Nevrastenia: sintomi cause cure e rimedi

Nevrastenia cosa è? La nevrastenia è un disturbo psicologico caratterizzato da un ampio spettro di disturbi quali stanchezza, cronica e debolezza, perdita di memoria, dolori generalizzati e frequenti mal di testa. È una condizione sempre più diffusa nell’odierna società, specialmente tra persone impegnate in attività di business o determinati lavori che richiedono un impegno mentale. Si pensa che tale particolare condizione sia il frutto della stanchezza del sistema nervoso.

Cosa significa nevrastenia? La nevrastenia è una condizione simile all’esaurimento nervoso, è causata da stress fisico o psicologico. La condizione di nevrastenia indica in generale, una condizione nella quale si presentano differenti sintomi che cerano disturbi non solo fisici, ma anche mentali. Il problema colpisce in particolare uomini di età compresa tra i 20 ed i 55 anni. Per fornire un quadro più generale della condizione è possibile dire che si tratta di un disordine emotivo e psichico. La situazione è caratterizzata da mancanza di motivazione, sentimenti di inadeguatezza verso l’ambiente circostante e sintomi psicosomatici.

Nevrastenia

Nevrastenia consigli utili


Sintomi della nevrastenia

I sintomi causati dalla nevrastenia sono simili a quelli presenti in un esaurimento nervoso. Sintomi che caratterizzano questo problema variano tra una gamma di differenti sensazioni che si estendono da dolore o intorpidimento in varie parti del corpo a problemi come stanchezza cronica, debolezza, ansia e svenimento. Ulteriori segni compresi in questa condizione sono la presenza di un battito cardiaco accelerato o che talvolta è scandito ad un ritmo irregolare (palpitazioni, tachicardia) ed inoltre è possibile avvertire mani e piedi freddi e sudati. Ancora è possibile che si presentino episodi in cui la respirazione risulta accelerata (iperventilazione), vertigini o svenimento. Infine il respiro può essere interferito da sospiri periodici. Il paziente in questa situazione presenta in generale sintomi persistenti e dolorosi che variano da una leggera stanchezza conseguente ad uno sforzo fisico o mentale e che si evolve poi verso un malessere generale; per concludere il quadro il quadro dei sintomi questa iniziale condizione è combinata ad uno stato misto di eccitazione e depressione.


Cause della nevrastenia

Il motivo preciso per cui alcune persone sono disturbate da questo problema, non è riconducibile ad un fattore ben delineato. Fattori che contribuiscono a questa condizione sono la genetica così come eventi particolarmente stressanti che interferiscono nella vita del paziente. Fattori di stress come un turbamento emotivo o una brutta esperienza anche in ambito lavorativo, possono essere motivi riconducibili ancora a questo problema


Cure

La miglior cura in questi casi, è il riposo. Altre opzioni per il trattamento della nevrastenia includono una dieta equilibrata, elettroterapia, uso di non steroidei antinfiammatori ed antistaminici. Quando la scelta è diretta verso una terapia a base di farmaci, uno degli antinfiammatori prediletti in queste circostanze è l’ibuprofene, utilizzato nello specifico al fine di alleviare il dolore conseguente alla nevrastenia.


Rimedi naturali per la nevrastenia

Diversi rimedi sono disponibili per il trattamento di nevrastenia. Dall’omeopatia si evidenziano alcuni rimedi utili per pazienti che hanno disturbi quali la nevrastenia. Tra questi si ha:

  • Aconitum: è molto utile in caso di disturbi quali la nevrastenia così come nei casi in cui si abbiano sensazioni in cui pervade la presenza di diverse paure quali ad esempio la paura di morte, del buio. Allo stesso modo è efficace per casi in cui si ha fastidio per la presenza del troppo rumore causato da musica o persone. L’utilizzo di Aconitum risulta quindi molto efficace nel caso in cui si presentino queste particolari situazioni.
  • Acido fosforico: questo rimedio è applicato nei casi in cui vi siano disturbi mentali che non permettono alla persona di concentrarsi o svolgere determinate attività che richiedano un certo grado di attenzione.
  • Silicea: adottato nei casi in cui si presentano sintomi tipici dell’esaurimento nervoso così come quando il paziente non riesce a sopportare alcuno sforzo mentale.

Tra i rimedi naturali un grande sollievo è offerto dall’utilizzo di Reishi Mushroom, si tratta di un prodotto ottenuto da una particolare specie di funghi e  che in genere è venduto nelle erboristeria  e nei prodotti specializzati sotto forma di tonico. È ottimo per la guarigione del sistema nervoso così come per il trattamento della fatica in maniera del tutto naturale. Il suo utilizzo è consigliato per una vasta gamma di problemi collegati al sistema nervoso, tra cui la nevrastenia, alla quale seguono disturbi quali vertigini, insonnia, rinite ed ulcere duodenali. Altra possibile scelta comporta l’utilizzo di Oxygen Zell. Particolarmente utile per la guarigione del sistema nervoso ed essenziale per il trattamento di gravi condizioni nervose e mentali.


Altre cure naturali semplici per la nevrastenia

Al fine di risolvere la condizione di nevrastenia si consiglia di evitare di fumare. Mantenersi a debita distanza da preoccupazioni, ansia, pensieri sessuali che creano preoccupazione ed inoltre da ogni tipologia di pensiero che richieda uno sforzo mentale. Al fine di favorire il rilassamento ed il miglioramento della condizione nervosa si consiglia di fare un bagno in una vasca nella quale è stata aggiunto del bagno schiuma delicato e neutro. Una o due volte durante la settimana si consiglia di fare un bagno con acqua e sale disciolto in essa. Rimanere immersi in essa per un periodo di 10 o 20 minuti. Preoccuparsi della propria igiene intima. Dormire in ambienti adeguatamente ventilati così da favorire oltre che il risposo, un completo relax fisico oltre che mentale. L’approccio migliore è quello di definire un programma che prediliga una condizione di riposo e tranquillità. Accanto queste prime caratteristica è possibile migliorare anche altri aspetti del proprio stile di vita che favoriscano le condizioni di salute psicologica. Persino una semplice passeggiata all’aria aperta fatta ogni giorno può rappresentare una buona terapia. Oltre ciò qualunque attività che comprenda un certo grado di interazione ed impegno sociale può essere utile al fine di combattere la nevrastenia.


Cosa fare in caso di nevrastenia

Consigli utili al fine di sollevare il paziente dai sintomi interessano diversi aspetti della vita che devono essere attentamente valorizzati e modificati nella maniera corretta. La prima delle componenti che devono essere regolarizzate riguarda la dieta. Adottare una dieta a base di frutta per 5 giorni, a seguito della quale è bene seguire una dieta ricca di latte per 10 giorni, può essere una buona soluzione. Iniziare il primo di questa decina di giorni con un litro di latte al giorno e proseguire aumentando di giorno in giorno con una quantità pari a 250 millilitri fino a quando verrà raggiunta la soglia massima di 2 litri. Accanto questo regime è necessario mantenere una dieta equilibrata nella quali devono essere presento alimenti quali olio vegetale, latte e miele. Bere inoltre molta acquaL’alimentazione riesce ad influenzare lo stato del sistema nervoso per cui può essere utile per apportare determinati cambiamenti in quello di una persona affetta da nevrastenia. Secondo alcuni studi condotti relativamente a questa condizione, è stato rilevato un certo miglioramento nei pazienti che hanno seguito una dieta nella quale vi è l’assunzione di abbondanti quantità di vitamine del gruppo B. Queste vitamine hanno la capacità di contrastare gli effetti dello stress. Il consumo di alte dosi di zucchero e caffeina non generano effetti positivi su quest’ultimo fattore psicologico ed allo stesso modo non è opportuno fare uso di eccessive bevande alcoliche. Altri alimenti che apportano benefici al sistema nervoso sono: vitamina A, E, D e K, oltre che betacarotene, minerali, oligominerali ed aminoacidi come la metionina. A seguire, oltre che questi elementi nutritivi è bene consumare alimenti ricchi di: coenzima A e coenzima Q10, più altri numerosi enzimi. La combinazione di tutti questi elementi garantisce una buona soluzione per il sollevamento delle condizioni di salute ed allo stesso tempo rappresenta un grande supplemento vitale in maniera del tutto naturale.


Considerazione finale sulla nevrastenia

Nel caso in cui per altro, si conduce una vita interferita da un gran numero di episodi stressanti è bene provvedere cercando un’alternativa adatta che ne riduca i conseguenti effetti: meditazione ed esercizio fisico possono aiutare a prevenire l’esaurimento nervoso, esercizi yoga ed esercizi fisici di respirazione possono essere altre due possibili buone soluzioni.

Consigli cure e rimedi utili in caso di nevrastenia.

Malattie

Lascia il tuo commento: