Nasturzio, Tropaeolum majus

Il Nasturzio detto anche Tropaeolum majus è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Tropaeolaceae, originaria del Perù e dell'Ecuador.

La pianta di nasturzio contiene ferro, fosforo, iodio, vitamine A, B e C. Se il nasturzio è raccolto in acque sicure o se ben coltivato è un buon integratore vitaminico da aggiungere alla dieta.

Nasturzio (Tropaeolum majus L.)

Nasturzio officinale

Nome comune: Nasturzio

Famiglia: Tropaeolaceae

Il Nasturzio ha fusto prostrato o rampicante, lungo 2-4 m, che produce foglie lungamente picciolate, quasi rotonde; fiori rossi, arancio, gialli, lungamente picciolati; frutto carnoso.

Parti usate: foglie, fiori, semi.

Raccolta: durante la fioritura.

Componenti del nasturzio:

  • glicotropaeolina,
  • olio essenziale,
  • iodina,
  • ferro,
  • mirosina,
  • fosfati,
  • potassio,
  • principio amaro,
  • vitamina C.

Azione farmacodinamica del nasturzio:

  • antiscorbutica,
  • espettorante,
  • diuretica,
  • aperitiva,
  • depurativa,
  • emmenegoga,
  • antisettica.

Impiego del del nasturzio:

  • gengivite da scorbuto, anoressia, anemia, forme eczematose, allattamento.
  • Al nasturzio vengono attribuite in erboristeria proprietà antibatteriche e viene utilizzato in caso di infezioni alle vie urinarie o respiratorie. La pianta contiene un glucoside da cui è possibile produrre l'olio irritante benzilico che ha un'azione antibiotica.

Curiosità in più...

  • Foglie e fiori hanno sapore piccante, vicino a quello del Crescione, e per questo da lungo tempo vengono aggiunti alle insalate.
  • Boccioli e semi immaturi possono essere conservati sottaceto come i capperi.
  • Ottima pianta ornamentale.
  • Viene solitamente utilizzato in giardino, o per la formazione di aiuole; ma puo' essere coltivato anche in vasi e fioriere. 

Nasturzio, Tropaeolum majus

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: