Mestruazioni regolari e mestruazioni irregolari

Le mestruazioni possono essere regolari e irregolari, può capitare che le mestruazioni siano in ritardo e pure scarse di flusso… che fare? Il ciclo mestruale a volte può essere un vero e proprio tormento, dal momento che può comportare numerosi e fastidi.

Le mestruazioni da regolari possono diventare irregolari ed essere accompagnate da vari sintomi e fastidi come il mal di testa o il mal di stomaco, sintomi che si presentano anche in condizioni normali ma che sono ancora più problematici quando ci si trova a dover fare i conti con un ciclo mestruale irregolare, purtroppo uno dei problemi più frequenti associati alle mestruazioni, una condizione che pur non essendo di per sé particolarmente allarmante può a sua volta essere il campanello d’allarme di una patologia più grave.

Mestruazioni regolari e mestruazioni irregolari

Mestruazioni irregolari

Le mestruazioni regolari ed irregolari

In genere si dice che un flusso è regolare quando si verifica ogni 28 giorni, ma la verità è che il ciclo mestruale varia in modo anche sensibile da donna a donna: a seconda del funzionamento dell’organismo e in particolare degli ormoni, è possibile che si abbia naturalmente un ciclo della durata di 20 giorni o che al contrario che questo arrivi a durare 35 giorni. Se dunque le mestruazioni ricompaiono puntualmente con un intervallo di tempo costante, indipendentemente dalla sua lunghezza, si può tranquillamente parlare di ciclo regolare. Inoltre, un ciclo regolare di solito dura 5 giorni, ma è del tutto normale che la durata delle mestruazioni possa oscillare tra 3-7 giorni.

Si parla invece di mestruazioni irregolari quando ci si trova in presenza di un qualsiasi tipo di emorragia che sia anormale rispetto al consueto andamento del ciclo mestruale, il che può includere:

  • una comparsa delle mestruazioni in ritardo
  • la presenza di sanguinamenti tra una mestruazione e l’altra
  • un flusso particolarmente intenso oppure al contrario scarso
  • la mancata comparsa del mestruo
  • mestruazioni continue
  • a comparsa del flusso per due volte durante uno stesso ciclo.

Simili irregolarità sono piuttosto frequenti e, in un modo o nell’altro, colpiscono circa il 30% delle donne in età riproduttiva.

Cause delle mestruazioni irregolari

I cicli mestruali irregolari sono di solito il risultato di un qualche squilibrio ormonale: l’andamento delle mestruazioni dipende infatti dalla produzione di ormoni come gli estrogeni e il progesterone da parte dell’organismo. A produrre questi ormoni sono in particolare alcune ghiandole che, per poter garantire il mantenimento del corretto equilibrio, hanno bisogno di inviarsi segnali a vicenda: si tratta dell’ipotalamo, dell’ipofisi e naturalmente delle ovaie.  Quando perciò si verifica che questi segnali non vengono correttamente inviati o ricevuti, ecco che i cicli diventano irregolari. Ma cosa può impedire a tali segnali una corretta comunicazione? In verità esiste tutta una serie di ragioni che possono facilmente indurre uno squilibrio nei livelli ormonali:

  • Gravidanza. Quando si è incinta, l’organismo inizia a produrre gli ormoni in proporzioni diverse dal consueto.
  • Stress. Lo stress è spesso una causa comune di cicli irregolari dal momento che la stanchezza, molte preoccupazioni e una forte ansia possono facilmente portare gli ormoni in una condizione di squilibrio.
  • Dieta e peso. Un’alimentazione povera delle sostanze nutrienti necessarie all’organismo, una perdita eccessiva di peso o al contrario un suo aumento repentino sono fattori che possono influenzare anche la produzione di ormoni. Le donne che soffrono di anoressia o di bulimia, ad esempio, spesso non hanno mestruazioni o hanno cicli irregolari.
  • Esercizio fisico. Un’attività fisica troppo intensa e in mancanza di un’adeguata preparazione può causare uno squilibrio generale nell’intero organismo, e comportare spesso anche cicli irregolari.
  • I cicli iniziali dopo la comparsa della prima mestruazione sono spesso irregolari per un certo periodo di tempo, e possono essere necessari fino a 3 anni prima che si arrivi ad avere un ciclo regolare.
  • Menopausa. Dal momento che la menopausa prevede importanti cambiamenti nei  livelli ormonali, un suo avvicinarsi è spesso segnalato da cicli irregolari.
  • Anticoncezionali. Con l’assunzione di pillole anticoncezionali può essere necessario all’organismo un certo periodo di tempo prima che  possa adattarsi ai nuovi livelli di ormoni.
  • Insufficienza ovarica prematura. Questo fenomeno si verifica quando le mestruazioni si interrompono prima dei 40 anni e può essere dovuto a una terapia chirurgia, come anche in caso di cure come chemioterapia e radioterapia nella zona addominale o in quella pelvica.
  • Molte neo-mamme, poi, non ritrovano la naturale regolarità nel ciclo mestruale fino a quando non sia terminato anche il periodo di allattamento al seno.

Complicazioni

Per la maggior parte delle donne, un ciclo irregolare non dà nessun motivo di preoccupazione: in genere, nel corso della vita riproduttiva, tendono naturalmente ad alternarsi periodi di ciclo regolare con altri che invece non lo sono. Altre volte, invece, possono esserci complicazioni e patologie di fondo che possono essere la causa di questi problemi. Se perciò il ciclo mestruale dovesse risultare particolarmente irregolare o se questa irregolarità sia durata per più di un anno, o se la comparsa del mestruo dovesse essere accompagnata da forti crampi, flussi particolarmente intensi, vertigini, nausea o svenimento, è bene quindi consultare il proprio medico di fiducia.
Ad esempio, la sindrome dell'ovaio policistico è una patologia abbastanza comune, che colpisce circa il 10% delle donne e che consiste nella presenza di piccole cisti sulle ovaie, la cui presenza interferisce con il regolare andamento dell’ovulazione. Se non viene curata, questa patologia può portare ad altre complicazioni più gravi, tra cui un'endometriosi, l’insorgere di malattie cardiache o di un cancro ovarico.

I sintomi di questa sindrome sono:

  • una presenza eccessiva di peli sul corpo
  • un aumento di peso
  • acne
  • forfora
  • pressione alta
  • sterilità o difficoltà di concepimento.

Un’altra possibile causa di ciclo irregolare può essere un’infiammazione della zona inferiore dell’intestino, ed in questi casi l’irregolarità è anche accompagnata da una perdita di peso, da dolori addominali e da diarrea. Si tratta di una patologia che può divenire anche molto grave e che a volte può rendere necessario un ricovero ospedaliero e persino un intervento chirurgico. Anche alcune anomalie uterine, come la presenza di polipi cervicali, di fibromi uterini, o un’endometriosi possono comportare un’irregolarità nel ciclo mestruale. Altre patologie come la tubercolosi, alcune malattie del fegato e il diabete possono infine essere alla base di un’assenza di mestruo o di un ciclo irregolare, anche se questo avviene piuttosto di rado.

Trattamenti

Se l’irregolarità è stata riscontrata solo per un breve periodo, inferiore ai 7 mesi, è probabile che i cicli torneranno regolari senza bisogno di alcun intervento esterno; se invece vi è una condizione medica di base che sta causando il mestruo irregolare, è necessario ricorrere ai trattamenti opportuni per risolvere la causa primaria e questo è in genere sufficiente a ripristinare ance il normale andamento del ciclo mestruale.

Ci sono, in ogni caso, alcune prime cose da fare per iniziare a migliorare la situazione:

  • Ridurre i livelli di stress
  • Risolvere eventuali disturbo alimentare
  • Limitare l’esercizio fisico se questo risulta eccessivo

Ci sono poi  alcuni trattamenti medici che possono essere utili nel regolare il ciclo mestruale:

  • Contraccettivi ormonali, che combinano estrogeni e progesterone ma naturalmente non possono curare eventuali problemi di fondo
  • Specifici integratori ormonali, utili nel caso in cui il problema sia nella produzione di un ormone, come può essere il caso di una sovrapproduzione di testosterone.

Considerazione finale sulle mestruazioni irregolari

Per concludere è bene precisare che la possibilità o meno di curare un ciclo irregolare dipende dalla sua causa: è quindi di fondamentale importanza consultare uno specialista che possa indagare le ragioni del disturbo ed individuare il trattamento più indicato alle specifiche esigenze dell’organismo.

Suggerimenti e considerazioni sulle mestruazioni regolari e irregolari.

Gravidanza on line

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo mestruazioni regolari e mestruazioni irregolari

Mestruazioni regolari e irregolari

Mestruazioni irregolari, mestruzioni regolari: bel lavoro, grazie.

Lascia il tuo commento: