Morso di cane: Morso di cane cosa fare?

Un morso di cane quali malattie e conseguenze può portare? In caso di morso da parte di un cane si possono vare molte cose che elencheremo nel sottostante articolo.

Il morso di cane non è per forza sinonimo di malattie e disastrose conseguenze, nella maggior parte dei casi la ferita causata dal morso di cane è di piccola entità e può essere trattata con semplici tecniche di pronto soccorso, come ad esempio:

  • pulendo immediatamente la lesione con dell’acqua tiepida
  • incoraggiando il sanguinamento della parte offesa premendo delicatamente su di essa (qualora non sanguini spontaneamente)
  • alleviando il dolore e l’infiammazione ricorrendo all’impiego di medicinali come l’ibuprofene, o il paracetamolo
  • assumendo degli antibiotici (per scongiurare eventuali infezioni batteriche).
malattie da morso di cane

Morso di cane e trasmissione di malattie

I casi di morsi dei citati animali si riscontrano molto facilmente nei bambini piccoli (mi riferisco alla fascia di età compresa tra i 5 - 9 anni).

Essi infatti non riescono ad interpretare i segnali che il suddetto animale manda loro quando è infastidito dalla loro presenza, specialmente se è piuttosto anziano.

Né capiscono che quest’ ultimo è geloso dei propri spazi, ossia della propria cuccia, della ciotola, del proprio padrone che riconoscono come un leader.

Il cane che morde non è solitamente un randagio, bensì appartiene ad un amico, un vicino di casa, quando non anche ad un familiare.

Quali sono le ragioni che spingono un cane a mordere:

Innanzitutto bisogna dire che non c’è una razza canina che è particolarmente più aggressiva di un’altra. Il cane morde che morde facilmente degli estranei talvolta è stato bastonato, maltrattato dai suoi padroni quando era cucciolo, proprio perché crescendo tirasse fuori la sua aggressività.

Vi ricordo che nel passato i pastori tedeschi e gli alani erano allevati dai nazisti per fare la guardia ai prigionieri di guerra (ed anche per ucciderli sadicamente).

La malavita oggigiorno continua a servirsi di queste povere ignare bestie per intimorire le loro vittime. Esiste perfino il vergognoso fenomeno dello sfruttamento di questi animali per spettacoli a dir poco cruenti.

I cani di razza piccola come i pincher, gli yorkshire, sono usati per irritare i molossi per via del fatto che sono attivissimi, che abbaiano tantissimo (e tante volte muoiono per gli attacchi di questi ultimi). I pastori tedeschi, i dobermann, gli alani ed i pitbull (tutti ottenuti attraverso incroci di razze), invece sono usati per affrontarsi reciprocamente in combattimenti all’ultimo sangue.

Quando uno di questi suddetti animali riesce a sopravvivere a queste atrocità e viene liberato (o riesce comunque a scappare), la sua vita è segnata: ha bisogno di una riabilitazione per potersi liberarsi dall’odio che ha accumulato. E non è detto che comunque gli i veterinari e gli istruttori, esperti comportamentali, riescano a recuperare la loro mente.

Altre ragioni per le quali i cani mordono possono essere ricondotte al suo senso di difesa territoriale. Le urla dei bambini spaventano queste bestie (come li infastidiscono i tentativi di essere accarezzati, presi in braccio, o di tentare di venire coinvolti in bizzarri giochi).

Il cucciolo tende sempre a mordicchiare per giocare: sta all’adulto impartirgli un “no” perentorio per fargli capire che la sua azione è sbagliata.

Non è raro neanche che da piccolo il cagnolino sia istigato a dare la caccia ai gatti, per far divertire il proprietario e le persone che gli stanno vicine. Peccato che una volta che sarà diventato grande il cane tenderà ad essere aggressivo non solo nei riguardi dei felini, ma anche dei suoi simili, specie se di taglia piccola come lo yorkshire.

Il suddetto animale può aggredire ancora poiché potrebbe essere affamato (per l'istinto di sopravvivenza).

Quando il cane è mezzo cieco e non riesce a capire se la persona, o la bestia che gli si avvicina non è una minaccia per la sua incolumità, può reagire sferrando un attacco, invece di scappare.

Infine anche l'animale malato, o dolorante, quando viene toccato può morsicare all’improvviso, in quanto considera l’autore del gesto come la fonte del suo dolore.

Quali sono le zone del corpo che possono essere tipicalmente colpita daun morso di cane?

Un cane che morde in genere causa una ferita (un buco stretto e profondo) nella pelle oppure una lacerazione (lesione frastagliata, o tagliata) ed un’abrasione (un raschiamento della pelle). Questo perché l’animale in questione utilizza i suoi denti anteriori per strattonare la sua vittima e con gli altri rimanenti invece tira la cute circostante.

Le persone adulte normalmente sono ferite agli arti inferiori ed a quelli superiori. I bambini (a causa delle loro ridotte dimensioni), sono attaccati al viso (alle labbra, al naso, alle guance), alla gola ed alla testa.

Quando bisogna consultare il medico dopo aver ricevuto un morso di cane:

Dovete consultare un dottore quando è stato attaccato un minore, anche qualora il morso del cane è stato lieve. In particolar modo dovete adoperarvi affinché il ferito sia visto al pronto soccorso quando è:

  • diabetico
  • presenta una qualche affezione al fegato
  • la il sistema immunitario indebolito (dall’HIV, da una radioterapia, da un recente intervento chirurgico).

Qualora la lesione è lieve, il paziente può tranquillamente venire medicato dal proprio medico di famiglia. Se invece il morso ha toccato le articolazioni, i tendini, o rotto delle ossa il malcapitato dovrà ricevere cure specialistiche ospedaliere (a volte perfino ricostruzioni plastiche).

Razze di cani che causano più danni rispetto altre coi loro morsi

Ci sono cani più grandi e più forti di altri loro simili come:

  • Dobermann
  • Pitbull
  • Rottweiler
  • Pastori tedeschi (alsaziani)
  • Chow.

Tuttavia vi ricordo che anche i morsi di animali di piccola stazza come il Chihuahua, i Jack Russell, o i Bassotti possono procurare dei seri danni (dipende o meno dal tipo di infezione che potrebbero trasmettere).

Malattie trasmissibili dai morsi di cani

La rabbia (idrofobia)

La rabbia è una malattia contagiosa che si trasmette dall’animale all’uomo. L’infezione virale (causata dal germe RhaDdoviridae) che si stanzia in modo particolare nei centri nervosi e nella saliva. Il virus si trasmette generalmente quando il sangue del ferito entra in contatto con la saliva virulenta, o quando quest’ultima entra in contatto con qualsiasi altra parte del corpo scoperta.

Non sempre i sintomi della rabbia si vedono subito: se essa è nella forma muta (o tranquilla), l’animale sarà apatico (diversamente quando è irrequieto, abbaia in continuazione, o ringhia è nella forma furiosa, assai pericolosa).

Il tetano

Il tetano è un’infiammazione causata da un batterio anaerobico (che cresce in assenza di ossigeno). Un umano potrebbe contrarre tale infezione attraverso una lesione procuratagli da un morso di un cane infetto. Le spore del batterio arrivano nel sangue e creano delle tossine che raggiungono il sistema linfatico, quello nervoso centrale (SNC) e causano dolori muscolari, spasmi ed altri danni (ad esempio ipertensione o anche la paralisi dei muscoli respiratori).

Malattie infettive secondarie

La sepsi (o setticemia)

La sepsi è infezione batterica che si diffonde attraverso il flusso sanguigno. Si riconosce da alcuni sintomi quale:

  • dalla variazione temperatura corporea (<36° o > si 38°)
  • dall’ aumento del battito cardiaco (tachicardia)
  • dall’incremento della frequenza respiratoria (il numero di respiri che emettiamo ogni 60 secondi)
  • cambiamento quantitativo dei leucociti (< 4000 L -¹ o >12000 cellule L -¹).

La meningite

La meningite è una patologia che colpisce gli strati esterni del cervello (le membrane che rivestono l’encefalo).

L’endocardite

L’endocardite è una malattia che colpisce il rivestimento interno del cuore.

Sintomatologia comune per le suddette patologie

  • febbre alta (38° o più)
  • brividi
  • dolori muscolari
  • diarrea
  • fiato corto
  • confusione mentale
  • cefalea.

Trattamenti (cosa fare)

Impiego dei medicinali

Il paziente morsicato potrebbe venire sottoposto (per prevenirgli un’eventuale contagio da queste suddette infiammazioni), ad una profilassi antirabbica, o antitetanica. Per fronteggiare la setticemia, la meningite ed endocardite batterica invece potrebbe dover assumere degli antibiotici (anche iniettabili se il paziente non risponde alla terapia orale), oppure subire un drenaggio del liquido infetto.

Intervento chirurgico

Quando una persona ha riportato ferite gravi, deturpamenti, rotture di ossa, potrebbe essere sottoposto addirittura ad interventi chirurgici per salvargli la vita, per curargli un arto, o per ridurre i danni della pelle.

Come si prevengono i morsi degli animali:

Cosa può fare un padrone

Imparate ai vostri cani fin da cuccioli che non devono mordere per gioco i loro simili, o gli esseri umani (se proprio non riuscite a correggerlo chiedete l’aiuto di un addestratore).

Quando portate i vostri amici a “quattro zampe” in giro, teneteli sempre a guinzaglio e possibilmente con la museruola (soprattutto se sono dei molossi).

Non incitateli a dare la caccia ai gatti, agli uccellini (per non fargli sviluppare troppo il senso della caccia).

Se è possibile tentate di farli crescere a contatto con altri animali (in tale modo avranno una minore probabilità di diventare degli spietati killer).

Quando il vostro animale è avvicinato da un bambino, tenetelo ben vicino a voi e se notate che si innervosisce, cambiate percorso.

Qualora notaste dei cambiamenti di umore nel vostro fido non sottovalutateli, bensì portatelo immediatamente dal veterinario.

Cosa può fare una persona normale

Se invece non avete un cane però il vostro piccolo quando ne vede uno impazzisce di felicità, educatelo a non toccarlo senza il permesso del legittimo proprietario che lo conosce bene e saprà dirvi se è il caso di lasciarlo stare o meno.

Vigilate comunque se vostro figlio entra in contatto con un animale conosciuto: potrebbe infastidirlo involontariamente e venire aggredito, specialmente quando mangia o se è svegliato.

Qualora vi doveste comunque trovare faccia a faccia con un randagio non correte, altrimenti lo spaventerete e per reazione vi potrebbe anche mordere.

Quali sono le possibili conseguenze derivanti da un morso da parte di un cane

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo morso di cane: Morso di cane cosa fare?

salve, sono incinta da 7 settimane e sono stata morsa al bracio da un bassotto, anche se la ferita e superficiale, ho paura che questo possa danneggiare il bambino che porto in grembo. Dittemi quali sono le conseguenze del morso, il cane ha tutte le vaccinazione a posto e anch'io.
Grazie

Buona sera. La mia ragazza ha un cucciolo di meticcio che ha due mesi. Ieri il cucciolo l'ha morsa su un piede procurandole un piccolo forellino con fuoriuscita di sangue, una piccola ferita subito disinfettata con acqua ossigenata. Il cucciolo ha effettuato solamente il primo vaccino contro la gastroenterite quindi ancora non ha fatto la sua prima passeggiata fuori di casa. Secondo voi basta la disinfettazione effettuata o c'è pericolo di qualche malattia sopracitata?
Grazie.

Morso di cane

mi è successo di essere morsa da un cane,mentre correvo. Il cane, legato alla catena nel cortile della sua casa, ha abbaiato quando sono passata correndo in strada,in seguito quando avevo ormai oltrepassato il confine della sua casa ha strappato la catena,è uscito dal cancello e senza più abbaiare mi ha rincorso afferrandomi nella parte posteriore del ginocchio, Io non mi ero accorta che era scappato proprio perchè non abbaiava più. Appena sentito il dolore alla gamba mi sono girata e il cane è scappato rifugiandosi nel suo cortile. non riesco a capire il suo comportamento.

Lascia il tuo commento: