Occhio secco di notte

La sindrome dell’occhio secco è un disturbo molto comune che si manifesta come una condizione di secchezza oculare, dovuta, in particolar modo, ad una scarsa produzione di lacrime.

Occhio secco di notte? Questo fastidio può essere avvertito in qualsiasi momento del giorno, tuttavia risulta molto più acuto durante la notte; innanzitutto, occorre comprendere quale sia il normale processo di idratazione degli occhi: gli occhi sono rivestiti da un sottile film lacrimale, composto da tre diversi strati, ognuno dei quali assolve un determinato compito, che ha come funzione principale quella di lubrificare la superficie degli occhi.

Occhio secco di notte

Occhio secco di notte

Le lacrime vengono secrete dalle ghiandole lacrimali, che si trovano nella parte superiore del bulbo oculare, quindi, dalle ghiandole lacrimali, vengono diffuse in piccoli condotti lacrimali, situati nella parte anteriore del bulbo oculare ed, in parte, anche nel naso: la condizione di secchezza oculare si può verificare in diverse condizioni, ad esempio quando le ghiandole non producono lacrime o producono lacrime in quantità molto scarse, quando le lacrime non vengono diffuse su tutta la superficie oculare oppure quando le lacrime evaporano in breve tempo, prima che tutta la superficie oculare sia correttamente idratata; queste condizioni, in genere, sono più comuni nelle persone di età compresa tra i 40 ed i 50 anni, le quali sono più incilini a soffrire di secchezza oculare durante la notte: questo disturbo che si manifesta durante la notte non comporta conseguenze gravi e neppure pericolose, tuttavia può risultare alquanto fastidioso, perciò individuare un trattamento adeguato sarà di grande beneficio per tutti coloro che soffrono di questa sindrome e vorrebbero tornare a dormire con tranquillità.

Quali sono i principali sintomi di secchezza oculare durante la notte?

I sintomi di secchezza oculare possono variare da un individuo ad un altro e ciò dipende, prevalentemente, dalla gravità del problema; quando ci si riferisce alla sindrome dell’occhio secco, in molti casi, si fa riferimento a tutti quei disturbi che si manifestano durante la notte, in quanto il problema della secchezza oculare diventa maggiormente doloroso alla fine della giornata, quando si registra una sostanziale riduzione della secrezione di lacrime; inoltre, la secchezza oculare durante la notte comporta una sensazione di pesantezza delle palpebre, la quale può essere avvertita immediatamente oppure al risveglio, con un conseguente aspetto stanco dello sguardo, indipendentemente dalla qualità del sonno; al risveglio, infine, si possono avere disturbi della vista, come ad esempio una visione offuscata o fluttuante.

Alcuni sintomi della sindrome dell’occhio secco, che possono essere avvertiti in qualsiasi momento della giornata, diventano più acuti durante la notte; tra questi sintomi ricordiamo:

  • la sensazione di bruciore o di dolore degli occhi, la quale diventa più acuta se gli occhi vengono a contatto con alcune sostanze irritanti, quali, ad esempio, il fumo ed il vento
  • la sensazione di stanchezza degli occhi: si inizia ad avvertire subito la stanchezza quando si legge o si guarda uno schermo, che può essere, ad esempio, la televisione o il computer
  • l’improvvisa lacrimazione, dovuta al fatto che le lacrime, soprattutto nelle persone anziane, non vanno a distribuirsi sulla superficie degli occhi in modo uniforme, perciò questa distribuzione irregolare può stimolare una lacrimazione improvvisa
  • la sensazione di prurito degli occhi, la quale può diventare così intensa da indurre a strofinare gli occhi, causando, di conseguenza, ulteriore fastidio ed una sensazione di secchezza
  • la sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio
  • la sensibilità eccessiva che fa apparire le fonti di luce più luminose di quanto siano in realtà
  • il disagio nell’indossare le lenti a contatto, per coloro che sono abituati a farlo
  • l’eccessiva irritazione degli occhi, quando vengono a contatto con il fumo, con i profumi o con altre sostanze irritanti
  • i disturbi della vista: la vista può diventare sfocata oppure fluttuante, in particolar modo sul finire della giornata o di prima mattina
  • la pesantezza delle palpebre: la secchezza degli occhi durante la notte causa una sensazione di pesantezza delle palpebre, al risveglio

Quali sono le cause della secchezza oculare durante la notte?

Lunghe ore davanti al computer

Tendono a soffrire maggiormente di secchezza oculare quelle persone che trascorrono lunghe ore davanti al computer, un’attività che contribuisce allo sviluppo di questo disturbo: la ragione di ciò sta nel fatto che le palpebre dovrebbero sbattere ogni dodici secondi per permettere una corretta idratazione di tutta la superficie oculare, mentre le persone che rimangono molte ore concentrate tendono a sbattere le palpebre molto poco e ciò comporta l’evaporazione del film lacrimale con conseguente sensazione di secchezza.

L’aria condizionata

La condizione di secchezza oculare diventa persino peggiore nei luoghi in cui è presente l’aria condizionata.

La menopausa

Le donne in menopausa sono maggiormente soggette a sviluppare questa sindrome, a causa dei cambiamenti ormonali che avvengono durante la menopausa.

Alcune malattie

Le malattie infiammatorie dell’occhio e della palpebra possono influenzare la secrezione di lacrime da parte delle ghiandole, causando, di conseguenza, la condizione di secchezza oculare; altre malattie che hanno tra i sintomi la secchezza oculare sono l’artrite reumatoide, lupus e la malattia di Sjogren, tuttavia ognuna di queste patologie influenza la salute degli occhi in modo diverso.

Le lenti a contatto

Le lenti a contatto possono assorbire una parte del sottile film lacrimale che riveste gli occhi, favorendo la condizione di secchezza oculare.

Alcuni farmaci

Determinati farmaci, tra i quali ricordiamo gli antistaminici, gli antidepressivi ed i beta-bloccanti, possono favorire lo sviluppo di secchezza oculare.

Principali trattamenti per l’occhio secco di notte

Esistono diversi trattamenti contro la condizione di secchezza oculare che si manifesta durante la notte: tra questi i principali sono, sicuramente, le lacrime artificiali e gli unguenti, tuttavia esistono numerosi altri trattamenti, sia medici che naturali, ovvero rimedi casalinghi, che possono essere presi in considerazione.

Le lacrime artificiali

Le lacrime artificiali combattono la condizione di secchezza oculare, in quanto contribuiscono a mantenere la superficie degli occhi idratata e lubrificata; le lacrime artificiali possono essere acquistate in farmacia, sotto forma di collirio, un farmaco che, non avendo interazioni con la visione, può essere utilizzato durante il giorno, anche più di una volta, oppure sotto forma di gel, una sostanza i cui effetti durano più a lungo rispetto a quelli del collirio; nello scegliere le lacrime artificiali, si consiglia di preferire i prodotti privi di conservanti, sostanze che potrebbero causare, a loro volta, una irritazione degli occhi.

Gli unguenti

Il trattamento con gli unguenti viene preso in considerazione soprattutto da coloro che soffrono di secchezza oculare durante la notte, infatti gli unguenti sono così spessi da non poter essere applicati durante il giorno, a differenza del collirio che non ha nessuna interferenza con la vista, perciò si sceglie di applicarli durante la notte.

Le persone che soffrono di secchezza oculare devono, per prima cosa, considerare l’eventualità di una infiammazione degli occhi o delle palpebre in corso: in questo caso, risolvere la patologia che sta alla base significare eliminare il sintomo della secchezza oculare; se la sindrome dell’occhio secco, invece, non dipende da una infiammazione, potrebbe essere utile effettuare una visita dal proprio oculista, in modo da valutare le condizioni generali di salute dei propri occhi.

Una volta individuate la cause che determinano, durante la notte, la sensazione di secchezza, non resta che scegliere il trattamento più adeguato per risolvere il problema e poter tornare a dormire con serenità, senza svegliarsi con un continuo fastidio agli occhi.

Informazioni dedicate all'occhio secco di notte.

Malattie

Lascia il tuo commento: