Oligomenorrea

Oligomenorrea (significato, ovulazione, adolescenza, stress, menopausa e premenopausa, medicinali, pillola, acne, aumento di peso alimentazione e dieta, attività fisica, cosa fare). Alcuni problemi legati al ciclo mestruale sono abbastanza comuni nelle donne, ma se i sintomi persistono consultate il vostro medico, perché potreste avere una forma di oligomenorrea, anche grave per la vostra fertilità.

Oligomenorrea

Oligomenorrea

Oligomenorrea

L’oligomenorrea si manifesta in molte donne al mondo interessandole con sintomi che possono essere lievi ed insignificanti, ma anche sotto forma di gravi irregolarità nel ciclo mestruale, che il più delle volte può destare preoccupazione e timore che rappresenti qualche tipo di sorpresa, anche negativa.

Sebbene molte siano abbastanza abituate all’oligomenorrea di bassa entità, alcuni casi sono caratterizzati da periodi ripetitivi di assenza del normale ciclo: se a voi sta succedendo la stessa cosa, contattate il vostro medico per capire se siete affette da una forma di oligomenorrea, così da stabilire se bisogna far qualche intervento mirato ad agire sul problema.

Il significato dell’oligomenorrea

Il significato dell’oligomenorrea viene visto nell’ambito medico come una vera e propria complicanza nel ciclo mestruale, che può affliggere tanto le ragazze durante l’adolescenza quanto le donne mature in menopausa o come sintomo premestruale: l’oligomenorrea viene considerata tale quando iniziano a subentrare alcuni sintomi, tra cui il più delle volte troviamo:

  • Ciclo imprevedibile
  • Frequenza dei blocchi che vanno da 4 a nove 9 l’anno
  • Difficoltà di concepimento da parte del partner femminile
  • Fragilità di ossa ed articolazioni

L’ovulazione con l’oligomenorrea

Uno dei primi sintomi che salta allo sguardo dell’oligomenorrea è proprio l’irregolarità dell’ovulazione femminile, caratteristica che si manifesta mensilmente (ma a periodi variabili da una donna e l’altra); l’oligomenorrea interrompe l’ovulazione come può fare ad esempio la gravidanza o la menopausa, solamente che in questo caso rappresenta un vero e proprio rischio di salute per il proprio corpo e per la capacità di rimanere incinta. Se notate dunque alcuni segni visibili che la vostra ovulazione non segue il suo corretto corso, contattate subito il vostro ginecologo per stabilire se la possibilità di essere colpite dall’oligomenorrea è reale o meno.

Oligomenorrea durante l’adolescenza

L’oligomenorrea è una condizione che può colpire anche durante l’adolescenza, proprio quando sembrava che il ciclo mestruale cominciasse a seguire un corso ben pianificato. Anche in questo caso, se sintomi persistono e non notate miglioramenti, allora sarà meglio prendere appuntamento dal ginecologo per capire se la disfunzione sia dovuta all’oligomenorrea; molti casi hanno evidenziato come l’assunzione di determinati farmaci, come vedremo in seguito, sia stata strettamente collegata all’oligomenorrea durante l’adolescenza.

Lo stress come causa dell’oligomenorrea

Lo stress viene visto come una delle cause più comuni dell’oligomenorrea assieme ad una gran varietà di disturbi emotivi che provocano, nella donna, diverse disfunzioni ormonali che compromettono la regolarità del ciclo mestruale, oltre ad altri fastidiosi sintomi. Lo stress è una delle caratteristiche più comuni in tutti noi, ma ridurlo e proteggersi all’esposizione ad esso significherà ridurre le possibilità che l’oligomenorrea ci tormenti ancora a lungo: sappiamo che risulta praticamente impossibile ridurre lo stress, ma un buon modo per cominciare è quello di dormire le sufficienti ore di notte e concedersi un breve riposino durante il giorno, così da sentirsi più attive e riposate.

Oligomenorrea in menopausa o premenopausa

Chiaramente l’’oligomenorrea è una condizione che tutte quante le donne si ritrovano ad affrontare almeno una volta nella vita, visto semplicemente il fatto che è una comune caratteristica al periodo di menopausa o premenopausa, durante il quale (l’oligomenorrea) si rivela costantemente. Questa fase della vita di una donna rappresenta infatti il declino della sua fertilità, ed essendo un processo naturale irreversibile legato all’invecchiamento dell’organismo non è possibile farvi fronte. Potete chiedere consiglio al vostro medico per come ridurre i vari sintomi legati a queste condizioni, ma per il resto vi consigliamo di pensare a godervi la vita e gli ultimi splendidi anni che avete.

Oligomenorrea: interazione con la pillola, antibiotici e altri medicinali

Ci sono diversi farmaci e medicinali come la pillola contracettiva o i vari antibiotici legati all’oligomenorrea come una sua possibile causa, dato che interagiscono con il livello di ormoni dell’organismo che regolano il ciclo mestruale, portando diverse alterazioni. I periodi caratterizzati dall’oligomenorrea possono durare solamente per il periodo di assunzione dei medicinali, sparendo con i suoi sintomi al momento dell’interruzione; oltre a pillola o antibiotici ci sono anche diversi farmaci ipertensivi e fenotiazinici possono aumentare i livelli di prolattina, un altro fattore scatenante per l’oligomenorrea.

Oligomenorrea  e acne combinata

A seguito di accurati studi è emerso un fattore alquanto rilevante per l’evoluzione del campo medico, considerato di notevole importanza per capire al meglio alcune importanti funzioni dell’organismo femminile. Dopo diversi test è stato possibile affermare che esiste uno stretto legame tra l’oligomenorrea e l’acne nelle donne, condizioni che pare derivino da una causa comune: l’aumento del livello di ormoni androgeni provoca infatti le disfunzioni fisiche che causano acne ed oligomenorrea, assieme ai ben noti sintomi di queste due patologie. Il vostro medico sicuramente riuscirà a definire una strategia per far fronte al problema, magari iniziando una cura anti-androgena per ristabilire i livelli ormonali e porre fine alla condizione in cui vi trovate.

L’Oligomenorrea e l’aumento di peso: quale alimentazione o dieta seguire

Una condizione abbastanza comune che colpisce le donne affette dall’oligomenorrea è il sovrappeso, dato che questa condizione provoca l’aumento del peso corporeo dovuto probabilmente agli intensi squilibri ormonali provocati dall’oligomenorrea. Questi agiscono sul metabolismo, la principale capacità del corpo di bruciare grassi ed assimilare i nutrienti, interferendo con la sua azione e favorendo di conseguenza l’accumulo di calorie sotto forma di cellule adipose: per questo motivo sarà bene cominciare a seguire una dieta ben precisa, un’alimentazione che nutra il vostro corpo rendendolo più forte nei confronti dell’oligomenorrea e dei suoi sintomi che comportano l’aumento di peso.  L’alimentazione dev’essere seguita in maniera da ridurre il consumo di cibi e bevande caloriche, così da favorire il corpo nel consumo di quelle già preesistenti come fonte di energia. Cominciate perciò a mangiare in maniera salutare, aumentando le difese immunitarie del corpo con frutta e verdura, migliorando la digestione ed il metabolismo con cereali e legumi, rafforzando i muscoli con le proteine ed i carboidrati magri. Non dimenticatevi degli acidi grassi del pesce, che garantiscono salute e benessere a tutto il corpo. Non dimenticatevi inoltre di innaffiare la vostra dieta contro l’oligomenorrea con una buona quantità di acqua ogni giorno, così da mantenere idratato il corpo e da favorire le sue funzioni.

L’attività fisica contro l’oligomenorrea

Dato che l’oligomenorrea è spesso dovuta dagli squilibri ormonali, perché non dare una scossa al corpo con un po’ di attività fisica? Alcuni esercizi si rivelano particolarmente utili per migliorare tutte le funzioni dell’organismo, tra cui anche la produzione ormonale: ecco perché un consiglio comune per tutte le donne che desiderano liberarsi dell’oligomenorrea consiste anche nel seguire una buona routine quotidiana di attività fisica composta da esercizi cardiovascolari, utili anche per impedire l’aumento di peso come sintomo tipico di questa condizione di salute.

Cosa fare se pensate di avere l’oligomenorrea?

Se cominciate a notare dei chiari segnali che il vostro ciclo mestruale non segue un corso regolare, la prima cosa da fare sarà consultare il proprio medico per stabilirne la causa: l’oligomenorrea in questo caso è un fattore alquanto probabile, che come abbiamo visto può colpire a qualsiasi età. Il vostro medico potrà consigliarvi qual è la soluzione ideale da seguire per ridurre i sintomi e ristabilire il corretto svolgimento delle cellule ormonali del vostro organismo, magari adottando qualche soluzione particolare come quella che vedremo in seguito.

La medicina naturale contro l’oligomenorrea

Ci sono diverse piante che si propongono come ottimo ingrediente della medicina naturale contro l’oligomenorrea, grazie soprattutto alle loro proprietà indicate per riequilibrare il flusso ormonale all’interno del corpo femminile, ristabilendo il corretto ciclo mestruale:

  • La pulsatilla - è uno dei più famosi rimedi a base di erbe contro l’oligomenorrea, incluso anche nella medicina naturale omeopatica. La pianta di pulsatilla non si propone soltanto per regolarizzare le mestruazioni, ma anche per alleviare diversi altri sintomi come i crampi e le vampate di calore che accompagnano le donne durante i  periodi degli sbalzi ormonali.
  • La saracaasoca - ben nota per le sue proprietà utili sotto diversi aspetti alle donne che desiderano affrontare l’oligomenorrea grazie alla medicina naturale. Regola il ciclo mestruale portando comfort alle donne, visto che inibisce anche i suoi fastidiosi sintomi.
  • La pianta di cotone - ha risolto fin ora parecchi casi di oligomenorrea nelle donne che notavano l’assenza del comune appuntamento mensile con le mestruazioni, ma resta comunque un trattamento sconsigliato anche solamente se c’è la minima possibilità che il paziente sia incinta, in quanto può causare una forte irritazione.

Una considerazione finale sull’oligomenorrea

L’oligomenorrea può rivelarsi come un aspetto parecchio pericoloso per la vostra salute, soprattutto se siete in adolescenza o comunque non vi state ancora avvicinando troppo alla menopausa, visto che può causare la perdita della fertilità, l’impossibilità di avere un bambino e diventare quindi mamma. La prevenzione è sicuramente l a maniera migliore per affrontare l’oligomenorrea ed evitare che interessi il vostro corpo, ma non preoccupatevi troppo: esistono diverse strategie davvero utili per farvi fronte, semplicemente consultando il proprio medico o ginecologo.

Diverse informazioni dedicate all'argomento oligomenorrea.