Nausea: come si cura e rimedi

La nausea può essere un campanello d'allarme e qualora si manifestasse in modo cronico è basilare darne notizia al proprio medico.

La nausea è la sensazione di disagio e fastidio che si avverte nella parte superiore dello stomaco, di solito accompagnata dalla voglia di vomitare, può essere causata dall’assunzione di farmaci, in particolare oppiacei, o da un effetto collaterale provocato da cibi zuccherati, non è una malattia, ma piuttosto un sintomo di diverse condizioni, molte delle quali sono correlate allo stomaco.

Nausea: come si cura e rimedi

Nausea cura

La nausea è spesso indice di una condizione di base che si verifica in altre parti del corpo, ne è un esempio la cinetosi, che è dovuta alla confusione tra movimento percepito e movimento reale, il senso dell’equilibrio si trova nell'orecchio che collabora con la vista, quando questi due sensi contrastano,  il sintomo che si presenta è la nausea, anche se lo stomaco non ha a a che vedere con questa condizione, lo stomaco viene comunque coinvolto dal cervello che impartisce la contrazione dei muscoli intestinali e provoca l’inversione dei movimenti peristaltici causando la sensazione della nausea, inoltre, in alcune condizioni di interventi chirurgici, la nausea può essere la conseguenza della chemioterapia o dell’anestesia totale, la nausea è anche un sintomo molto comune della gravidanza, chiamata anche malattia di mattina, una lieve nausea è molto diffusa  durante la gravidanza e può essere considerata una condizione normale, e non deve essere considerata una causa immediata di allarme.

Le cause della nausea includono:

  • infezione acuta da HIV
  • malattia di Addison
  • alcol
  • ansia
  • appendicite
  • tumore cerebrale
  • uso di caffeina
  • cancro
  • varicella
  • sindrome da stanchezza cronica
  • commozione cerebrale
  • malattia di Crohn
  • depressione
  • diabete
  • vertigini
  • utilizzo di farmaci
  • influenza (raramente negli adulti, ma più comunemente nei bambini, da non confondere con la  gastroenterite)
  • intossicazione alimentare
  • gastroenterite
  • malattia da reflusso gastroesofageo
  • gastroparesi
  • attacco di cuore
  • idrocefalo
  • aumento della pressione intracranica
  • sindrome da intestino irritabile
  • insufficienza renale
  • calcoli renali
  • malattia di Ménière
  • meningite
  • mestruazioni
  • emicrania
  • utilizzo di narcotici
  • nervosismo
  • pancreatite
  • ulcera peptica
  • polmonite
  • gravidanza
  • mancanza di sonno
  • stress
  • sindrome dell'arteria mesenterica superiore
  • sindromi di astinenza
  • disturbi dell'equilibrio vestibolari
  • epatite virale

La nausea può presentarsi a causa di diverse ragioni e la cura a volte è abbastanza difficile, sono disponibili diverse opzioni di rimedi casalinghi efficaci, che possono dare qualche sollievo , per  i casi gravi, invece, un consulto medico professionale è la migliore soluzione.

Ecco alcuni rimedi semplici e casalinghi

  • Alcuni tipi di caramelle alla menta sono molto utili per curare la nausea, bisogna lasciarle sciogliere in bocca piuttosto che masticarle.
  • Un infuso di camomilla può essere utile per attutire la sensazione di nausea.
  • Un  bagno d'acqua calda è molto efficace per consentire un momento di relax e una tregua dalla nausea.
  • Per alleviare la nausea è necessario bere molta acqua.
  • Per ridurre la nausea si può anche consumare del miele, mescolato con aceto di sidro di mela o acqua tiepida.
  • Lo zenzero fresco si è dimostrato molto efficace per il trattamento della nausea ed è anche piuttosto gustoso da bere assieme al te caldo.
  • Posizionare la testa in alto quando ci si trova in posizione supina, a volte succede che la nausea provochi dei rigurgiti acidi, questa posizione permetterà di mantenere gli acidi nello stomaco.
  • Una delle soluzioni più conosciute per ridurre la sensazione della nausea non richiede niente di più che stare seduti, e strofinare, facendo pressione, il punto dove è concentrato il nervo che produce la sensazione della nausea, questo punto si trova proprio tra l'indice e il pollice, applicando una leggera pressione si proverà un immediato sollievo, è molto rilassante anche quando non si ha la nausea.

La nausea e il vomito sono sintomi di disagio che a volte ostacolano le normali attività quotidiane, si può trovare difficoltà nello svolgere  le normali mansioni sul posto di lavoro e perfino le faccende domestiche, è importante consultare un medico se si verifica nausea, con o senza vomito, ricorrente e per un periodo di tempo prolungato, questa condizione potrebbe richiede ulteriori indagini mediche per determinare la causa esatta. Sintomi come febbre, malessere del corpo, naso che cola, tosse, dolori articolari e movimento dei  visceri allentati possono indicare possibili processi infettivi. Nausea con vomito parecchie ore post-prandiali può suggerire un'ostruzione del tratto gastrointestinale superiore, soprattutto se accompagnati da segni di distensione addominale durante l'esame fisico.

Una visita psichiatrica è necessaria se la nausea e il vomito sono associati ad un problema psichiatrico, come un disturbo alimentare (anoressia nervosa e bulimia), attacchi di ansia o di panico, in questi casi, un esame dello stato mentale,  può essere determinante per  gestire correttamente il sintomo della nausea.
Una storia medica completa del paziente è essenziale per la corretta diagnosi della nausea. Il medico può richiedere alcuni test di laboratorio, come gli esami del sangue, delle urine, radiografie  e TAC, questi test possono fornire testimonianze importanti, come la presenza di farmaci o di sostanze tossiche nel sangue o nelle urine del paziente, ferite alla testa o un problema del tratto gastrointestinale.

Cure e terapie della nausea

Quando la nausea è accompagnata anche dal vomito si rischia la disidratazione, è allora importante il consumo di molta acqua in piccole quantità, non bere tutta l’acqua in unica volta perché sforzare lo stomaco può provocare maggiore sensazione di nausea.

In caso di nausea dovuta a mal d’auto, aereo o mal di mare è consigliabile mantenersi in posizione supina, assumere farmaci antistaminici, quali la difenidramina, o usare particolari cerotti venduti in farmacia.
Per combattere la nausea sono inoltre disponibili molti farmaci, che variano la loro efficacia in base alla tipologia della nausea e in base alle caratteristiche specifiche dell’individuo. Le modalità di somministrazione di un farmaco dipendono dalla condizione del paziente, si preferisce prescrivere in primo luogo farmaci in pillole, se sono tollerate dal paziente, se invece il paziente ha difficoltà ad ingerire le pillole per problemi di deglutizione, si può optare per una somministrazione endovenosa.

Ci sono inoltre alcuni rimedi non farmacologici o chimici per curare i sintomi della nausea, questi trattamenti sono somministrati da personale altamente specializzato, e consistono in alcuni accorgimenti fisici e psicologici che tendono ad aumentare l’autocontrollo per attutire i sintomi della nausea, per esempio l’auto ipnosi è stata una delle prime tecniche utilizzate per controllare la nausea e ha lo scopo di controllare il sintomo e accettarlo; oppure il progressivo rilasciamento muscolare che agisce sul paziente portandolo a lasciar andare i muscoli che si contraggono durante i conati provocati dalla nausea; o ancora il training autogeno, che induce il paziente a controllare gli stimoli corporei dando consapevolezza della ricezione dei cambiamenti del corpo relativamente ai cambiamenti fisici; o la tecnica delle immagini guidate che consiste nella rimozione mentale del luogo in cui ci si trova per riposizionarsi in un altro luogo più rilassante, come un luogo di vacanza o un qualsiasi altro luogo piacevole, dove il paziente può mentalmente liberarsi della sensazione di nausea.

Alcuni rimedi e cure per gli attacchi di nausea.

Malattie

Lascia il tuo commento: