Oligomenorrea cura

Oligomenorrea come si cura? La cura per l’oligomenorrea vi darà la possibilità di evitare una serie di intense preoccupazioni durante uno dei periodi delicati della vostra vita: il ciclo mestruale.

I vari studiosi hanno a lungo analizzato l’oligomenorrea in modo da trovare una possibile cura per questa condizione davvero rischiosa per la capacità di una donna a rimanere incinta; la cura per l’oligomenorrea è davvero importante per risolvere alcuni problemi che impediscono, durante il ciclo mestruale, di avere una certa regolarità sia per quanto riguarda l’inizio che la durata del periodo, solitamente fattori entrambi compromessi dall’oligomenorrea e da altre patologie simili. Da adesso in avanti dovrete rimanere concentrate, dovrete impegnarvi per capire realmente quali siano le caratteristiche dell’oligomenorrea in maniera da riconoscere le sue avvisaglie al primo sguardo e, conoscendo la cura, risolvere il disturbo in pochi semplici passi.

Oligomenorrea cura

Oligomenorrea come si cura

Primi passi nella cura dell’oligomenorrea

Che cos’è l’oligomenorrea?

L’oligomenorrea è definita dagli studiosi come la mancata ovulazione prevista durante il ciclo mestruale femminile, che solitamente avviene ogni 28-30 giorni come testimonianza di fertilità e salute del corpo; il motivo per cui l’oligomenorrea suscita nelle persone un senso di frustrazione e timore deriva dal fatto che questa condizione di salute può evolversi compromettendo realmente la fertilità di una donna e la sua relazione con il ciclo mestruale. Solitamente il medico diagnostica l’oligomenorrea nel caso in cui l’assenza dell’ovulazione si ripeta per frequenti periodi, che possono subentrare anche dalle 5 alle 9 volte l’anno: oltre alla vera e propria mancanza di sangue, l’oligomenorrea può portare anche altri fastidiosi sintomi come crampi all’utero o dolori intensi alla zona pelvica, rendendo tale periodo veramente insopportabile per una donna. Sarà dunque necessario consultare il proprio medico già alle prime avvisaglie di un ciclo mestruale compromesso, in maniera da identificare l’oligomenorrea e trovare subito una cura per liberarsene definitivamente, evitando di conseguenza una vasta serie di sintomi alquanto fastidiosi.

Le cause legate all’oligomenorrea: conoscere il proprio nemico prima di cercare una cura

Nella maggior parte delle ipotesi vengono trovate alcune cause comuni a tutte le donne che entrano in contatto con l’oligomenorrea, restringendo ampiamente il cerchio dei possibili aspetti che possono interagire con questo problema di salute:

  • Le cause ormonali - gli squilibri che la produzione ormonale dell’organismo subisce a causa di alcuni fattori sono molto spesso legati all’oligomenorrea e ad altre forme di disturbo che, il più delle volte, interessano le persone di sesso femminile ed il loro corpo, dato che sono maggiormente predisposte a soffrire di questi sbalzi. Nel corpo femminile determinati ormoni (gli estrogeni) svolgono un ruolo davvero importante nell’equilibrio dell’organismo, prestando uno sguardo particolare nel controllo del ciclo mensile ed alla sua regolarità. A seguito di alcuni avvenimenti tale produzione può subire una drastica diminuzione, aumentando invece quella degli androgeni, ormoni femminili che possono interferire con i compiti e le mansioni dell’organismo femminile, tra cui il ciclo mestruale. Tra le possibili cause di questi squilibri ormonali spesso troviamo:
  • Un’alimentazione sbagliata e nociva per la salute dell’organismo
  • Un’eccesso di attività fisica: l’oligomenorrea è uno dei principali problemi delle atlete
  • Alti livelli di stress e tensione
  • Menopausa e adolescenza: queste due condizioni non vengono trattate in quanto l’oligomenorrea è un sintomo dei suddetti periodi della vita di una donna
  • L’assunzione di farmaci come probabile causa - l’oligomenorrea viene molte volte associata ai vari effetti collaterali di farmaci o medicinali di uso comune, ma che nelle donne risultano essere in particolare quelli a base di ormoni androgeni come i comuni anticoncezionali. La comune pillola per evitare la gravidanza porta il corpo femminile ad essere interessato da una buona quantità di squilibri e sbalzi ormonali, soprattutto per il fatto che tali medicinali si propongono per diminuire gli estrogeni e ridurre le possibilità di incorrere in una gravidanza, nonostante il rapporto sessuale. Se per caso desiderate liberarvi della leucorrea causata da questo fattore, una cura ideale sarà quella di interrompere l’assunzione di questi farmaci per cominciare un trattamento con integratori di estrogeni, così da garantire il recupero della regolarità mestruale e non dover più soffrire di questo problema.

Pubertà e menopausa: due casi dubbi

Non dovete commettere l’errore di confondere dei naturali squilibri ormonali ed i loro sintomi come una patologia per cui urge immediatamente una cura! Qualsiasi ragazza durante l’età dello sviluppo viene a contatto con una forma (seppur di lieve entità) di oligomenorrea, per il semplice motivo che la regolarità del ciclo mestruale solitamente comincia attorno ai 16 anni di età e dura fino alla menopausa: questo è un altro periodo della vita di una donna caratterizzato da intensi sbalzi a livello ormonale che, purtroppo, sfociano nella perdita definitiva della fertilità da parte del soggetto. Non preoccupatevi dunque, in quanto in questo caso la vostra oligomenorrea non necessita di alcuna cura: si tratta solamente di un aspetto naturale della vostra vita!

Quali sono le persone più a rischio per l’oligomenorrea?

Ci sono diverse persone che risultano maggiormente predisposte a soffrire di oligomenorrea rispetto ad altre, in particolar modo gli atleti professionisti, le modelle e le ballerine, che sono tutti soggetti dediti ad un rigoroso piano d’allenamento quotidiano e ad una dieta ferrea per mantenere la linea: queste, purtroppo, si espongono molto facilmente a soffrire di squilibri mestruali, dovuti probabilmente alla sovrapproduzione di ormoni androgeni visto lo stile di vita che seguono.

La cura per l’oligomenorrea: anche in gravidanza

La cura per l’oligomenorrea che vi stiamo per proporre non è niente di particolarmente impegnativo, risulta inoltre efficace anche in gravidanza, dato si tratta di alcune modifiche nelle vostre abitudini quotidiane. Sebbene per molte donne alcune leggere variazioni nella regolarità del proprio ciclo appaiano come un fattore di irrilevante importanza, se voi notate alcuni cambiamenti nel vostro sarà bene che consultiate subito il vostro medico per svolgere tutti i test necessari e capire il proprio stato di salute; solitamente lo specialista vi sottoporrà ad alcuni esami come il pap test, l’esame pelvico o il test di gravidanza per escludere alcune condizioni particolari, restringendo dunque il campo alla vostra oligomenorrea: ciò è importantissimo per cominciare a ricercare le possibili cause del vostro caso specifico, in maniera da effettuare una cura efficace per voi stesse. Nella maggior parte dei casi non servirà altro che cambiare alcune abitudini quotidiane per fare in modo che la propria cura contro l’oligomenorrea sia efficace, tra cui troviamo:

  • Seguire un’alimentazione più sana - cambiare la propria dieta e volgerla verso il solo consumo di alimenti e bevande salutari sarà un gran passo in avanti per sconfiggere l’oligomenorrea e proteggere il corpo da un’ulteriore varietà di problemi di salute. Consumate molta frutta e verdure per fornire vitamine e minerali all’organismo, indispensabili per le difese immunitarie e per l’equilibrio ormonale del corpo. D’ora in avanti è essenziale ridurre le quantità in eccesso di cibi grassi e saturi di calorie, tralasciando anche un gran numero di bevande ricche di coloranti, zuccheri e conservanti, davvero sconsigliate per la vostra salute: solamente così potrete ridurre i sintomi della vostra oligomenorrea e ravvivare la speranza di riacquistare la vostra regolarità mestruale.
  • Dormire e riposarsi correttamente - come abbiamo visto lo stress è una delle cause più comuni dell’oligomenorrea e dei suoi sintomi, ecco dunque un valido motivo per cominciare a pensare un po’ a sé stesse e iniziare a prendersi qualche momento e riposarsi tra una mansione quotidiana e l’altra. Già di per sé dormire una sufficiente quantità di ore notturne risulta realmente importate per dare un po’ di tregua alle funzioni dell’organismo, permettendovi di svegliarvi la mattina più riposate e meno stressate: una breve sosta durante la giornata sarà tutto ciò di cui avete bisogno per rilassare un po’ i nervi ed affrontare le ventiquattr’ore con maggiore vitalità ed energia, libere dall’oligomenorrea.
  • Piante ed erbe - la medicina omeopatica offre oggi una vasta gamma di piante officinali da inserire nella propria cura per l’oligomenorrea anche in gravidanza, contenenti enormi proprietà positive per il corpo e per l’equilibrio dei suoi ormoni. Alcune erbe come la lavanda, il prezzemolo o l’achillea riescono efficacemente a riequilibrare la produzione degli estrogeni, permettendo di recuperare una certa regolarità nel ciclo mestruale ed impedendo che l’oligomenorrea torni a farvi visita.

Considerazioni finali sulla cura per l’oligomenorrea

Come abbiamo visto la cura ideale per l’oligomenorrea non è niente di così difficile o complicato, modificando il vostro stile di vita potrete inoltre garantirvi un maggior livello di salute, libero da molti problemi fisici che al giorno d’oggi sembrano aver acquisito un carattere sempre più comune tra la gente. L’oligomenorrea non sarà più tra questi, se seguirete a dovere le indicazioni del vostro medico ed intraprendiate la cura con dedizione ed ottimismo per la sua buona riuscita.

Informazioni utili relative alla possibile cura della oligomenorrea.

Malattie

Lascia il tuo commento: