Noduli al seno

I noduli al seno non devono spaventare ma devono essere verificati da un medico competente soprattutto per poter escludere il fatto che siano maligni.

Noduli al seno quando preoccuparsi? I noduli al seno possono essere maligni, benigni, dolorosi e non, i noduli al seno sono una condizione comune ed originati da una serie di cause differenti, i noduli al seno tante volte sono dei fibroadenomi (tumori benigni) o delle semplici cisti. Spesso sono stesse donne che mentre si spalmano una crema, o fanno una doccia, notano una presenza strana all’interno della mammella. Le donne allora dovranno consultare subito il proprio ginecologo o un senologo, poiché essi con la palpazione del petto potranno già informarle se presentano un eventuale nodulo.

Noduli al seno

Noduli al seno


Fibroadenoma

Il fibroadenoma si presenta liscio, mobile, regolare e sembra una nocciolina. Non fa male durante la palpazione. È raro che degeneri in tumore maligno. Si presenta generalmente verso i 30 anni, però è riscontrabile perfino nelle donne giovani (15enni). I contraccettivi orali spesso riducono la dimensione dei noduli. Secondo i dati epidemiologici (che studi biomedici inerenti la diffusione delle malattie), i fibroadenomi sarebbero collegati al fattore fumo, in modo negativo.

Normalmente quando il nodulo non cresce nel giro di pochi mesi tanto da poter diventare pericoloso e se non arreca fastidio, lo si lasci stare. Nel caso contrario, si tenterà di farlo diminuire con l’agoaspirazione, o se molto grande lo si estirperà con una mini operazione praticata in ospedale in regime di day-hospital.

I medici comunque suggeriscono alle donne di ripetere annualmente un’ecografia mammaria o un’ecografia per tenere sotto controllo la grandezza dei noduli.

Il nodulo maligno invece è immobile e frastagliato. Gli specialisti, nel dubbio, prescriveranno alle pazienti un’ecografia o una mammografia (a seconda dell’età della loro età) per vedere la natura del nodulo.


Cisti

Le cisti sono dei tipi di noduli costituite da capsule al cui interno si è formato del liquido sieroso. Esse sono morbide, a forma ovoidale e solitamente non sono dolorose al tatto, a meno che vi è un’ infiammazione in corso. Possono riguardare (come gli altri noduli) un seno o entrambi. Se la ciste dà dolore il medico può prescrivere un antinfiammatorio che la donna dovrà prendere per qualche giorno. Sarà poi l’esperto a decidere se far sottoporre una donna ad una agocentesi (che si effettua aspirando il liquido e facendolo analizzare) per vedere la natura reale di questa particolare nodulo. Con la suddetta tecnica si ridimensionare la suddetta condizione e si elimina il dolore.

Attenzione: è vero che anche le cisti si possono aspirare, però non è detto che non si riformino. Raramente esse degenerano nella forma tumorale. Sono comunque da tenere sotto controllo medico. Anche le cisti al pari degli altri noduli sono legate agli squilibri ormonali.


Un altro nodulo della mammella

Il fibroadenosis (mastite cronica o displasia mammaria benigna). È una condizione benigna che si verifica fra le donne di età compresa tra i 30-50 anni. Quando però vi è uno squilibrio ormonale o un inizio di terapia ormonale sostitutiva può presentarsi anche nel periodo della menopausa.

La mastite cronica si presenta come un gruppo di noduli benigno e tessuto mammario irregolare (ingrandimento, grumosità del seno) e dolore mammario. Naturalmente i fastidi sopraccitati variano per da donna a donna. I dolori possono migliorare assumendo regolarmente (per qualche tempo), per via orale, l’olio di enotera. L’ascesso può essere debellato tramite il ricorso a degli antibiotici o con un drenaggio (se questi non riuscissero per raggiungere tale scopo).

Può essere riscontrata pure alla donna che sta allattando: essa in tal caso può essere legata ad un ingorgo dei dotti galattofori, o al batterio Staphyloccocus aureus. Solitamente se la paziente ce la fa le verrà consigliato di allattare, se no di tirare via il latte dal seno malato con il tiralatte.

Nel caso si stia seguendo la terapia ormonale sostitutiva il ginecologo potrà far cambiarne il dosaggio o farla sospendere alla sua paziente. Per scongiurare che la menzionata condizione non sia maligna, si ricorre ad un’ecografia, o ad una mammografia e nei forti dubbi, ad una biopsia.


I controlli da effettuare per la salute del seno

I controlli da effettuare per monitorare la salute del seno sono solitamente consigliati dal proprio medico e generalmente sono:

  • l'ecografia (in caso di donne entro i 40 anni)
  • mammografia (in caso di età superiore ai 40 anni)


Fattori di rischio e cause del cancro al seno

I noduli al seno di natura maligna possono essere influenzati da diversi fattori di rischio come ad esempio:

  • obesità o sovrappeso dopo la menopausa
  • stile di vita
  • ambiente che circonda il soggetto
  • storia riproduttiva e mestruale
  • storia familiare (ereditarietà)
  • età
  • razza
  • pregressa esperienza di cancro al seno (quando una donna ha già avuto uno sviluppo di cancro al seno)
  • radioterapia al torace

Cause:

Le cause esatte del formarsi di un nodulo al seno maligno però non sono riconducibili a determinati motivi e si parla perlopiù di ipotesi mediche in quanto i fattori di rischio sovradescritti aumentano le probabilità della sua formazione

Noduli al seno:

Il seno femminile è una ghiandola complessa formata da tanti tipi differenti di tessuto (fibroso, adiposo), da nervi, da vasi sanguigni, da linfonodi (ghiandole che rimuovono i batteri indesiderati dal nostro corpo), entrambe le mammelle contengono le ghiandole del latte ed i dotti lattiferi che trasportano il latte. Ogni tipo di tessuto e di struttura all’interno del seno reagisce in modo diverso ai cambiamenti ormonali che avvengono nel corso della vita di ciascuna donna. Per questo una donna non si deve spaventare se sente che il suo seno ha qualcosa che non va e ricorrere a consultare degli esperti che sono pronti a darle ogni tipo di delucidazione.

Noduli al seno quando preoccuparsi

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo noduli al seno

cosa sono degli aspetti micronodulari alla mammella?

Ho il seno edematoso e fibroghiandolare

Salve io ho un seno fibroghiandolare e edematoso ogni anno faccio una ecografia al seno dimenticavo ho 32anni. Mi sento una piccola pallina ho un po paura sono 5 mesi che ho fatto l eco secondo voi ne dovrei fare un altra di ecografia? Grazie molte

Noduli al seno

@Claudia.reposi: fatti un'altra ecografia di controllo sara' il medico a stabilire..
io ho il seno edematoso ogni anno faccio la mammografia e l'ecografia e in caso di dubbio faccio l'ago aspirato meglio prevenire che curare Buona fortuna e stai tranquilla

Ho tanta paura del nodulo al seno che ho da tanti anni

ho un nodulo al seno da oltre 13 anni........fin qui tutto ok,ma tra poco dovrò fare l ecografia,e ho tanta paura

Mi hanno trovato un altro nodulo al seno già operato un anno prima

ciao a tutte vi scrivo perchè sono molto preoccupata, un anno e mezzo fa mi hanno tolto un cancro al seno destro con linfonodo sentinella positivo solo focalmente, oggi mi hanno trovato un altro nodulo nella stessa mammella e più o meno nella stessa posizione del cancro di prima, ho paura che sia maligno nonostante l'agoaspirato sia negativo e i marker tumorali nella norma, la mia paura deriva anche dal fatto che in un primo momento i medici non mi volevano operare poi visto il mio precedente hanno deciso per l'operazione tra qualche giorno, ho quasi 44 anni e a causa della chemio sono in menopausa da circa un anno e sto assumendo arimidex.

Lascia il tuo commento: