Ononide

Tisana diuretica a base di ononide, versare un quarto di litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini di radice di ononide sminuzzata, lasciare riposare per mezz'ora, poi filtrare e bere una tazza 2-3 volte al giorno durante i pasti. La radice di ononide è spesso contenuta in tisane diuretiche e depurative. L’ononide è una pianta di origine europea il cui piccolo arbusto spinoso è spesso lignificato alla base e può raggiungere fino a 60-70 centimetri d’altezza.

Ononide

Ononide

Le foglie di ononide sono divise in tre parti alla base, mentre quelle più elevate si compongono di un unico elemento: i fiori dell’ononide crescono isolati tra loro, solitamente raggruppati per un massimo di uno o due soggetti e la loro corona è composta da 5 petali con sfumature che vanno dal bianco al viola chiaro.

L’ononide è ben noto per essere uno dei rimedi domestici a base di erbe per la salute, che può essere integrato a numerosi trattamenti per i disturbi riguardanti la salute ed il benessere fisico, includendo nei suoi benefici in particolare la pelle ed i reni: l’ononide viene spesso impiegato per i trattamenti di aromaterapia, in quanto è caratterizzato da un aroma davvero gradevole e rilassante.

Le parti dell’ononide ed i loro benefici

Tutte le parti di questo arbusto sono commestibili, radici, fiori e foglie comprese.

Solitamente i fiori possono essere consumati anche crudi aggiungendoli alla comune insalata presente nella tavola di tutti noi italiani.

Nella medicina omeopatica la radice di ononide è nota per essere usata nei trattamenti dedicati alla salute ed alla bellezza dell’epidermide, prevenendo l’invecchiamento cutaneo derivato dal processo naturale di degrado dell’organismo.

Un'altra buonissima proprietà dell’ononide consiste nella sua capacità diuretica per l’organismo, che fa sì che questo rimedio omeopatico sia indirizzato a promuovere la salute dei reni e del tratto urinario, aiutandolo a prevenire possibili complicazioni legate all’insorgenza di infezioni anche gravi.

Ononide: benefici per reni e pelle

I germogli ancora giovani vengono più comunemente utilizzati in erboristeria in quanto possono aiutare il corpo a liberarsi dei calcoli renali, migliorando quindi la salute di tutto il tratto urinario ed evitando che virus o batteri possano intaccarlo con il loro malsano effetto degradante.

Nella medicina tradizionale l’ononide veniva impiegata anche per curare le ulcere della pelle svolgendo dei semplici lavaggi con l’olio estratto da gambo e foglie della pianta, che risulta davvero efficace anche per prevenire numerose malattie che colpiscono gli strati dell’epidermide.

L’ononide spinosa è una fautrice anche di numerosi effetti benefici alle vie respiratorie: la corteccia della pianta può infatti essere usata per creare un elisir contro la tosse e sintomi correlati, facendovi affrontare in maniera più serena il periodo invernale ed i suoi malanni stagionali. 

Integrare l’ononide alla strategia per mantenere il proprio corpo in salute significherà anche evitare condizioni di salute come la stitichezza, reumatismi, ritenzione idrica e numerose altre patologie legate al benessere di reni e vescica, che possono seriamente compromettere la salute generale del corpo.

Terapia diuretica a base di ononide

Per sciogliere i calcoli o la renella diluite la tisana con 1/2 litro d'acqua calda e bere il tutto nell'arco di mezz'ora.

Al termine bere abbondante acqua.

Tintura di ononide

Versare 20 g di radice di ononide sminuzzata in 100 ml di acquavite (70% vol), lasciare macerare per 10 giorni, poi filtrare.

In caso di insufficiente funzionalità renale assumere 20 gocce di tintura, diluire in un po' d'acqua, 3 volte al giorno. 

Tisana diuretica di ononide

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: