Naproxene: effetti collaterali e controindicazioni

Il naproxene è uno dei farmaci anti infiammatori più utilizzati ma non è esente da possibili effetti collaterali e controindicazioni.

A cosa serve il naproxene? Il naproxene fa parte di un gruppo di farmaci chiamati anti-infiammatori non steroidei (FANS). Funziona riducendo gli ormoni che causano l’infiammazione e il dolore nel corpo.

naproxene

Naproxene

Perché utilizzare il naproxene? Per cosa si prende?


Potete usare il naproxene per trattare il dolore lieve o moderato di:

Se il male è forte, è meglio che lo assumiate insieme ad altri farmaci antidolorifici. Potete acquistare piccole dosi di naproxene da banco e usufruire di quantità maggiori solo dietro prescrizione medica.


Quali sono i possibili effetti collaterali del naproxene?

È possibile che si presentino:

  • Una reazione allergica
  • Effetti collaterali gravi
  • Effetti collaterali meno gravi

Reazione allergica

Chiamate subito il medico se si presentano i segni di una reazione allergica: 

  • Orticaria
  • Difficoltà respiratorie
  • Gonfiore di viso, labbra, lingua o gola.

Effetti collaterali gravi

Interrompete l'assunzione di naproxene e rivolgetevi immediatamente al medico se notate uno di questi gravi effetti collaterali:

  • Dolore toracico, debolezza, respiro corto, balbuzie, problemi alla vista o di equilibrio
  • Feci nere, sanguinolente o catramose
  • Tosse con sangue o vomito che ricorda il caffè
  • Gonfiore o rapido aumento di peso 
  • Urinare meno del solito o per niente
  • Nausea, mal di stomaco, febbre bassa, perdita di appetito, urine scure, feci di colore argilla, ittero (colorazione gialla della pelle o degli occhi)
  • Febbre, mal di gola, dolore alla testa e vesciche gravi, peeling ed eruzione cutanea sul naso
  • Lividi, formicolio intenso, intorpidimento, dolore, debolezza muscolare o
  • Febbre, mal di testa, rigidità nucale, brividi, aumento della sensibilità alla luce, macchie viola sulla pelle, e / o crisi (convulsioni)

Effetti collaterali meno gravi

  • mal di stomaco, lieve dolore o bruciore epigastrico, diarrea, stipsi
  • Gonfiore, gas
  • Vertigini, mal di testa, nervosismo
  • Prurito o eruzione cutanea 
  • Vista offuscata 
  • Ronzio nelle orecchie.

Possono verificarsi anche altri effetti collaterali. Chiamate il vostro medico per un consiglio. 


Cos’è importante sapere riguardo al farmaco?

State attenti a:

  • Infarto o ictus
  • Stomaco o intestino
  • Altri farmaci
  • Alcolici
  • Luce solare

Infarto o ictus

Questo medicinale può aumentare il rischio d’infarto o ictus. Non utilizzatelo prima o dopo un intervento di bypass cardiaco. Consultate subito il medico se avete sintomi di problemi cardiaci o circolatori, come:

  • Dolore toracico
  • Debolezza
  • Mancanza di respiro
  • Balbuzie 
  • Problemi di vista o d'equilibrio.

Stomaco o intestino

Il naproxene può anche aumentare il rischio di gravi effetti nello stomaco o nell'intestino, inclusi:

  • Sanguinamento o 
  • Perforazione (formazione di un buco). 

Queste condizioni possono essere fatali e verificarsi senza preavviso in qualsiasi momento mentre prendete il farmaco. Gli anziani sono ancora più a rischio. Chiamate il vostro medico avete questi sintomi:

  • Feci nere, sanguinolente o catramose 
  • Tosse con sangue o vomito che ricorda il caffè.

Attenzione agli altri farmaci

Non usate nessun altro medicinale da banco per il raffreddore, le allergie o antidolorifici senza prima chiedere al vostro medico o al farmacista. Molti dei medicinali da banco contengono aspirina o altre medicine simili al naproxene (come l'ibuprofene o il ketoprofene). Se assumete alcuni prodotti insieme rischiate di esagerare. Leggete l'etichetta di qualsiasi altro farmaco che utilizzate per vedere se contiene:

No agli alcolici

Non bevete alcolici durante il periodo di assunzione del naproxene. L'alcol può aumentare il rischio di sanguinamento dello stomaco.

Luce solare

Evitate l'esposizione prolungata alla luce solare. Il farmaco naproxene può rendere la pelle più sensibile alla luce solare e potreste scottarvi.

Situazioni da segnalare al medico

Non utilizzate questo farmaco se siete allergici al naproxene, all'aspirina o altri FANS.

Se avete uno qualsiasi di questi altri problemi, dovreste parlare al medico, in modo che vi consigli la dose giusta o dei test per sapere se potete usare il farmaco:

  • Una storia d’infarto, ictus o coagulo di sangue
  • Malattie al cuore, insufficienza cardiaca congestizia, ipertensione
  • Una storia di ulcera allo stomaco o sanguinamento
  • Malattie epatiche o renali
  • Asma
  • Polipi nel naso
  • Sanguinamento o disordini della coagulazione del sangue 
  • Siete fumatori

In caso di gravidanza, è meglio che consultiate il medico: assumere naproxene nel corso degli ultimi tre mesi può causare problemi al bambino.  Inoltre, se allattate, non utilizzate il farmaco senza prima chiedere un parere medico e non date il naproxene a un bambino di età inferiore ai due anni senza che ve lo consigli espressamente il pediatra.


Come prendere il naproxene:

Se avete dei dubbi, è bene che seguita queste indicazioni:

  • Prendete questo farmaco esattamente come indicato sull’etichetta o com’è stato prescritto dal medico. Non utilizzate il medicinale in quantità maggiori.
  • Non schiacciate, masticate o rompete una compressa a rilascio prolungato. Ingoiatela intera. È fatta appositamente per rilasciare lentamente la medicina nel corpo. 
  • Agitate la sospensione orale (liquido) appena prima di misurare la dose. Per essere sicuri di fare correttamente, misurate con un cucchiaio dosatore graduato o un misurino apposito, non con un cucchiaio da tavola. Se non avete niente del genere, chiedete al vostro farmacista.
  • Se prendete il farmaco per un lungo periodo, il medico potrebbe volervi visitare su base regolare per assicurarsi che non si presentino effetti nocivi.
  • Conservate il naproxene a temperatura ambiente lontano da umidità e calore.

Cosa fare se dimenticate una volta di prendere il naproxene?

Dal momento che il naproxene deve essere preso solo quando necessario, non può seguire un programma di dosaggio. Se state assumendo il farmaco regolarmente, prendete la dose appena ve ne ricordate. Se è quasi ora della successiva, saltate quella dimenticata e prendete la medicina la prossima volta. Non assumete dosi extra per compensare la dimenticata.

E se ne prendete troppo?

Rivolgetevi subito al medico se pensate di aver abusato del medicinale. Sintomi di sovradosaggio possono includere:

  • Nausea
  • Vomito
  • Mal di stomaco
  • Confusione
  • Sonnolenza
  • Feci nere o con sangue
  • Tosse con sangue
  • Respiro corto
  • Svenimenti o 
  • Coma.

Quali altri farmaci possono incidere sul naproxene?

Informate il medico se state assumendo un antidepressivo come:

  • Citalopram
  • Duloxetina
  • Escitalopram
  • Fluoxetina
  • Fluvoxamina
  • Paroxetina
  • Sertralina
  • Venlafaxina

Assumere uno di questi farmaci con il naproxene potrebbe causare facilmente ecchimosi ed emorragie. Avvisate il medico di tutti i medicinali utilizzati, in particolare:

  • Un anticoagulante come il warfarin
  • Litio
  • Metotrexato
  • Diuretici come la furosemide 
  • Steroidi (prednisone e altri)
  • Aspirina o altri FANS come ibuprofene, diclofenac, etodolac, indometacina, meloxicam, piroxicam e altri o
  • Un ACE-inibitore, come benazepril, captopril, fosinopril, enalapril, lisinopril, ramipril e altri.

Questo elenco non è completo e ci possono essere altri farmaci che interagiscono con il naproxene. È pero importante per farvi capire che dovete consultare il medico per tutti i farmaci che prendete sia con prescrizione sia da banco, consigliati da altri medici. Non iniziate la cura di un nuovo farmaco senza dirlo al medico. Potete causare problemi gravi all’organismo dal momento che non sapete quali possono essere assunti in concomitanza con il naproxene e quali no. L’auto-trattamento in questo caso è da evitare.

Come e quando si prende il naproxene

Malattie

Lascia il tuo commento: