Perdite dopo le mestruazioni

Alle volte accade che molte donne presentino perdite acquose, inodore e in alcuni casi anche abbondanti dopo le mestruazioni, costrette quindi ad indossare un tampone anche dopo la fine del ciclo mestruale.

Le perdite di sangue dopo le mestruazioni si possono verificare al sesto o settimo giorno  durano anche sino al dodicesimo o quattordicesimo giorno dall’inizio delle mestruazioni, in ogni caso è auspicabile un consulto ginecologico.

Perdite dopo le mestruazioni

Perdite dopo le mestruazioni

Che cosa sono le perdite dopo le mestruazioni

Tutte le donne, com’è risaputo, affrontano le mestruazioni fin dalla giovane età sino a quando non entreranno in menopausa. La quantità delle perdite è influenzata dai cambiamenti ormonali del corpo femminile, nonché legata strettamente al ciclo mestruale con effetti sul sistema riproduttivo della donna. I cambiamenti nella secrezione vaginale sono imputabili a una possibile gravidanza, all’uso di farmaci e ai diversi stadi dello stress psicologico, pertanto il presentarsi di perdite anche dopo le normali mestruazioni solitamente viene considerato un fatto normale ma che comunque va appurato con una visita ginecologica.

Le cause delle perdite dopo le mestruazioni

Il colore, l’abbondanza delle perdite dopo le mestruazioni varia a seconda del ciclo mestruale  conclusosi e cambia in base ai livelli di estrogeni del corpo di una donna.
Pertanto a causa dell’ovulazione, che si verifica solitamente circa due settimane dopo il periodo mestruale, si potranno notare delle normali perdite chiare o bianche  che possono diventare anche abbondanti. Questo in genere accade comunemente dopo l’ovulazione dove vi è un aumento di perdite, anche sino a 30 volte maggiori dopo l’ovulazione. A metà periodo, dopo le mestruazioni quindi, si potranno notare perdite chiare, tuttavia un colore diverso dovrebbe porre l’attenzione su di una possibile infiammazione dell’area vaginale.
Si raccomanda quindi di mantenere la zona intima pulita e asciutta evitando le irrigazioni e aiutandosi con dello yogurt con fermenti vivi per creare un equilibrio all’interno dell’area intima femminile. Le perdite chiare sono comunque, come già detto, generalmente considerate normali.

Perdite anormali dopo le mestruazioni

Le perdite anormali, anche dopo le mestrauzioni, sono un disturbo comune tra le donne.
Tali perdite sono solitamente riconducibili ad un liquido che viene prodotto dalle ghiandole del rivestimento della vagina e dalla cervice, è di colore bianco chiaro, inodore e viene considerata una perdita normale. Essa infatti è un perdita che avviene ogni giorno, pertanto anche dopo le mestruazioni, con il compito di mantenere l’area intima sana e pulita.

Perdite dopo le mestruazioni anomali

Un fenomeno molto comune tra le donne sono le cosiddette perdite anomali le quali differiscono da quelle bianche e chiare per via della loro quantità e del loro aspetto.

Vengono solitamente identificate in base a 3 principali sintomi che sono :

  • Una eccessiva perdita;
  • Cambiamento di colore della perdita;
  • Comparsa di odori;
  • Comparsa di prurito;
  • Dolore;
  • Irritazione;
  • Sensazione di bruciore vaginale;

Una perdita, che avviene anche dopo le mestruazioni, può esser frutto per esempio di una infiammazione della vagina. Questa condizione viene spesso indicata con l’appellativo di Vaginite, in quanto avviene un’infezione o un’irritazione da una sostanza chimica. E’ una perdita che si presenta spesso nelle giovani ragazze , può avvenire anche dopo le mestruazioni e può anche contenere del sangue a causa appunto del corpo o sostanza estranea alla vagina.

Cambiamento delle perdite dopo le mestruazioni

Il cambiamento dell’aspetto e dell’odore delle perdite che si verificano anche dopo le mestruazioni, sono generalmente causa di una vaginosi batterica. Questo batterio infatti ha la facoltà di cambiare le normali perdite dopo le mestruazioni in diversi colori  e odori. Il più delle volte accade che queste perdite si manifestino con colori anormali, come grigie, giallastre e con un forte odore sgradevole. Tuttavia dalle normali perdite che vi sono ogni giorno, anche dopo le mestruazioni quindi, è difficile alle volte riconoscere alcuni cambiamenti. Comunque sia una fitta, un colore si bianco ,come le perdite normali, ma accompagnato da prurito, è segno di Candida, ossia un infezione.

I colori delle perdite dopo le mestruazioni

Le perdite in alcuni casi, anche dopo le mestruazioni, possono variare sensibilmente di colore e in quanto all’odore grazie ad una infezione detta infezione protozoo, o meglio conosciuta come la Tricomoniasi.
Questa è una malattia sessualmente trasmissibile e genera un cambiamento, anche dopo le normali mestruazioni, nel colore delle perdite facendole più assomigliare a colori come verde, giallo o verde/giallo con un odore altamente sgradevole.

Perdite dopo le mestruazioni considerate normali

Le perdite possono variare e cambiare d’aspetto anche di settimana in settimana nonché di mese in mese.
Alcune delle modifiche che si verificano nelle perdite in una donna sono considerate normali e ciò vale anche quando si verificano dopo le mestruazioni.

Perché avvengono perdite dopo le mestruazioni

Dopo le mestruazioni le perdite possono diventare molto appiccicose e dense e possono apparire sempre di colore bianco. Questo è dovuto per lo più a causa di una variazione nella quantità di estrogeni che il corpo di una donna sta producendo. E’ assolutamente una condizione normale e viene spesso menzionata nelle visite ginecologiche.

Considerazioni finali sulle perdite dopo le mestruazioni

Le perdite dopo le mestruazioni sono per lo più considerate quelle atte alla lubrificazione e all’igiene naturale dell’area intima. Esse in ogni caso sono perdite giornaliere. La modifica causata da infezioni o irritazioni può portare ad un cambiamento radicale di queste  perdite ma grazie alla medicina moderna sono tutte problematiche oramai facilmente gestibili. Cambiamenti di colore, sviluppo di strani odori e irritazioni varie devono mettere sull’attenti chiunque, tuttavia consulti frequenti col proprio medico sono di auspicio per una veloce e corretta guarigione.

Possibili cause e consigli dedicati alle perdite vaginali dopo le mestruazioni.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo perdite dopo le mestruazioni

Perdite

salve ho letto il tutto su perdite.io ho avuto il ciclo sabato e dopo 4-5 giorni perdite cn fili di sangue e bruciore.sn stata a fare le analisi dell'urina pensando fosse un infiammazzione alla vescica,ma niente. neanche un fungo.ho lo stimolo di fare sempre urina ed è fastidioso.cs potrebbe essere?

Dopo 3 giorni dal ciclo ho di nuovo perdite....

Salve, circa 2 settimane è iniziato il mio ciclo, per una settimana è stato molto scarso, il settimo giorno sono aumentate e ho avuto il flusso pesante per una settimana. Dopo 3 giorni ho iniziato ad avere di nuovo delle perdite. Spero che mi possiate aiutare, spero non sia niente di grave. Grazie e buone vacanze

Lascia il tuo commento: