Maggiorana, Origanum majorana L.

La pianta di Maggiorana presenta proprietà simili all'origano tradizionale, anche se le sue caratteristiche aromatiche risultano più delicate, le foglie e le sommità fiorite di maggiorana sono tradizionalmente impiegate in erboristeria nel trattamento sintomatico delle turbe digestive e nelle affezioni bronchiali acute benigne.

Maggiorana, Origanum majorana L.

Maggiorana

Nome comune: Maggiorana
Francese: Marjolaine; Grand origan
Inglese: Majoran
Famiglia: Labiatae

Parte utilizzata: sommità fiorite e foglie

Costituenti principali:

  • 0,7-3% olio essenziale: terpinen-4-olo, a-terpineolo, 4-tuianolo, linalolo...
  • acido rosmarinico, acido caffeico...
  • composti flavonici
  • 4,5% tannino
  • acido ursolico e oleanolico
  • vitamina A, acido ascorbico

Attività principali: aromatizzanti, eupeptiche; antispasmodiche; stimolanti; balsamiche

Impiego terapeutico: turbe digestive; affezioni bronchiali

L'olio essenziale di maggiorana è vagotonico e spasmostico.

L'azione antisettica dell'olio essenziale, unita a quella antispasmodica e alla presenza di tannini, giustifica l'impiego della pianta nelle forme gastroenteriche accompagnate da alterazioni dell'alvo (impronta diarroica), meteorismo e flatulenza.

Per l'azione tonica e corroborante, sostenuta anche dal miglioramento dei processi digestivi e quindi da un alleggerimento del distretto epatico, e per le già citate proprietà antispasmodiche, la pianta trova indicazione, ovviamente come coadiuvante, nel trattamento degli stati depressivi e ansiosi, dell'emicrania e della cefalea di origine nervosa.

La maggiorana risulta, infine, blandamente diuretica.

Da non dimenticare l'uso come spezie in cucina.

Per uso topico, in suffumigi, può essere utilizzata in caso di naso chiuso, raffreddore, così come per l'igiene della bocca e come collutorio per gargarismi contro l'infiammazione della mucosa orofaringea.

Curiosità

  • Era raccomandata dai medici arabi contro l'emicrania, i tic facciali, il singhiozzo e l'ubriachezza.
  • La maggiorana venne classificata dal grande medico Boerhaave fra i medicamenti cefalici in quanto si riteneva esercitasse sul cervello, tramite l'intermediazione della mucosa olfattiva, un'azione benefica.

Maggiorana, Origanum majorana L. ...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: