Metabolismo lento: il metabolismo lento

Metabolismo lento? Una delle cause che porta a mettere su peso è il metabolismo lento ma per fortuna adesso esistono tanti strumenti che ci consentono di stimolarlo e fare in modo di perdere tutti i kg in eccesso senza ricorrere alle diete fai da te oppure alle pillole miracolose.

Metabolismo lento: il metabolismo lento

Metabolismo lento

Ci sono alcune diete, non condivise da tutti i nutrizionisti, che sono molto efficaci ed aiutano a eliminare acqua in eccesso e perdere centimetri di giro vita.

Una della diete che va per la maggiore è quella che viene chiamata la DIETA DEL CAVOLO, anche se non è esattamente una novità visto che è conosciuta da più di 30 anni.

Chi ha seguito questa dieta ha avuto degli ottimi risultati anche perché il nostro organismo utilizza molte energie per digerire il cavolo che è poco calorico. Utilizzare alimenti che per essere digeriti hanno bisogno di molta energia rientra in uno schema alimentare che prende il nome di DIETA A CALORIE NEGATIVE.

Spesso abbiamo sentito parlare degli effetti positivi del sedano. Gli effetti positivi sono dati dal fatto che per la sua digestione, sia mangiandolo normalmente che sotto forma di centrifuga, sono necessarie più calorie rispetto a quello che è l'apporto calorico del sedano.

Lo stesso principio viene applicato al cavolo, solo che mentre mangiare solo sedano durate tutta la giornata è impossibile, la cosa è fattibile con la minestra di cavolo.

Questa zuppa oltre che dal cavolo è composta da cipolle, peperoni, funghi, sedano e tante spezie che va mangiata per tutti i pasti nell'arco della giornata senza limiti di quantità.

È una dieta che può essere seguita per 7 giorni ed è così suddivisa:

  1. Primo giorno: mangiare oltre alla minestra tutta la frutta che si desidera mentre le bevande consentite sono acqua, the oppure il succo di mirtillo.
  2. Secondo giorno: oltre al minestrone si possono mangiare altre verdure tranne fagioli, piselli o mais. Le verdure possono essere consumate sia crude che cotte ed alla sera è consentito mangiare una patata con del burro.
  3. Terzo giorno: oltre alla minestra si possono mangiare frutta e verdura ma non la patata alla sera.
  4. Quarto giorno: oltre alla minestra si può bere del latte scremato e si possono mangiare fino ad otto banane nel corso di tutta la giornata.
  5. Quinto giorno: si possono mangiare circa 200 grammi di carne, o un pesce alla griglia, oppure del pollo senza pelle, il tutto accompagnato da 6 pomodori e bisogna bere tanta acqua.
  6. Sesto giorno: oltre alla minestra si può mangiare solo carne rossa e non si può mangiare la patata a cena.
  7. Settimo giorno: oltre ad almeno un piatto di minestra si possono bere dei succhi di frutta non dolcificati, verdure accompagnate da riso.

È un tipo di dieta che non può essere seguita per tanto tempo anche perché garantisce una perdita di peso molto rapida.
In base al proprio stato di salute è sempre meglio rivolgersi al medico e chiedere se una simile dieta sia possibile da seguire.

Perdere peso

La domanda che i nutrizionisti ed i medici si sentono ripetere è quanto tempo ci vuole per perdere peso. Sono diverse le occasioni per cui una persona deve trovare la motivazione per perdere peso, che può essere un nuovo lavoro, una riunione, un matrimonio oppure una festa.

La prima cosa che si deve considerare è che quando si inizia a perdere peso, oltre al grasso che è circa il 75% del peso, si perde anche il muscolo che è circa il 25% del peso.

Considerando che il nostro corpo è formato per circa il 70% di acqua è facile intuire che la prima forma di dimagrimento avviene con la perdita di liquidi.

Ci sono però degli altri fattori da considerare quando si inizia ad intraprendere il percorso della dieta ed il primo fattore è che ogni persona è diversa dall'altra e di conseguenza non c'è una regola valida per tutti.

Ci sono persone che iniziano a dimagrire subito dopo aver iniziato la dieta, altre invece hanno bisogno di molto più tempo e le cause sono imputabili al peso di partenza, al tipo di lavoro che uno svolge, se si pratica sport, il livello del metabolismo e se si è sottoposti a stress.

Tutti questi fattori sono da prendere in esame perché la sola presenza di uno di questi fattori alterato, provoca ovviamente dei risultati che non sono immediati. Se si perde tanto peso da subito non è indicato, perché si va a perdere solo acqua ed i risultati del calo ponderale non si mantengono nel tempo.

Spesso chi perde tanto peso subito è destinato a riprenderlo con gli interessi, andando incontro a spiacevoli effetti collaterali come ad esempio la pelle disidrata e cadente e possibile formazione di calcoli biliari.

L'ideale sarebbe quello di perdere circa 1 kg a settimana per cui circa 4 nell'arco di 1 mese e cercare i rimedi per stimolare un metabolismo lento che è quello che provoca l'aumento di peso.

Come migliorare facilmente il metabolismo lento

Dieta a dieta

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo metabolismo lento: il metabolismo lento

il metabolismo lento

Molto interessante questa dieta e anche gustosa anche se al latte scremato preferisco comunque il latte vegetale e per il succo di mirtillo bisogna fare molta attenzioni i succhi spesso contengono zuccheri e altri ingredienti artificiali...

Lascia il tuo commento: