Malattie

Informazioni gratis su tutte le malattie, i vari sintomi della malattie infettive piu' comuni, ed anche delle malattie rare come le malattie autoimmuni oltre a quelle della pelle molto diffuse in tutto il paese.

  • Meteorismo cronico

    Meteorismo cronico - Il Meteorismo cronico
    Meteorismo cronico? Cosa causa il meteorismo cronico? il senso di pienezza, la sensazione di disagio nel vostro addome che chiede di allentare la cintura... se in tanti casi non accade solo perché avete mangiato troppo, può essere sintomo di meteorismo cronico. La vostra pancia gonfia è il risultato di qualcosa che non va nel vostro tratto gastrointestinale. Dunque cosa provoca il gonfiore addominale? Il gas in eccesso può sicuramente farvi sentire a disagio e può essere il colpevole per alcune persone che soffrono di meteorismo cronico.
  • Urobilinogeno: ecco cosa sapere

    L'urobilinogeno è uno dei prodotti derivanti dalla degradazione dei globuli rossi invecchiati o danneggiati, fenomeno noto come eritrocateresi. Gli eritrociti senescenti o lesi vengono degradati da parte delle cellule delle cellule del sistema reticolo-endoteliale, cioè i monociti e macrofagi a livello di midollo osseo, fegato e milza. Questi degradano le componenti proteiche dei globuli rossi e ne trattengono l'emoglobina, una proteina responsabile del trasporto dell'ossigeno, grazie alla presenza di un gruppo Eme contenente ferro. Quindi l'emoglobina può essere degradata per scissione ossidativa o per idrolisi fino ad ottenere la bilirubina, una sostanza di colore giallastro che viene trasportata nel sangue legata ad un'albumina. Viene quindi captata dalle cellule del fegato, che la legano all'acido glicuronico, come bilirubina coniugata. Questa viene quindi riversata nell'intestino come componente della bile, dove viene degradata dagli enzimi batterici in urobilinogeno, e questo in stercobilina, un pigmento che conferisce la tipica colorazione scura alle feci. L'urobilinogeno può essere trasportato per la maggior parte di nuovo al fegato dove viene ossidato a riformare la bilirubina, mentre la restante quantità, circa il 5% raggiunge il rene, dove viene convertito in urobilinogeno, che a contatto con l'ossigeno si ossida in urobilina, un pigmento dal colore giallastro, eliminato attraverso le urine. 
  • Funghi della pelle cure naturali

    Funghi della pelle cure naturali - Cure naturali funghi della pelle
    Anche per i funghi della pelle ci sono varie cure naturali, le infezioni di pelle, unghie, cuoio capelluto possono essere provocate dai funghi microscopici chiamati miceti, che proliferano in ambienti caldi e umidi (docce pubbliche, spiagge, piscine, ecc.) per poi diffondersi e passare da un corpo all’altro. Questi funghi provocano delle eruzioni cutanee altamente contagiose e che provocano prurito ed è consigliabile consultare il proprio medico ad esempio quando la difficoltà nel riconoscimento dell’eruzione cutanea come infezione da funghi oppure la mancata risoluzione del problema entro 2-4 settimane o in presenza di una eruzione grave o infettata da batteri ed ancora quando le eruzioni sono nel cuoio capelluto, in quanto più difficili da trattare.
  • Cancro al colon: Sintomi cause e cure del tumore

    Cancro al colon - Tumore al colon i sintomi le cause e cure
    Il cancro al colon è un tumore che colpisce una parte dell'intestino e può prendere nomi diversi a seconda della zona interessata: si parla pertanto di cancro del colon o cancro rettale. I sintomi tipicamente caratterizzanti del cancro al colon sono la presenza di sangue nelle feci, cambiamento delle abitudini intestinali, come periodi di diarrea alternati a periodi di stitichezza e forte calo ponderale e purtroppo questo tipo di tumore risulta essere molto diffuso in ogni parte del mondo.
  • Collirio per bambini

    Collirio per i bambini - Come e quando si usa il collirio per i bimbi
    Collirio per bambini: Molto spesso nei bambini si presentano situazioni in cui gli occhi diventano rossi a causa di malattie o allergie, in queste situazioni ciò che è necessario fare è agire mettendo alcune gocce di collirio negli occhi, sotto consiglio del medico. Per la scelta del collirio da utilizzare è necessario contattare un medico per poter avere la giusta diagnosi del problema e quindi agire nel modo corretto ed in modo sicuro. Potrebbe sembrare una cosa troppo pericolosa per alcuni somministrare del collirio ai bambini, ma in certe situazioni non vi è praticamente altra scelta. Le irritazioni agli occhi nei bambini non devono essere sottovalutate pertanto è bene sapere per lo meno come soccorrere il piccolo in caso di necessità. Avendo una conoscenza adeguata del problema, nel caso in cui si presenti una di queste circostanze è possibile agire in modo sicuro senza arrecare ulteriore danno.
  • Collirio antistaminico

    Collirio antistaminico - Come utilizzare bene i colliri antistaminici
    Il collirio antistaminico è considerato un medicinale di automedicazione pertanto si può acquistare anche senza la prescrizione medica ma deve essere usato correttamente ed eventualmente prima di acquistarlo chiedere consiglio al farmacista o al medico curante. L’istamina insieme ad altre sostanze che portano al verificarsi di un’infiammazione vengono in particolare rilasciate da alcune particolari cellule denominate mastociti. Esiste dunque una particolare classe di stabilizzatori che agisce per bloccare il lavoro di queste cellule e quindi blocca il conseguente rilascio di istamina.