Lythrum salicaria salcerella

La pianta lythrum salicaria era conosciuta, oltre che per le sue deboli proprietà toniche, come astringente nelle diarree, nella leucorrea e, applicata sulle ferite, per arrestare le emorragie e nel trattamento dell'ulcera varicosa ed inoltre come astringente ed emostatico locale, nelle ulcere varicose, sono consigliate lozioni o compresse di un decotto al 6% (Dorvault, op. cit., 1520).

Nome comune: Salcerella
Francese: Salicaire
Inglese: Purple loosestrife; Red sally
Famiglia: Lytraceae

Parte utilizzata: sommità fiorite

Costituenti principali della pianta Salcerella lythrum salicaria:

  • antacianosidi (fiori)
  • C-glucosidi
  • flavonoidi
  • tannini gallici (10%)
  • mucìllagini

Attività principali: astringente e antinfiammatoria; vulneraria.

Impiego terapeutico: infiammazioni acute e croniche mucosa gastrointestinale; emorroidi, ulcera varicosa (uso topico).

La Salicaria è considerata un rimedio assai utile nelle infiammazioni acute e croniche della mucosa gastrointestinale, motivo per cui viene utilizzata come antidiarroico.

Analogamente alla radice di Ratania e alle foglie di Hamamelis virginiana L. può essere utilizzata nel trattamento delle manifestazioni soggettive dell'insufficienza venosa e nella sintomatologia emorroidaria sia per l'azione astringente dei tannini che per le proprietà vascuolotrope dei flavonoidi e antocianosidi.

Curiosità:

  • «Lythrum. Da greca voce che significa coagulo di sangue, avendo realmente i fiori di questo genere colore sanguigno» (Scotti, 1872).
  • Dioscoride ne raccomandava l'uso contro gli espettorati sanguigni; somministrata in pozioni per via rettale nella cura della dissenteria; applicata in pessari per moderare il flusso mestruale; istillata nelle narici per frenare le epistassi e applicata sulle ferite come emostatica e vulneraria.
  • Ledere impiegò con successo la Salicaria per combattere un'epidemia dissenteriforme manifestatasi fra i soldati francesi di alcuni reparti durante la prima guerra mondiale [Ledere H., /. des Praticiens, 1915] e nel trattamento di una forma di enterite emorragica manifestatasi in alcuni soldati reduci della prigionia dopo la seconda guerra mondiale.

 

La salcerella...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: