Occhio stanco

L’occhio stanco è una condizione caratterizzata proprio dalla stanchezza oculare come ad esempio quando si sta molte ore davanti al computer oppure davanti a consolle e videogiochi.

Cosa si intende per occhio stanco? Questa condizione denominata occhio stanco è caratterizzata da un gonfiore intorno agli occhi, insieme a senso di pesantezza agli occhi e alla testa e le persone interessate da occhi stanchi sentono la loro palpebre pesare dalla stanchezza anche quando non hanno sonno.

Occhio stanco

Occhio stanco

Occhio stanco cause

Le cause dell’occhio stanco sono molte ed alcune delle ragioni più comuni che causano tensione agli occhi sono le seguenti:

  • Riposo inadeguato: Lo stress generale ed un ambiente rumoroso possono portare a non dormire bene durante la notte, questa mancanza di sonno porta gli occhi a diventare pesanti e gonfi, con occhiaie ben visibili e occhio stanco.
  • Fissare lo schermo del computer: Alcune persone non vogliono sprecare neanche un attimo al lavoro e continuando a guardare lo schermo del pc (o anche del televisore) si causa stress agli occhi.
  • Lunghe ore di lettura: Spesso chi ama leggere prova il desiderio di finire un libro senza pause e questo può provocare l’occhio stanco.
  • Dieta: Anche la dieta gioca il suo importante ruolo nella condizione dell’occhio stanco, in quanto se viene diminuita l’assunzione di acqua si rischia di andare incontro alla disidratazione, inoltre mangiare i cosiddetti “cibi spazzatura” non si aiuta l’organismo a rimanere pulito e si rischia di inciampare su carenze vitaminiche come ad esempio per vitamina B12, vitamina D e vitamina K.
  • Eredità e Fisiologia: La genetica può anche essere motivo di gonfiore degli occhi.

Altre cause:

  • fumare,
  • inquinamento ambientale,
  • inadeguato apporto di ossigeno alla cornea,
  • allergie,
  • congiuntiviti.

Anche se questa condizione dell’occhio stanco non è grave, può risultare stressante per la salute generale del corpo, ed i sintomi legati all’occhio stanco non devono essere ignorati ma trattati altrimenti la condizione può aggravarsi e causare una visione doppia od offuscata.

I sintomi dell’occhio stanco

  • Mal di testa
  • Stanchezza oculare
  • Sensazione di bruciore
  • Lacrimazione degli occhi
  • Pesantezza agli occhi
  • Arrossamento degli occhi
  • Secchezza oculare
  • Visione offuscata o doppia
  • Prurito agli occhi
  • Irritazione agli occhi
  • Aumento della sensibilità alla luce

Esercizio per occhio stanco

Ogni ora durante la giornata lavorativa prendetevi un minuto per rilassare gli occhi. Distogliete lo sguardo dallo schermo del computer e girare gli occhi in entrambe le direzioni, cercando di sbattere le palpebre più spesso e guardatevi intorno la stanza e poi chiudete gli occhi per un minuto prima di riprendere a lavorare. L’esercizio aiuta a combattere lo stress oculare ed a riposare un po’ gli occhi.

Integratori alimentari per occhio stanco

Potrebbero essere di aiuto anche degli integratori alimentari che intervengono più velocemente sul sistema metabolico ed inducano il sistema a ricaricarsi come ad esempio:

  • integratore di potassio
  • integratore di luteina
  • integratore di magnesio

Coprire l’occhio stanco

Un rimedio che potrebbe rivelarsi utile per coprire e nascondere se si ha poco tempo gli occhi stanchi è certamente il make up. In questo caso le donne sono avvantaggiate in quanto possono sfruttare prodotti per il trucco come: creme contorno occhi, fondotinta, correttore ed ombretti che giocano con i colori e coprono occhi stanchi e occhiaie in pochissimo tempo.

Rimedi naturali per occhio stanco

Ecco una preparazione molto semplice per fare un rimedio fai da te per l’occhio stanco: lasciare 2-3 petali di rosa dentro un bicchiere d'acqua bollente per 10 minuti per poi una volta raffreddato intingerci un batuffolo di cotone e posarlo sulle palpebre. Altro impacco molto utile per l’occhio stanco, soprattutto dopo le ore davanti al computer, è quello a base di amamelide con la stessa procedura di quello fatto con i petali di rosa.

La caffeina presente nel tè aiuta a lenire gli occhi stanchi per cui si potrebbe preparare una tazza di tè nero caldo e tenendovi vicino al viso la tazza bollente si beneficiano dei vapori che ne escono e raggiungono gli occhi. Dopo aver fatto questo simil suffumigio si possono utilizzare le bustine usate per preparare il tè e metterle direttamente sulle palpebre degli occhi (le bustine ovviamente non devono essere bollenti, ma tiepide o fredde). Questo piccolo impacco aiuta a ridurre il gonfiore degli occhi ed a lasciare una sensazione di freschezza e relax oculare.

L’impacco per l’occhio stanco potrebbe essere anche fatto con il latte freddo. Difatti basta versare in un bicchiere del latte freddo ed immergere del cotone idrofilo per porlo poi sugli occhi stanchi.

Altri rimedi per l’occhio stanco

  • Acqua calda: Se non si hanno o bustine di tè o latte in casa si può usare della semplice acqua calda. Basta bollire dell'acqua in una pentola e una volta che si è raffreddato immergere un asciugamano per il viso in acqua e poi spremere l'acqua in eccesso e metter l’asciugamento sopra gli occhi per 4-5 minuti.
  • Cetriolo: I cetrioli hanno la capacità di ridurre la dimensione del vaso sanguigno, riducendo così il gonfiore. Si può beneficiare di questo trattamento tagliando delle fette di cetriolo, una per occhio, che poi si metteranno sopra alle palpebre dell’occhio stanco.
  • Acqua fredda: quando si ha bisogno di un rimedio rapido contro il gonfiore degli occhi stanchi, basta semplicemente andare in bagno e lavarsi la faccia con l’acqua fredda per dare sollievo alla stanchezza ed il gonfiore oculare.
  • Albume d'uovo: Separare l'albume dell’uovo dal tuorlo e sbatterlo con l’aiuto di un batuffolo di cotone immerso in esso e poi rilassarsi per 10 minuti con il batuffolo bagnato. Risciacquare con acqua tiepida.
  • Acqua di rose: Immergere un batuffolo di cotone con la soluzione di acqua di rose e poi porlo per qualche minuto sopra l’occhio stanco per alleviare dalla stanchezza e dallo stress gli occhi.

I rimedi naturali sopra possono aiutare a curare l’occhio stanco, ma in primis è ancora più importante per eliminare le cause dell’occhio stanco. Se il riposo è inadeguato ed è la causa dell’occhio stanco bisogna fare il possibile per allungare il proprio sonno. Un cambiamento di routine può aiutare a ridurre lo stress ambientale. Poiché il lavoro non può essere evitato, si consiglia di investire in un filtro polarizzato per monitorare il computer, che consentirà di ridurre i riflessi, riducendo così lo stress per gli occhi ed inoltre fare dei piccoli intervalli di riposo da 5-10 minuti per far riprendere gli occhi.

Spesso optando per uno stile di vita sano e dormire per 7-8 ore aiuta più di qualsiasi altro trattamento contro l’occhio stanco. Una dieta sana ricca di frutta e verdure e bere acqua durante il giorno aiuta ad evitare le problematiche derivanti dalla carenza vitaminica e dei sali minerali in giusto apporto quotidiano. Sicuramente il rimedio più famoso per l’occhio stanco è l’uso delle fette di cetriolo messo sugli occhi chiusi che dona un sollievo immediato. La sensazione di stanchezza e l'aspetto degli occhi si ridurrà notevolmente con questo rimedio casalingo.

Considerazione finale in merito all'occhio stanco

La prevenzione ed i trattamenti da eseguire in caso di occhio stanco sono importantissimi ed assolutamente da non sottovalutare in quanto in caso di trascuratezza si rischia anche di danneggiare gli occhi e richiedere un intervento medico al più presto. Per qualsiasi dubbio o delucidazione chiedere sempre al proprio medico consiglio su come trattare al meglio la situazione soprattutto se il problema persiste per molto tempo.

Informazioni utili dedicate all'occhio stanco.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo occhio stanco

Occhio stanco

ottimi consigli casalinghi, è quello che più mi piace, grazie, ho appreaso cose che non sapevo, vi metterò nel segnalibri per rileggervi e seguire i vostri consigli. ciao

Coniglio utile per chi soffre della sindrome dell'occhio stanco

Un buon consiglio da tenere sempre presente. Grazie per averlo publicato

Lascia il tuo commento: