cui leucorrea e molte altre forme di perdite vaginali. Questo rimedio naturale è considerato come un vero tonico per il corpo, rafforzandolo e proteggendolo dall'azione di virus e batteri: regolando gli sbalzi ormonali ridurrete anche le secrezioni intime del corpo.

Ba zhen yi mu wan

Questo composto a base d'erbe viene somministrato da secoli alle donne in gravidanza per beneficiare il loro percorso della durata di nove mesi, durante i quali servirà a mantenerle in forma e a ridurre i sintomi che le affliggono come segni naturali. Tra gli ingredienti principali di questo composto omeopatico troviamo liquirizia e dong qui, conosciute per le loro proprietà stimolanti ed energetiche per tutto l'organismo.

Yu dai wan

Ecco un altro integratore a base di erbe realmente efficace per aumentare l'energia yang del corpo, migliorando la circolazione e liberando il sangue e promuovendo l'eliminazione di tossine e composti dannosi per le funzioni organiche. Grazie a questa strategia omeopatica cinese potrete ridurre i sintomi della leucorrea e ristabilire ordine ed equilibrio nel vostro organismo.

Sangue di drago

Il sangue di drago è un composto ricavato dagli alberi presenti nelle Ande sud americane, dove viene impiegato per trattare una gran varietà di disturbi legati al ciclo femminile e alla leucorrea, soprattutto grazie al suo carattere antinfiammatorio ed antibatterico che lo rende ideale a trattare le condizioni che colpiscono il sesso femminile in determinate situazioni.

Considerazioni finali sulla leucorrea

La leucorrea è un problema che non vi tormenterà più impedendovi di vivere in serenità la vostra vita dato che potrete controllarne i sintomi e gli scomodi effetti sul corpo, riducendo le secrezioni che tanto vi infastidivano e tornando ad affrontare la quotidianità con maggiore tranquillità ed agiatezza.

Informazioni consigli e suggerimenti dedicati alla leucorrea