Oli da massaggio

Un bel massaggio con i giusti oli essenziali aiuta a rilassarsi, un olio per massaggi viene scelto in base agli estratti contenuti nella pianta da cui deriva, poiché esso, penetrando nella pelle e nei tessuti sottostanti, aumenta l'efficacia del massaggio. Ad esempio oli quali quello di iperico e quello di calendula sono preferibili per intervenire su lesioni o su pelle screpolata. Anche gli oli essenziali sono particolarmente efficaci per i massaggi.

Oli da massaggio

Oli da massaggio

Per esempio, l'olio essenziale di rosmarino aiuta a fluidificare il sangue e coadiuvare la circolazione sanguigna. Altro esempio è l'olio essenziale di geranio che aiuta a rilassare il corpo e la mente, lenendo il dolore e le tensioni emotive.

Un bagno rilassante seguito da un massaggio completo del corpo è un trattamento terapeutico estremamente efficace. Aggiungere a un olio base un olio essenziale adatto alla vostra pelle, quindi, dopo essersi asciugati, utilizzare la miscela per massaggiare il corpo, con movimenti circolari.

Perché si utilizza l'olio durante il massaggio?

Ci sono parecchi motivi per cui l'olio risulta una parte integrante del massaggio. La prima è permettere alle mani del massaggiatore di muoversi liberamente e dolcemente sul corpo senza alcun attrito. La seconda è quella di nutrire la pelle, rendendola morbida, elastica e liscia, infondendo alla persona attraverso il profumo la serenità, gioia e un profondo e duraturo senso di piacevolezza e benessere.

Per prima cosa è importante la scelta di un olio adatto e poi viene il massaggio, perché un buon massaggio non può essere considerato tale se non corroborato dall'utilizzo sapiente di oli e fragranze profumate di qualità.

Olio alle mandorle dolci

Questo olio delicato si ottiene tramite la spremitura delle mandorle dolci. Non è grasso ed è adatto a tutti i tipi di pelle. Emolliente ed elasticizzante, l'olio di mandorle dolci viene utilizzato anche come balsamo per capelli secchi e per trattare e nutrire la cute.

Olio di semi di pompelmo

L'olio di semi di pompelmo è uno degli oli più leggeri, dal colore chiaro e praticamente inodore. La sua scarsa densità gli consente di essere facilmente assorbito dai tessuti sui quali i suoi componenti sviluppano un'immediata azione benefica. Esso è particolarmente indicato per le pelli miste e grasse, con impurità o acne.

Olio di jojoba

L'olio di jojoba, grazie alla sua struttura chimica, si solidifica a temperature inferiori ai 10 °C. Indicato per pelli sensibili, viene spesso utilizzato per rendere più fluide le miscele di oli per massaggi. Poiché è molto costoso non conviene usarlo puro.

Olio di sesamo

Questo ottimo olio dorato, di media densità, si ottiene tramite la spremitura dei semi di sesamo. È ottimo per tutti i tipi di pelle, specialmente per quelle normali e secche ed è molto indicato in caso di eczemi, di psoriasi e di artrite.

Come si usano gli oli da massaggio

L'olio da massaggio non deve essere versato direttamente sulla pelle, meglio invece versare la giusta quantità tipo un cucchiaino da caffè sul palmo della mano e poi stendetelo sulla zona da massaggiare. Se la zona da massaggiare è piuttosto estesa, ripetere poi operazione più volte. Un olio da massaggio si può fare miscelando insieme gli oli essenziali e gli oli base. I più comuni oli base in cui si miscelano gli oli essenziali sono l’olio di mandorle dolci, l’olio di jojoba e l’olio di germe di grano etc.

Per esempio in 100 ml di olio base si possono aggiungere fino ad un massimo di 60 gocce di oli essenziali e solitamente si preferisce creare una combinazione di più oli essenziali (non più di 4-5 oli).

Gli oli per i massaggi

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: