Mangiare sano e bene

Perché mangiare sano e bene? Avere una corretta alimentazione ci permette di assumere i nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno con il cibo senza dover ricorrere ad integratori o a preparati farmaceutici per sopperire a delle carenze. Mangiare sano inoltre aiuta a prevenire o alleviare diverse malattie, tra le più comuni l’ipertensione, la sindrome metabolica e anche alcuni tipi di tumori.

Mangiare sano e bene

Mangiare sano e bene

Mangiare sano e bene:

Il primo beneficio che si ottiene da una dieta sana ha l’effetto di migliorare la salute, ma non dobbiamo dimenticare che mangiare bene ci consente anche di ottenere una forma più snella, soprattutto se associamo la dieta all’esercizio fisico.

Mangiare sano non significa mangiare cibo privo di ogni sapore; è possibile, anzi consigliato, continuare a gustare tutti i propri piatti preferiti, come la carne, la pasta e i dolci: infatti spesso basta cambiare modo di cucinarli e di servirli per mantenere basso il contenuto di grassi e aumentare la quota  di vitamine, minerali e fibre.

5 modi per cucinare sano e bene:

Scegliere ingredienti a basso contenuto di grassi

La carne, non è tutta uguale: quando andiamo dal macellaio, meglio scegliere tagli di carne magri o pollame, e togliere il grasso prima della cottura; anche la carne macinata deve essere al 90% magra. La maggior parte del grasso nel pollame si trova appena sotto la pelle, quindi è importante togliere anche quella prima di mangiare.
Il latte andrebbe utilizzato scremato o parzialmente scremato e i prodotti caseari vanno scelti accuratamente tra yogurt e formaggi magri. Lo yogurt è un’ottima alternativa alla crema, da preferire anche se si devono cucinare dei dolci, e allo stesso modo si può sostituire la panna con il latte. Pesci grassi invece non sono da eliminare perché contengono più omega-3, acidi grassi essenziali e salutari, che hanno un effetto protettivo sul cuore; tuttavia, è bene fare attenzione ai pesci in scatola per il loro alto contenuti di olio aggiunto per la conservazione.

Diminuire la carne e aumentare verdura, frutta e cereali

Cambia colore al menu: fai in modo che la carne non sia l’unico alimento del piatto ma aggiungi sempre qualcosa, ad esempio patate, una o due verdure, insalata e pane integrale, in questo modo si potrà ridurre la quantità di carne ed essere pienamente sazi e soddisfatti con un piatto vario e con molti tipi di nutrienti tutti insieme. Questa combinazione alimentare riduce il consumo di grassi saturi e colesterolo e parallelamente aumenta l'apporto di vitamine e fibre.

Cucinare con meno grassi

Invece di friggere gli alimenti rendendoli più grassi, meglio utilizzare altri metodi che di base utilizzano poco olio (niente olio sarebbe la condizione ideale), come la cottura al vapore, alla piastra, al forno o alla griglia, e buttare il grasso colato dopo la cottura. Alcuni cibi richiedono comunque del condimento per essere mangiati e in tal caso si può aggiungere un cucchiaio di olio crudo a fine cottura così da evitare che il cibo si frigga. Il soffritto di cipolla può essere altrettanto gustoso se si diminuisce l’olio ad un unico cucchiaino e se viene poi sfumato con un po’ d’acqua e del vino bianco. Se proprio dovete friggere, utilizzate padelle antiaderenti non troppo grandi e scaldate bene l’olio, così si spargerà sul fondo più facilmente e ne servirà una minore quantità.

Utilizzare erbe, spezie o succhi di frutta

Per insaporire i cibi non è sempre necessario utilizzare il sale, che è anche poco salutare; aggiungere erbe e spezie ai piatti li renderà molto più gustosi e saporiti. È consigliato anche l’uso di aceto, frutta o scorze di agrumi, alimenti a basso contenuto calorico e di grassi che nelle giuste combinazioni esaltano il sapore dei cibi, soprattutto quelli a base di carne o pesce. L’aggiunta di frutta o ratatouille di verdure alle pietanze dà un tocco di colore e aumenta il contenuto di vitamine e fibre, oltre a ridurre la necessità di condimento. Nei prodotti dolci da forno si può ridurre lo zucchero mescolando dei succhi di frutta, noci o semi.

Servire più legumi e cereali come fonte di proteine

Per ridurre i grassi saturi e il colesterolo è meglio ottenere la maggior parte delle proteine da fonti vegetali, come cereali e legumi (fagioli, lenticchie e piselli), che sono molto meno grassi rispetto alla carne e hanno un eccellente contenuto di fibre. Tuttavia, cereali e legumi devono essere opportunamente combinati: mentre la carne contiene tutti e 20 gli amminoacidi necessari per una buona salute, i cereali sono a basso contenuto di lisina e alto di metionina, mentre al contrario i legumi sono tipicamente ad alto contenuto di lisina ma basso di metionina; per mangiare bene bisogna quindi servire cereali e legumi insieme, in modo che si compensino a vicenda.

Mangiare sano e bene è più facile di quanto si creda.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo mangiare sano e bene

Mangiare bene, mangiare sano

Questo articolo mi piace perchè riassume in modo chiaro e semplice tutte le buone e sani abitudini per mangiare bene e sano. Bravissimi!

Lascia il tuo commento: