Mestruazioni: calcolo dei giorni delle mestruazioni

Calcolare quando arrivano le mestruazioni è senza ombra di dubbio una pratica che deve essere svolta con consuetudine e precisione.

Quando arrivano le mestruazioni? Essere in grado di calcolare un ciclo mestruale, i giorni delle mestruazioni, è molto importante per ogni donna. Il ciclo mestruale è quel lasso di tempo necessario per il corpo femminile in cui la donna sviluppa il rivestimento interno dell’utero. Le mestruazioni quindi non sono altro che le conseguenze dell’espansione di questo rivestimento.

Mestruazioni: calcolo dei giorni delle mestruazioni

Calcolare le mestruazioni

Il ciclo mestruale

Il ciclo mestruale di ogni donna avviene all’incirca ogni 28-30 giorni.Le mestruazioni hanno una durata variabile che può essere di pochi giorni sino anche ad una settimana intera ed ovviamente per ogni donna esistono diverse tempistiche. Alcune donne presentano cicli mestruali regolari, ossia che si verificano ad un certo numero di giorni di distanza le une dalle altre, invece altri soggetti mostrano un ciclo mestruale irregolare ossia dove il tempo necessario varia ampiamente di volta in volta tra le mestruazioni.
Solitamente, comunque, le mestruazioni si notano dopo 24 giorni o dopo 31 giorni ogni mese.

Calcolare un ciclo mestruale regolare

Effettuare un ciclo mestruale risulta estremamente semplice in quanto basta avere a disposizione un comunissimo calendario che sarà utile nel segnare il primo giorno delle mestruazioni. Nel mese successivo basterà segnare la data di inizio delle prossime e quindi se si ha un ciclo regolare sarà sufficiente segnalare il primo giorno dello stesso in un mese indicando poi lo stesso nel mese successivo avendo cura di controllare la durata di esso indicandolo opportunamente sul proprio calendario.

Calcolare un ciclo mestruale irregolare

In presenza di un ciclo mestruale irregolare potrebbe ritenersi utile tenere traccia delle mestruazioni di un anno intero per avere ben in mente quale sia il proprio “modello” di ciclo mestruale.
Se una donna ha un ciclo irregolare  potrà effettivamente calcolare un stima approssimativa del proprio ciclo, pertanto può tornare utile segnarsi nel calendario i cicli mestruali di 12 mesi tenendo bene a mente, quindi segnandolo sul calendario, la durata dello stesso.

Calcolare i giorni fertili

Una volta segnato sul calendario il primo giorno delle mestruazioni, ogni mese per 12 mesi, si deve controllare e fare una lista dei giorni di ogni mese presenti tra una mestruazione e l’altra.
Ad esempio, si possono contare i giorni trascorsi tra il primo momento di comparsa del ciclo nel mese di gennaio e il primo del mese di febbraio continuando poi col primo giorno di ciclo del mese di febbraio e quello successivo di marzo. Niente di più semplice.

I vantaggi nel calcolare il ciclo mestruale

La possibilità di calcolare il proprio ciclo mestruale si avvale di molteplici applicazioni pratiche.
E’ infatti un ottimo ausilio per capire quando il proprio corpo è più fertile, una fase importante per le donne che vogliono intraprendere una gravidanza. Calcolare quindi i giorni prevede anche la possibilità di prevedere i tempi di qualsiasi sindrome premestruale come per esempio il gonfiore. Infatti se al primo giorno del ciclo mestruale si sa di incorrere in un certo gonfiore sarà possibile ridurre in futuro l’apporto di sale proprio durante il periodo di comparsa aiutando perciò a prevenire e combattere tale sindrome. Come già asserito i vantaggi nel calcolare i giorni mestruali aiutano a migliorare la pianificazione di eventi speciali, come potrebbe essere una giornata al mare, in piscina, una cura al centro estetico,ecc.

Calcolare l’ovulazione

Un calendario per l’ovulazione aiuta le donne nel pianificare e predire il momento esatto dell’ovulazione.
Tale informazione è di vitale importanza per evitare le gravidanze indesiderate. E’ bene sapere che l’ovulazione si verifica solo in un giorno del ciclo mestruale di una donna seguita da mestruazioni, dopo 2 settimane. In ogni caso il tempo di ovulazione dall’inizio del ciclo mestruale può cambiare. Utilizzare un calendario dell’ovulazione e quindi calcolarla è molto utile per quelle donne che presentano cicli mestruali regolare e sarà sufficiente inserire infatti il primo giorno di inizio del proprio ultimo ciclo mestruale e la durata di quest’ultimo. Si rivelano utili anche i veri e propri calcolatori d’ovulazione che funzionano inserendo nella calcolatrice le proprie informazioni circa il ciclo mestruale, con il risultato che il calcolatore indicherà la data approssimativa dell’ovulazione e i giorno in cui quindi si rischia di rimanere incinta.

Calcolare la gravidanza

Esistono in commercio diversi calcolatori di gravidanza ed il suo uso serve per:

  • Determinare la data probabile del concepimento;
  • Scoprire da quante settimane si è incinta;
  • Stimare l’età del feto;
  • Scoprire quante settimane di gravidanza trascorreranno;
  • Determinare il numero specifico di settimane trascorse;

La semplicità di tale strumento prevede anche la possibilità di calcolare l’età del feto, o detta età fetale, considerando inoltre che si può scoprire quanto tempo trascorre perché vi sia lo sviluppo del feto nel grembo materno partendo dalla data dell’inizio di gravidanza. Bisogna comunque sapere che calcolare l’età gestazionale partendo dall’inizio della gravidanza è il modo più preciso, consiglio comune anche sui vari libri di medicina.

Utilizzare una calcolatrice per la gravidanza

Questo strumento si avvale della possibilità di calcolare la gravidanza.
Bisogna inserire la data del proprio ultimo ciclo mestruale e il numero di giorni di quest’ultimo nel calcolatore di gravidanza. In media esistono comunque 28 giorni in un ciclo mestruale, anche se la durata varia da un minimo di 22 ad un massimo di 44 giorni.

Il calcolatore di gravidanza prende in considerazione il ciclo mestruale calcolando la data di fine e la data del concepimento.

Inoltre sono utili anche i giorni di durata del proprio ciclo mestruale. Generalmente comunque si possono inserire in tale strumento anche altre diverse informazioni utili al calcolo.

Metodologia usata per sapere quando inizia l’ovulazione

Ci sono diversi metodi e modi per determinare quando avviene l’ovulazione. Essi comprendono:

  • Test delle urine;
  • Test del sangue;
  • Prove di laboratorio sulla saliva;
  • Monitoraggio del muco cervicale;
  • Monitoraggio della temperatura;
  • Grafici della fertilità;
  • Grafici mestruali;
  • Utilizzo di monitor digitali di fertilità;

Questi test di rivelano utili per rilevare uno o più eventi e i loro conseguenti effetti prima e dopo una ovulazione.

Considerazioni finali su come calcolare l'arrivo delle mestruazioni

La lunghezza del ciclo mestruale è definita come il tempo che intercorre tra il primo giorno di sanguinamento mestruale e l’inizio del successivo. Il calcolo della lunghezza del proprio ciclo è sempre importante quanto utile perché aiuta a capire se il proprio ciclo mestruale rientra nel range di normalità oppure no. In alcune donne infatti, come asserito precedentemente, il ciclo si presenta irregolare, pertanto il calcolare i giorni si rivela un’arma estremamente interessante per configurare un modello che più si avvicina al proprio stato fisico durante questo tempo. E’ comunque consigliata la presenza di un esperto la prima volta in modo tale che lo stesso possa spiegare specificatamente come calcolare i diversi aspetti del ciclo mestruale.

Calcolare l'arrivo delle mestruazioni dovrebbe essere pratica comune per ogni donna.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo mestruazioni: calcolo dei giorni delle mestruazioni

Consigli per il calcolo delle mestruazioni

grazie x il consiglio siete molto gentili grazieeeeeeee

Calcolo dei giorni delle mestruazioni

siete molto precisi e gentile...e il vostro modo di scrivere è facilmente comprensibile a tutti... grazie mille!

grazie ora ho capito come calcolare i giorni del ciclo

Grazie mille, ho capito al volo :)

Come calcolare i giorni delle mestruazioni

grazie mille ora sono più sicura... grazie mille veramente !

Lascia il tuo commento: