Muffin: Muffin light o con la ricetta tradizionale

 

Muffin tradizionale o light? Se per molti il muffin rappresenta un deliziosissimo snack dalla natura quasi irrinunciabile, per altri il muffin può essere una vera e propria tortura per il palato, soprattutto visto il suo contenuto di calorie che può scoraggiare le persone che seguono una dieta. Verissimo, ma quanti di voi si sono soffermati sul fatto di poter gustare un muffin secondo la ricetta tradizionale, ma con qualche piccolo accorgimento per renderlo light e quindi adatto ad un’alimentazione ipocalorica? Anche se nel corso degli anni la ricetta del muffin tradizionale è variata parecchio ed è stata completata con l’aggiunta di numerosi gusti ed ingredienti per renderlo ancor più sfizioso, oggi vi forniremo alcune informazioni utili su questo fantastico dolcetto, svelandovi i segreti per sfornarlo tranquillamente da casa vostra, con l’opzione di integrarlo alla dieta quotidiana che seguite per dimagrire, se preparato nella maniera corretta.


Storia ed alcune curiosità sul muffin

Pensate che il muffin dolce è fin dall’epoca Vittoriana in Inghilterra un piacere a cui non si può fare a meno, soprattutto all’ora del tè: la ricetta del muffin ha origini molto povere, tanto che i domestici usavano prepararli impiegando gli avanzi dei biscotti, delle patate schiacciate o del pane vecchio per creare un impasto e renderlo croccante, ma leggero, una volta cotto su piastra. Dopo che i muffin presero piede all’interno delle famiglie aristocratiche Inglesi del tempo, non passò molto tempo che anche i fornai cominciarono a produrli e venderli sulle strade, dove “l’omino muffin” diventò una vera e propria figura costante, soprattutto nelle grandi città come Londra. Bastarono pochi anni perché la loro produzione venne ampliata a tutta la Gran Bretagna, dove divennero tra i dolci più diffusi.

Ma il muffin non è soltanto Inglese, in quanto ha un parente Americano molto simile ad esso, anche se differente nella preparazione e nella lievitazione; vediamo la differenza tra i due tipi:

  • Muffin Inglese: cotto su piastra o al forno, il muffin Inglese viene per tradizione preparato con il lievito di birra e lasciato riposare per alcune ore, ha una forma leggermente rialzata con una calotta sulla sommità ed alcune crepe sulla superficie.
  • Muffin Americano: al contrario di quelli inglesi i muffins Americani vengono fatti lievitare con il bicarbonato di potassio, sostituito nel corso degli anni dal comune lievito in polvere; l’altra differenza sta nella forma piatta ed estesa dovuta al fatto che la pastella per i muffin Americani è piuttosto liquida, tanto da rendere necessario l’utilizzo di uno stampino per prepararli a dovere.

Muffin secondo la ricetta tradizionale o muffin light: calorie e valori nutrizionali dei due muffin a confronto:

Parliamo un po’ di muffin dolci dando uno sguardo alle calorie ed ai valori nutrizionali che li caratterizzano, prenderemo in esame la tipologia salata successivamente. A tutti piacerebbe concedersi un piccolo vizio ogni tanto, ma purtroppo non tutti possono permettersi di mangiare dolci o alimenti comunque troppo grassi, soprattutto quelle persone che seguono scrupolosamente una dieta con l’obiettivo di perdere peso. Se il muffin con ricetta originale per voi è stato tabù fino a questo momento allora non dovete assolutamente preoccuparvi, anche voi potrete rifarvi il palato e preparare dei deliziosi muffin light direttamente a casa vostra, riducendo al massimo i grassi senza intaccare il gusto! Diamo uno sguardo alle due ricette per capire in cosa differiscono oltre ai soli ingredienti:

Muffin dolci tradizionali: il muffin secondo la ricetta tradizionale moderna vengono preparati utilizzando farina, zucchero in abbondanza, lievito, uova, latte, burro e vanillina e 100 grammi di questo impasto corrisponde a circa 371 kcal, lipidi, glucidi e proteine, con una buona quantità di potassio; niente di particolarmente eccessivo, ma come fare nel caso si stia seguendo una dieta povera di grassi e calorie?

Muffin dolci light: il muffin può essere preparato aggirando leggermente la ricetta tradizionale per renderlo light, e quindi adatto ad un’alimentazione ipocalorica. Escludendo il burro e uova, limitando lo zucchero ed utilizzando invece dell’olio di semi potrete già ridurre notevolmente le calorie presenti fino ad avere neanche 90 kcal per muffin! Non crediate di azzerare il gusto, come vedremo tra poco ci sono una miriade di ingredienti, dalla frutta al cacao magro, che potrete aggiungere alla pastella per i muffin light a basso contenuto calorico, e tra poco vi sveleremo come.

Muffin salati, un’alternativa alla focaccia: il muffin salato è la variante di quelli dolci e rappresentano la versione anglo-americana delle nostre focacce o torte salate, per così dire. I muffin salati non sono soltanto buoni e veloci da preparare, ma si dimostrano anche estremamente versatili in cucina, nel senso che una volta preparata la base non dovrete far altro che sbizzarrirvi su ciò che desiderate metterci dentro! 

Anche se tra poco vedremo alcune ricette interessanti per i muffin che andrete a preparare direttamente a casa vostra, non limitatevi a queste soltanto e continuate a provare nuovi abbinamenti per i vostri preparati sia dolci che salati, così da stuzzicare quotidianamente il vostro appetito, ma anche la vostra fantasia.


Muffin al cioccolato: muffin al cacao light

Sicuramente nota come la star tra i muffins, la varietà al cioccolato è infatti la più apprezzata tra i golosoni, ma non solo: ecco perché vi presentiamo la ricetta sotto due punti di vista, tanto per gli amanti della tradizione tanto per i cultori del “ be – light”:

Ingredienti per muffins al cioccolato (12 pz): 150 grammi di farina, 50 gr di cacao in polvere, due uova, 150 gr di zucchero, lievito in polvere, mezzo cucchiaio di sale, 20 gr di burro, 100 gr di gocce di cacao per decorare.

Preparazione: Amalgamate bene in una terrina le uova con farina, lievito, cacao e sale finché non ottenete una pastella bella compatta ed aggiungeteci metà delle gocce di cioccolato facendole assimilare dal composto e lasciate riposare per un ora e mezza minimo; nel frattempo avrete imburrato gli stampini ed acceso il forno a 220° in maniera che sia ben caldo al momento opportuno. Una volta lievitato disponete l’impasto negli appostiti stampini e coperti dalle rimanenti gocce di cioccolato, infornate e lasciateli per 5 minuti prima di ridurre la temperatura a 180° per almeno una decina buona di minuti. Sfornate, lasciateli leggermente raffreddare e gustateli caldi dopo averli sfilati dagli stampini, o conservateli per altri 4-5 giorni senza che il loro gusto o la loro consistenza venga meno.

Come rendere light i muffin al cioccolato: se volete limitare al massimo le calorie dai vostri muffins al cioccolato dei buoni accorgimenti che potete prendere partono proprio dalla scelta degli ingredienti. Utilizzando la farina integrale, ad esempio, o lo zucchero di canna al posto di quello bianco o adoperando solamente il miele; eliminate le uova e sostituitele con della passata di mele senza zucchero per dare consistenza alla pasta, oltre a ridurre le calorie starete certi di non danneggiare il gusto dei vostri muffins


Muffin allo yogurt: una soluzione magra e deliziosa per i vostri muffins light

I muffin allo yogurt sono il massimo per chi desidera preparare dei buonissimi dolcetti magri e leggeri, una ricetta light adatta a tutte le situazioni. Per dodici muffins allo yogurt arricchiti da pezzetti di pesca procedete con i seguenti ingredienti: 200 gr di farina integrale, 120 gr di zucchero di canna, una bustina di lievito in polvere, 20 gr di burro, 3 cucchiai grandi di miele, 1 vasetto di yogurt magro, 2 pesche sminuzzate.

Procedete con l’amalgamare gli ingredienti in una ciotola capiente finché non ottenete un impasto uniforme e lasciatelo riposare con l’agente lievitante per un’ora. Aggiungete ora i pezzetti di pesca e mescolate bene, tenendone un po’ da parte da utilizzare come decorazione: infornate a 200 gradi con il forno già caldo e lasciate cucinare per una quindicina di minuti prima di sfornare e servire ancora caldi questi dolcissimi muffin allo yogurt light resi ancor più deliziosi dalle pesche.


Muffin alla nutella: la giusta preparazione dei muffins alla nutella

Il segreto per far risaltare il particolarissimo gusto della nutella all’interno dei nostri muffins è quello di far sciogliere precedentemente la nutella con 50 gr di burro in padella, preparare due ciotole differenti per mescolare gli ingredienti solidi separati da quelli liquidi, per poi amalgamarli assieme in un secondo tempo, proprio prima di infornare. Procedendo come per le ricette precedenti cercate di formare una pastella uniforme, ma senza perdere troppo tempo sui grumi in eccesso. Una volta infornati i muffins a 200° gradi non vi resterà che attendere una quindicina di minuti di cottura per poterli gustare ancora caldi: chiaramente questa non è una ricetta adatta ad una dieta ipocalorica, ma sappiamo bene che togliersi qualche sfizio di tanto in tanto può rappresentare un motivo in più per non desistere sulle abitudini quotidiane e sugli sforzi compiuti per dimagrire ogni giorno.


Muffin ai mirtilli: antiossidanti dei mirtilli nella leggerezza del muffin light

Ecco una ricetta ideale per chi desidera preparare dei muffins light sostituendo gli ingredienti tradizionali ad altri più leggeri, dandoli un tocco di gusto in più grazie al sapore dei mirtilli, frutti tanto buoni quanto sani e nutrienti. Se state tentando di regolare la vostra alimentazione, ecco una buona occasione di gustare un dolce senza esagerare con le calorie, sfruttando invece le vitamine e gli antiossidanti del mirtillo, vero e proprio frutto del benessere. In questa ricetta un singolo muffin detiene solamente 90 kcal, non vi sembra un buon motivo per assaggiare?

Muffin yogurt e mirtilli, ingredienti (12 pz): 200 gr di farina integrale, 1 vasetto di yogurt magro, una bustina di lievito in polvere, 5 cucchiai di miele, 200 gr di mirtilli.

Con una frusta amalgamate bene il miele allo yogurt con l’aggiunta di lievito, prima di aggiungere la farina ed i mirtilli e far riposare bene il nostro preparato per muffins light; dopo che l’impasto ha lievitato, disponetelo suddiviso per le varie formine ed infornate per 10-15 minuti, inizialmente a 200° passando poi a 180°. Una volta sfornati servitene uno per piatto e rimuovete lo stampino, decorate con un po’ di mirtilli freschi e zucchero a velo il bordo del piatto per fare una figura da chef grazie a questo muffin light leggero, ma delizioso grazie alla bontà dello yogurt ed alla sfiziosità dei mirtilli.


Muffin al cocco: ricetta estiva per i vostri muffins light alla noce di cocco

Se non volete rinunciare alla bontà del muffin anche durante i mesi estivi potete provare questa ricetta light per preparare i nostri dolcetti al gusto di cocco, così potersi rilassare e beneficiare di una ventata di freschezza e genuinità. Il cocco è una fonte eccezionale di vitamine, proteine e Sali minerali, ecco perché utilizzare questo frutto come ingrediente per i nostri muffins può essere una valida soluzione anche durante la dieta, a patto che vengano rispettati alcuni accorgimenti per rendere meno calorica la base del dolce.

Ingredienti e preparazione dei muffins al cocco: per questa ricetta serviranno 150 gr di farina integrale, 50 gr di farina di cocco, 1 vasetto di yogurt, ½ noce di cocco frullata, 1 bustina di vanillina, 1 di lievito naturale per dolci, 80 gr di zucchero, 2 cucchiai di miele.

Amalgamate la farina integrale a quella di cocco, aggiungendoci vanillina e lievito con un pizzico di sale. Fate sciogliere il burro e miscelatelo per bene allo yogurt ed alla polpa di cocco precedentemente frullata prima di unire il composto agli ingredienti solidi, mescolate il tutto fino ad ottenere una pasta uniforme; una volta riempiti gli stampini per muffin infornate a 180°-200° per almeno una quindicina di minuti. Se volete potete aggiungere alcune gocce di cioccolato per rendere i vostri muffin ancor più deliziosi, a patto che non stiate seguendo un regime alimentare per dimagrire, dove le calorie non sono troppo ben accette.


Muffin senza uovo, senza burro o senza glutine?

Come abbiamo visto è facile nonché possibile preparare dei muffin senza dover per forza ricorrere ad uova o burro, vista la versatilità della ricetta e la possibilità di sostituire gli ingredienti per la base del dolce con altri meno calorici, ma altrettanto buoni. Avete problemi di celiachia e non sapete come preparare i vostri muffins? Nessun problema, vi basterà infatti utilizzare la farina di riso in combinazione con la fecola di patate (va benissimo anche la farina di tapioca, rende il composto morbido e spumoso) anziché la farina tradizionale, in maniera da non correre nessun rischio per la salute. Eccovi dimostrato come  i muffin possano realmente essere adattati a tutte le esigenze di chi desidera prepararli nella tranquillità della propria casa e, cosa ancor più importante, farlo sapendo esattamente cosa contengono e quante calorie possono comportare.

Mangiare muffin... ma senza ingrassare...

Oramai il muffin è un tipo di dolce che ha spopolato in tutto il mondo per la sua bontà, per la sua simpatica forma quasi “tascabile”, ma anche soprattutto per il fatto che è possibile prepararlo secondo i propri gusti ed in base alle esigenze di chiunque. La ricetta è semplicissima, il risultato è assicurato, non vi resta perciò che scaldare il forno e cominciare ad assemblare gli ingredienti per i muffins che più vi fanno gola.

Mangiare Muffin light ogni tanto aiuta a stare bene togliendosi qualche sfizio.

Salute alimentazione

Lascia il tuo commento: