Miele di corbezzolo

Corbezzolo, che miele! Si dice dolce come il miele, e infatti il solo immaginare un assaggio di miele porta la mente a ricordi di dolcezza, anche se non sempre è così, a volte il gusto non è così dolce come ci si aspetterebbe, pur essendo sempre miele, quello prodotto dalle nostre amiche api fin dalla notte dei tempi, a partire dal nettare dei fiori e dalle melate.

Miele di corbezzolo

Miele di corbezzolo

E allora, dove sta il trucco? Quando si parla di miele non esistono trucchi, la legge parla chiaro: “Per miele si intende il prodotto alimentare che le api domestiche producono dal nettare dei fiori o dalle secrezioni provenienti da parti vive di piante o che si trovano sulle stesse, che esse bottinano, trasformano, combinano con sostanze specifiche proprie, immagazzinano e lasciano maturare nei favi dell’alveare. Tale prodotto può essere fluido, denso o cristallizzato.” (Legge n. 753/1982) Il trucco quindi non c’è, ma se di trucco vogliamo assolutamente parlare allora è un trucco tutto naturale: il trucco del corbezzolo.

Corbezzoli! E cos’è il Corbezzolo?

Il corbezzolo è un arbustoo albero sempreverde della famiglia delle ericacee (Arbutusunedo) che costituisce uno dei più importanti elementi della macchia mediterranea con il leccio, il lentisco ed il mirto, purtroppo oggetto in questi ultimi anni di troppi vandalici e impuniti incendi dolosi. E’ un arbusto che cresce spontaneo, robusto al punto di saper vivere di suo anche fino a 500 anni, che se curato può trasformarsi in un bellissimo, frondoso albero e arrivare a misurare anche 12 metri in altezza. E’ diffuso in tutto il bacino del mediterraneo, sulla costa dell’Europa occidentale per arrivarefin sulla costa meridionale dell’Irlanda, grazie all’influsso della corrente del golfo. Piccola curiosità: è presente anche nei Colli Euganei, chissà come mai e perché non nei vicini Colli Berici. E’ una pianta molto resistente ai climi aridi e sopporta anche temperature rigide, fino a -15°C, purché non si tratti di gelate precoci o tardive, tollera senza problemi i venti salmastri ed i terreni calcarei o con alta percentuale di argilla. Ma la cosa più interessante del corbezzolo è che i frutti impiegano un anno a maturare, sull’albero! Capita così di vedere fiori e frutti assieme, non molto frequente in altre specie vegetali, a parte forse gli agrumi, che comunque maturano tra una stagione e l’altra. E’ un’esperienza unica attraversare gli aranceti di Sicilia verso la fine di aprile, quando l’aria profuma intensamente di zagara ed allo stesso tempo gli aranci in fiore offrono ancora gli ultimi frutti della stagione, i più grossi, i più dolci, i più succosi, da gustare accanto all’albero, e dopo ringraziare. Tornando al corbezzolo, il frutto impiega un anno a maturare e nelle varie fasi di maturazione assume colori diversi, dal giallo all’arancio fino al rosso intenso. Capita quindi di vedere in autunno una pianta di corbezzolo in piena fioritura con ancora i frutti dell’anno prima, ed è il trionfo dei colori, dal verde scuro delle foglie nella pagina superiore, al verde più chiaro in quella inferiore, che ricordano l’alloro, al colore bianco-giallastro dei fiori disposti a pannocchia, in contrasto con il colore arancio scuro o rosso-vivo delle bacche, i frutti dell’anno prima pronti per essere raccolti. La polpa delle bacche non è propriamente succosa, anzi, ricorda la pastosità dei fichi d’India, ma è tenera e zuccherina, e contiene dei semi in quantità variabile da 10 a 50, secondo le dimensioni. Parlando di ciliegie si dice che una tira l’altra, nel senso che non si vorrebbe mai smettere, nel caso del corbezzolo non è esattamente così, e non si ricordano a memoria d’uomo spanciate di corbezzoli. Il nome stesso “arbutusunedo”secondo la denominazione botanica riportata da Plinio spiega perché dal punto di vista alimentare fossero più gli aspetti negativi che quelli positivi, e questo non ha certo contribuito alla sua popolarità.Ar infatti sta per aspro, butus significa cespuglio, e la parola latina unedo vuol dire: ne mangio uno solo, a indicare che le ciliegie sono ben altra cosa. Eppure, come tutte le piante il corbezzolo è molto generoso e ci mette a disposizione un sacco di cose. Vediamo.

Cosa si può ricavare dal corbezzolo?

La corteccia e le foglie sono ricche di tannino, la prima viene impiegata nell’industria dei coloranti e per la concia delle pelli, i principi attivi contenuti nelle foglie hanno azione astringente, antisettica e diuretica. Dai frutti fermentati si ottiene il vino di corbezzolo e distillati con proprietà digestive. Si ottengono inoltre ottime marmellate, gelatine, succhi e sciroppi.

C’è qualche controindicazione?

Ricordando il significato della parola latina unedo (ne mangio uno solo) è da tener presente che i frutti, oltre ad avere un efficace effetto antidiarroico, contengono un alcaloide che può provocare qualche disturbo dovuto a intolleranza nei soggetti particolarmente sensibili, anche se in forma non grave. Vuoi vedere che il significato della parola latina si riferiva a questo piccolo problema?

E dai fiori di corbezzolo, cosa si ricava?

Ma il miele, naturalmente! Anche se non molto e non sempre, il che fa del miele di corbezzolo una cosa rara, difficile da trovare e quindi ricercata, pregiata, preziosa. Il fatto di essere raro non è l’unica caratteristica del miele di corbezzolo, e qui veniamo al trucco naturale di cui parlavamo prima: è un miele più amaro che dolce, forse il miele più amaro in assoluto, sapore caratteristico e unico nel suo genere.
E’ un miele molto ricercato per le sue proprietà antisettiche e viene consumato su una fetta di pane tostato o spalmato su un pezzo di pecorino. Le principali zone di produzione sono la Sardegna e la Toscana.

Proprietà del miele di corbezzolo

Il miele di corbezzolo è molto richiesto ed altrettanto difficile da trovare, nel vasto panorama dei mieli che il mercato offre,quasi come le pepite d’oro, ed attorno al suo nome si è creata un’aura fantastica. Indubbiamente ogni miele ha le sue caratteristiche, che sono dettate dal nettare predominante dal quale proviene, e ciascun miele si presenta con credenziali diverse, ferme restando le sue proprie basilari proprietà, comuni a tutti i tipi di miele.

Ma allora, cosa fa del miele di corbezzolo, oltre che un miele difficile da trovare, un oggetto del desiderio? C’è addirittura chi lo descrive come “amarissimo e quasi disgustoso”…  probabilmente se è “quasi disgustoso” questi godono a soffrire… suvvia, non esageriamo nel voler essere originali a tutti i costi (wonderumbria.com).

Al di là della scarsa produzione, dovuta alle condizioni climatiche, non sempre favorevoli, in concomitanza con il tempo della fioritura del corbezzolo che avviene tra ottobre e novembre, quando anche a latitudini più probabilmente “generose” può capitare il rovescio atmosferico che vanifica tutto, il miele di corbezzolo vanta veramente alcune caratteristiche peculiari, che contribuiscono a farne un miele ricercato, non solo perché raro.

Quali sono le proprietà terapeutiche peculiari del miele di corbezzolo?

Pregiato perché raro e quasi introvabile, il miele di corbezzolo vanta alcune proprietà che lo contraddistinguono nel vasto panorama dei mieli che il mercato offre.

E’ prodotto in Toscana, in Sardegna e in Corsica.

Le proprietà peculiari si possono riassumere come segue:

  • Antinfiammatorie
  • Depurative
  • Astringenti
  • Diuretiche
  • Antisettiche

Vieneparticolarmente consigliato a chi soffre di crisi di asma e nella cura delle infiammazioni intestinali in genere.

Perché non se ne produce di più?

Giusta osservazione. Essendo il corbezzolo una piante molto diffusa nell’area del mediterraneo se ne deduce che la produzione del miele dovrebbe quantitativamente adeguarsi. Il fatto è che purtroppo il corbezzolo ha il vizio di fiorire molto tardi, tra ottobre e novembre, quando le api non sempre possono uscire a bottinare a causa delle condizioni atmosferiche. Inoltre, essendo la stagione molto avanzata, risulta anche più difficile la maturazione, cioè l’eliminazione dell’acqua in eccesso presente nel nettare. Ci sono annate particolarmente avverse in cui non c’è raccolto, questo fa sì che il poco miele prodotto sia ancora più ricercato e più pregiato. Buon miele di corbezzolo allora, a chi ha la fortuna di trovarlo.

Le varie proprietà terapeutiche ed effetti benefici del miele di corbezzolo.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo miele di corbezzolo

Miele di corbezzolo per l'asma bronchiale

salve, mi chiamo tiziana, da circa tre anni mi é stata diagnosticata una forma di asma bronchiale, nel periodo invernale tossisco tantissimo tanto che ero costretta a somministrarmi un farmaco, flixotide 125 mcg.ovviamente sotto controllo medico.Che dire ....la tosse persisteva sempre.senza alcun beneficio.Per fortuna un bel giorno un'anziana signora mi parlo' del miele di corbezzolo,mi disse che era consigliato per le persone che soffrivano d'asma.Da circa un anno lo prendo la mattina a colazione,nu po amarognolo come gusto,ma piacevole e poi mi fa molto bene,tanto da non poter piu' prendere farmaci.Mi e' stato detto che in un paese del basso sulcis SANTADI producono questo miele. Nel mese di dicembre smielano,infatti sono intenzionata di farmi una bella provista per tutto l'anno.Un caro saluto.

Non ho mai assaggiato il miele di corbezzolo

io ho diverse piante di corbezzolo nella mia piccola azienda in provincia di cosenza,di cui la più parte spontanee ed un certo numero invece coltivate attorno la casa, a scopo ornamentale per le loro caratteristiche estetiche.quest'anno abbiamo pensato di fare la marmellata,vedremo fra qualche giorno i risultati,ma per tonere al miele in questo periodo i fiori dei miei corbezzoli sono presi d'assalto dalle api del vicino,che tra l'altro non avendo altre piante da bottinare, visto il periodo, hanno preso veramante d'assalto le mie piante, specie quelle più vicino casa come gia' accennato.io però pur essendo un consumatore abituale di miele non ho mai assaggiato il miele di corbezzolo.

Ho preso oggi il miele di corbezzolo

ciao,mi chiamo nicola oggi sono andato alla sagra di silico un paesino della sardegna in provincia di sassari dove si degustavano tanti prodotti locali tra cui il miele di corbezzolo, mi hanno parlato delle sue proprietà e io lo comprato perchè sofro un po d'asma, spero che sia un toccasana me lo auguro ciao a tutti nicola.

Il miele di corbezzolo in Toscana dove lo posso trovare ?

Sono una grande consumatrice di miele e apprezzo moltissimo quello di corbezzolo che ultimamente non sono più riuscita a trovare, anche se abito in Toscana. Qualcuno può darmi l'indirizzo di qualche produttore? grazie

Il miele di corbezzolo è squisito

Dal gusto leggermente amaro, il miele di corbezzolo è davvero squisito.

I dolci sardi sono ricchi di miele di corbezzolo

I dolci sardi sono ricchi di miele di corbezzolo, essendo abbondantissimo nell'isola. le sue vitamine ed aminoacidi essenziali favoriscono il sistemi immunitario, nervoso e linfatico, depura l'organismo e ne favorisce le funzionalità. il sapore è molto particolare, soave e deciso allo stesso tempo. Differente da tutti gli altri tipi di miele e superiore per le sue virtù curative.

Il piacere di assaggiare la prima volta il miele di corbezzolo ed i benefici di questo miele

Premetto di non essere un grande estimatore, nè consumatore di miele, ma ho avuto la fortuna ed il piacere di assaggiare il miele di corbezzolo qualche anno fa mentre trascorrevo una vacanza in Sardegna nei pressi di Irgoli. E' vero che, rispetto al gusto di altri mieli è una "cosa" molto diversa e, io aggiungo: UNICA! Non ho approfondito più di tanto la conoscenza della materia prima, ma posso dire di aver trovato un ottimo sostituto medico contro le bronchiti stagionali.

Ho prodotto per la prima volta il miele di corbezzolo

sono un apicoltore provetto da otto anni, è stata la prima volta che ho prodotto il miele di corbezzolo, una decina di chili, una soddisfazione unica, ma spero non sia rara, oltre tutto è di ottima qualità. soffro di asma, ora sono convinto di risparmiare sulle medicine.

Miele di corbezzolo consigliato per trattare una bronchite cronica ostruttiva

Ho 60 anni e da 20 soffro di bronchite cronica che negli ultimi precedenti 3 anni è diventata ostruttiva. Ho sempre usato nel periodo invernale il miele all'eucalipto che è un ottimo espettorante. L'anno scorso il mio apicoltore abruzzese di fiducia dal quale da 20 anni acquisto il miele mi ha informato che le piante di eucalipto sono state colpite da una malattia che si è diffusa in tutta ITALIA tranne che in Sardegna e che avrebbero avuto bisogno di una cura che dura due anni.
Cosi ho trovato un apicoltore sardo dal quale ho trovato e acquistato il mio miele.
Cosa che ho fatto anche quest'anno. Ho spiegato all'apicoltore che soffro di bronchite cronica ostruttiva e lui mi ha consigliato il miele al corbezzolo che a suo dire avrebbe proprietà broncodilatatorie. Aspetto di sapere se questo inverno mi aiuterà a sbloccare le mie crisi ostruttive o se l'apicoltore mi ha dato questa informazione al solo scopo di vendermi quel miele costosissimo (32 euro al kg). Vi terrò informati.

Il gusto unico del miele di corbezzolo

avendo avuto modo di apprezzare il miele di corbezzolo confermo il parere terapeutico e il gusto unico.

Ho scoperto il miele di corbezzoli la scora estate a Pisciotta, nel Cilento. Il produttore che me lo ha venduto che ha un centinaio di api normalmente mi dava quello di fiori d'arancio. L'ultima volta mi propose quello di corbezzoli. Fortunatamente per me decisi di provarlo, e ho scoperto una delle meraviglie delle nostre amiche api. Era di un colore ambrato e liquido, e con 20€ me ne diede due chili. È stata una scoperta bellissima, il suo gusto leggermente amarognolo è buonissimo, lo adoro. Lo mangio sullo yogurt che faccio con una yogurtiera e come dolcificante. Mai zucchero. Ieri è finito il barattolo, ho comprato del miele di acacia, ma che differenza. Non c'è confronto.

Sono riuscita a trovare il miele di corbezzolo e un po' amarognolo ma molto buono.

Oggi per la prima volta nella mia vita (ho 77 anni) ho assaggiato il miele di corbezzolo e pure la marmellata che non sapevo nemmeno esistessero. Li ho acquistati da una ditta Sarda. CORBEZZOLI che miele e che marmellata!

Lascia il tuo commento: