Malattie

Informazioni gratis su tutte le malattie, i vari sintomi della malattie infettive piu' comuni, ed anche delle malattie rare come le malattie autoimmuni oltre a quelle della pelle molto diffuse in tutto il paese.

  • Angina pectoris : angina stabile e instabile

    Angina pectoris stabile e angina pectoris instabile sintomi e cure
    L'angina pectoris ha sintomi chiari e lineari per questo la diagnosi è quasi sempre certa, uno dei sintomi più evidenti di questo malore è un forte dolore al petto di solito legato ad uno sforzo fisico intenso. L'angina oltre che dall'attività fisica, può essere causata dall'arteriosclerosi, che è una patologia che vede le arterie indurite, meno elastiche e di conseguenza la circolazione del sangue diventa difficile. I fattori che possono essere causa di angina pectoris sono: l'essere avanti negli anni; fare uso di tabacco; sovrappeso; dieta poco equilibrata con prevalenza di grassi. Tutte le patologie che riguardano la cattiva circolazione del sangue sono raggruppate nelle malattie cardiovascolari.
  • Farmaci broncodilatatori

    Farmaci broncodilatatori - Broncodilatatori controindicazioni ed effetti collaterali
    I farmaci broncodilatatori sono farmaci non privi di controindicazioni ed effetti collaterali tipicamente utilizzati perché aprono le piccole vie aeree dei polmoni (bronchi) al fine di rendere più facile la respirazione. I broncodilatatori sono spesso usati per trattare: La bronchiectasie, ovvero una lunga condizione dove le vie aeree sono anormalmente allargate l’asma le malattie polmonari ostruttive croniche (BPCO), ossia i danni permanenti ai polmoni, causati da fumo. I suddetti medicinali rilassando i muscoli dei polmoni, permettono di espandere le vie respiratorie, facilitando quindi la respirazione ed alcuni tipi di broncodilatatori aiutano perfino a pulire il muco e riducono l’infiammazione polmonare.
  • Macchie bianche sulla pelle del viso e gambe

    Macchie bianche sulla pelle - Macchie bianche sulla pelle del viso
    Cosa sono le macchie bianche sulla pelle del viso o delle gambe? Le macchie bianche sulla pelle sono al giorno d'oggi un problema al quale la gente non può fare a meno di prendere dei provvedimenti, in quanto sono diventati una condizione davvero difficile da vivere. Nella maggior parte dei casi le macchie bianche sulla pelle sono la conseguenza della perdita di pigmentazione cutanea, dato che ci sono diverse malattie o disturbi legati a questo fenomeno che affligge gran parte della popolazione mondiale.
  • Orecchioni: Orecchioni sintomi e contagio

    Orecchioni - Sintomi diagnosi cause cure e contagio
    Orecchioni cosa significa? Gli orecchioni sono una problematica dai sintomi conosciuti e causata da contagio, la quale colpisce bambini, adolescenti oltre che gli adulti, in prevalenza gli orecchioni colpiscono i bambini ed essenzialmente rappresentano una un'infezione virale altamente contagiosa il cui sintomo più comune è un rigonfiamento delle ghiandole parotidi. Le ghiandole parotidi sono situate su entrambi i lati del viso, il gonfiore che colpisce la persona, le dona un volto dall'aspetto di "criceto". Fortunatamente gli orecchioni si prendono una sola volta nella vita, dopo di che viene sviluppata l'immunità contro la malattia.
  • Emicrania cure

    Come si cura l'emicrania? Quali sono le cure più efficaci?
    Come si cura l'emicrania una volta per tutte? Per l'emicrania esistono diverse cure ed ogni tecnica di cura ha un approccio differente verso la patologia, le cure per emicrania possono essere intese con due diversi tipi di approccio: cura di prevenzione e cura abortiva, cioè per arrestare l'emicrania. Il trattamento farmacologico per l'emicrania può alleviare il dolore ed i sintomi di un attacco di emicrania e prevenire ulteriori attacchi di emicrania stessa.
  • Lacrimazione occhi : Lacrimazione eccessiva degli occhi

    Lacrimazione occhi - Consigli per lacrimazione eccessiva degli occhi
    Epifora dell'occhio, il fenomeno della lacrimazione eccessiva dell’occhio può avvenire a qualsiasi età, ma è più comune nei bambini piccoli (0-12 mesi di età) e nelle persone adulte oltre i 60 anni e può interessare uno oppure anche entrambi gli occhi.