Lisina: alimenti dove si trova la l-lisina

Lisina, quali sono le proprietà e le controindicazioni? La lisina o l-lisina è uno dei nove amminoacidi essenziali dei quali il corpo ha bisogno per funzionare correttamente, in quanto costituiscono i mattoni basilari per una sua crescita corretta. Tali amminoacidi non possono essere prodotti autonomamente dall’organismo, quindi devono essere assunti attraverso o una dieta ricca di proteine o degli specifici integratori.

 

Lisina: alimenti dove si trova la l-lisina

Lisina

Lisina l- lisina:

Benefici della lisina l-lisina: migliora la salute generale del corpo.

Per cosa si usa: favorisce la salute della cartilagine e dei tessuti, incrementa la produzione di collagene, combatte alcune malattie, cura l’emicrania, l’osteoporosi e l’herpes labiale, aumenta le densità ossea.

Potenziali effetti collaterali: reazioni allergiche, calcoli renali, aumento del colesterolo, calcoli biliari.

Proprietà della lisina:

La lisina l-lisina fornisce tutta una serie di benefici molto importanti: tale sostanza infatti riveste un ruolo fondamentale nella produzione di anticorpi, che combattono le varie malattie eventualmente contratte, di ormoni della crescita e di enzimi, oltre che nella produzione di collagene, essenziale nella creazione di tessuti connettivi quali quello osseo, quello cartilagineo o quello cutaneo.

La lisina l-lisina è molto importante per la conservazione e l’assorbimento della giusta quantità di calcio, una sostanza che rafforza l’apparato scheletrico e contribuisce sicuramente a trattare l’osteoporosi, in quanto evita una sua eccessiva fuoriuscita attraverso l’urina.

Di conseguenza, le persone affette da osteoporosi, che consiste in una diminuzione della massa delle ossa dovuta appunto ad una perdita di calcio, possono trarre benefici significativi da un utilizzo costante e corretto di lisina l-lisina.

Appositi studi scientifici hanno dimostrato che la lisina l-lisina è in grado di contrastare in modo efficace il virus dell’herpes labiale, proprio perché riduce la durata di questo focolaio ed allo stesso tempo la possibilità che si ripresenti.

Tale sostanza è utile anche per quei pazienti che stanno recuperando da un infortunio o da un intervento medico, in quanto contribuisce alla costruzione di proteine muscolari che possono agevolare la ripresa. Per finire, è stato documentato che la lisina l-lisina svolge un ruolo importante nel prevenire l’emicrania e nel mantenere sani i vasi sanguigni.

Carenza di lisina (l-lisina)

Una carenza di lisina l-lisina è molto rara, vista la grande quantità disponibile di cibi ricchi di proteine. Detto questo, accade che, di tanto in tanto, si possa verificare, causando diversi problemi di salute che possono essere gravi e meno gravi. Tra i sintomi più comuni dovuti ad una carenza di tale sostanza nell’organismo vi sono la nausea, l’anemia, una sensazione di stanchezza generale, l’ansia, la difficoltà di crescita fisica ed i calcoli renali.
Le persone maggiormente inclini ad un deficit di lisina l-lisina sono coloro che consumano una dieta a basso contenuto di proteine, attingibili da carni magre come il pollo o il tacchino, dal pesce, dalle uova o dalle noci: tale sostanze sono ricche di amminoacidi, quindi se la dieta ne è carente, lo sarà anche per quanto riguarda la lisina l-lisina. Tra le persone a più rischio carenza vi sono i vegetariani, i vegani e coloro che seguono una dieta macrobiotica.

Dosaggio della lisina:

La maggior parte delle persone non ha bisogno di un ulteriore supplemento di lisina l-lisina, ma tuttavia potrebbero averlo coloro che presentano un rischio di carenza elevato, tra i quali vegetariani, anziani od atleti. Queste persone dovrebbero consumarne tra gli 1,5 e i 3 grammi al giorno.

Per quanto riguarda l’herpes labiale o le ulcere in bocca, il consiglio è di prendere circa 1 grammo di tale sostanza per tre volte al giorno. Una volta che il focolaio si placa, conviene ridurre l’apporto a 0,5 g sempre per tre volte al giorno. Il periodo di cura dura dall’una alle due settimane.

L’osteoporosi invece può essere trattata con circa 400 mg di lisina l-lisina al giorno, abbinati a 3 g di calcio.

E’ comunque molto consigliato consultare sempre il proprio medico di fiducia, se l’intenzione è quella di assumere la lisina l-lisina. Egli infatti sarà in grado di garantire con maggiore precisione il corretto dosaggio, dopo aver analizzato attentamente le particolari condizioni fisiche e di salute di ognuno, per evitare così eventuali effetti indesiderati.

Effetti collaterali e controindicazioni l-lisina

Gli effetti collaterali della lisina l-lisina sono relativamente molto bassi, se la quantità che si assume rientra nella norma.

Un sovradosaggio infatti può provocare gravi reazioni allergiche che possono causare gonfiore del viso, della lingua e delle labbra, difficoltà respiratorie e forti mal di gola.

Un consumo eccessivo di tale sostanza può incrementare i livelli di LDL, o colesterolo “cattivo”. E dei trigliceridi, fatto che dovrebbe mettere all’erta coloro che soffrono già di disturbi cardiovascolari legati all’obesità.

Anche le persone che soffrono di problemi ai reni o al fegato sono particolarmente soggette più delle altre a contrarre rischi più gravi, quindi l’assunzione del prodotto è sconsigliata, così come alle donne incinte, nella fase dell’allattamento, o che desiderano una gravidanza.

Altri effetti collaterali dovuti ad un sovradosaggio della lisina l-lisina sono i calcoli renali e biliari, il vomito, la nausea, la diarrea e i crampi allo stomaco.

La lisina l-lisina non deve venire assunta con l’arginina, in quanto quest’ultima ne può vanificare gli effetti.

Nel caso della comparsa di uno o più dei seguenti sintomi, è necessario interrompere immediatamente l’assunzione del prodotto e rivolgersi al proprio medico o richiedere l’assistenza sanitaria.

La lisina (l-lisina) è un aminoacido molto importante per il benessere.

Integratori alimentari

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo lisina: alimenti dove si trova la l-lisina

Lisina

Una bella pagina ben chiara e comprensibile.

Alimenti dove si trova la lisina

Grazie delle delucidazioni, consigliate la quinoa per i vegetariani che è molto ricca di lisina! Un saluto!

Lascia il tuo commento: