Organi genitali: femminili e maschili

La fisologia degli organi genitali umani è molto complessa:

L'apparato genitale è composto da vari organi ed è diverso nei maschi e nelle femmine (organi genitali maschili ed organi genitali femminili), ha una funzione prioritaria, quella della riproduzione.

Gli organismi pluricellulari superiori, infatti, si riproducono per mezzo di cellule che hanno questa precisa funzione: gli spermatozoi per i maschi e l'ovulo per le femmine, la cui fusione dà vita ad un organismo vivente della stessa specie.

Le ghiandole sessuali, dette gonadi, ospitano fino alla maturazione le cellule sessuali, che sono presenti nell'organismo vivente sin dai primi stadi del suo sviluppo.

Organi genitali maschili:

I testicoli (gonadi maschili) arrivano alla piena maturità dopo la pubertà, prima di tale momento sono contenuti nell'addome fino alla nascita, quando, attraverso il canale inguinale, scendono nello scroto.

I testicoli non formano solo gli spermatozoi (anche detti cellule germinali), ma anche gli ormoni sessuali del maschio che danno impulso alla formazione dei caratteri sessuali secondari come i peli, la voce e tante altre trasformazioni fisiche che si possono osservare nel passaggio dalla pubertà all'età adulta.

Gli spermatozoi, presenti nei tubuli seminiferi dei testicoli, subiscono processi di divisione e maturazione; in una prima fase, in cui vengono detti spermatogoni, assumono una forma tondeggiante fino ad arrivare alla loro forma definitiva di spermatozoi passando attraverso ulteriori modificazioni (si parla in queste fasi di spermatociti di 1° e 2° ordine), in cui si assiste all'espansione del nucleo, chiamato testa a cui è attaccato un filamento detto coda.

Gli epididimi raccolgono circa un miliardo di spermatozoi giunti a maturazione, che in un ambiente leggermente acido restano in vita anche per più settimane; ma è solo nelle vie spermatiche che avviene la definitiva formazione del seme, che in questo stadio è detto sperma, grazie alla secrezione di diverse ghiandole, di cui le più importanti sono le secrezioni delle vescichette seminali e della prostata, che, essendo alcaline, fanno sì che gli spermatozoi possano muoversi.

Alla radice del pene, nel pavimento pelvico, sono poste le ghiandole di Cowper che, poco prima dell'eiaculazione, riversano nel canale uretrale una secrezione mucosa e filante in modo da neutralizzare i residui di urina e permettere l'eiaculazione attraverso l'uretra in quanto un ambiente acido paralizzerebbe e distruggerebbe gli spermatozoi, che sono contenuti nella misura di circa 100 milioni per un ce di liquido spermatico;per ogni eiaculazione pertanto, possono essere eiaculati anche 500 milioni di spermatozoi.

Il pene è costituito dal corpo cavernoso dell'uretra, che nella parte anteriore forma il glande (esso si presenta sempre leggermente molle e comprimibile) e dai due corpi cavernosi del pene che, avvolti da tessuti legamentosi, sono fissati al bacino.

Tutti e tre i corpi cavernosi sono formati da tessuto spugnoso venoso.

Il pene è formato da una robusta muscolatura a tre strati con condotti deferenti di forma a spirale, che contraendosi permettono il passaggio del liquido seminale dall'epidimio al condotto uretrale e la sua conseguente espulsione.

Organi sessuali femminili:

La femmina protegge i suoi organi sessuali interni nel piccolo bacino ai lati del quale, fissate da legamenti, sono poste le ovaie.

Durante lo sviluppo dell'embrione le gonadi femminili, similmente a quelle maschili, si spostano,senza però arrivare all'esterno, attraverso il canale inguinale dove passa il legamento rotondo, un legamento dell'utero per fissarsi alla cute.

Le gonadi femminili contengono gli ovuli che in una prima fase di sviluppo sono circondati da cellule epiteliali, in questo stadio si parla di follicolo oòforo primario. Con il processo di maturazione il follicolo per la moltiplicazione delle cellule epiteliali si ingrandisce e aumenta notevolmente le sue dimensioni per la presenza di liquido(liquor folliculi) nelle sue cavità.

A intervalli ciclici un follicolo scoppia lasciando fuoriuscire l'ovulo dall'ovaia e giunge all'utero, facilitato da un epitelio fornito di ciglia, attraverso un condotto detto salpinge, che si apre nella cavità addominale; per questo motivo, anche se raramente, un ovulo fecondato può cadere in essa e dar luogo ad una gravidanza extrauterina, mentre normalmente la fecondazione (unione dello spermatozoo all'ovulo) avviene nell'apertura a forma di ampolla della salpinge.

Come nel maschio, anche nella femmina, gli ormoni si formano nelle gonadi, essi sono responsabili delle mestruazioni, della gravidanza e dei caratteri sessuali secondari femminili.

Il processo di sviluppo dell'ovulo avviene all'interno della mucosa dell'utero, un organo muscolare che ha pareti interne rivestite da una mucosa, che le rende adatte all'annidamento, alla protezione e allo sviluppo dell'ovulo fecondato.

Lo strato superficiale della mucosa viene espulso ad ogni mestruazione per poi rinnovarsi dal suo strato profondo.

Gli organi sessuali interni femminili sono collegati con quelli esterni dalla vagina, rivestita da una mucosa formata da un epitelio pavimentoso e priva di ghiandole ad eccezione delle ghiandole di Bartolini poste all'imbocco della vagina stessa.

Nel momento dell'accoppiamento il maschio con l'eiaculazione versa lo sperma nel fondo posteriore della vagina cosicché, gli spermatozoi, dotati di movimento, passano attraverso l'orificio uterino esterno e poi nelle salpingi per arrivare nell'utero a fecondare l'ovulo.

Come il canale uretrale del maschio, così anche la vagina non deve avere una secrezione troppo acida che farebbe morire gli spermatozoi, che già in condizioni ottimali restano vitali nella vagina solo 1-2 ore, mentre nell'utero e nelle salpingi restano in vita fino a 2 giorni.

Tra gli organi di riproduzione femminile bisogna includere anche la ghiandola mammaria, che si sviluppa parallelamente all'apparato genitale.

Dopo il parto questa ghiandola produce latte, la cui induzione e regolazione avviene per mezzo di ghiandole a secrezione interna, prima fra tutte l'ipofisi detta anche ormone lattotropo.

 

Organi genitali maschili e femminili

Corpo umano anatomia organi

Lascia il tuo commento: