Origano, Origanum vulgare L.

Il nome botanico dell'Origano è Origanum Vulgare o Maggiorana selvatica, e fa parte della famiglia della menta.

L'origano chiamato anche Origanum vulgare è utilizzato per le sue proprietà in campo erboristico come stomachico e antispasmodico ed ha azione stimolante la funzionalità digestiva ed è particolarmente indicato nelle atonie gastriche ed intestinali. L'origano è noto anche in ambito culinario essendo un'erba molto aromatica viene usata come spezia in particolar modo per condire salse di pomodoro, verdure, grigliate di carne e pesce. L'origano è una delle erbe aromatiche più utilizzate nella cucina mediterranea in virtù del suo intenso e stimolante profumo.

Origano, Origanum vulgare L.

Origano


Pianta di Origano

Nome comune: Origano
Francese: Origan vulgaire
Inglese: Wild marjoram
Famiglia: Labiatae
Parte utilizzata: parti aeree

Costituenti principali dell'origano:

  • 8% di tannino e p. amari
  • 0,15% a 1% olio essenziale: 15 a 50% di timolo, carvacrolo, cimolo, a-thuyone, a-terpinene, linaiole.
  • acido rosmarinico, caffeico ecc.
  • flavonoidi, tannini

Attività principali dell'origano:

  • stomachico e antispasmodico;
  • bechica ed espettorante

Impiego terapeutico dell'origano:

  • disturbi digestivi;
  • tossi spasmodiche

L'origano manifesta azione espettorante: per l'azione antispasmodica è utile usarlo nella pertosse per calmare gli accessi, il vomito e fare evolvere senza complicazioni la malattia a rapida guarigione (2-3 settimane). Risulta utile anche nelle tracheiti da fumo. A livello topico possiede proprietà analoghe alla maggiorana.

Alcune delle sostanze nutritive dell'origano sono:

  • vitamina K
  • manganese
  • ferro
  • calcio
  • magnesio
  • potassio
  • acidi grassi omega 3
  • fosforo
  • vitamina A
  • vitamina C
  • acido folico
  • fibre

Attività benefiche principali dell'origano:

  • antisettico
  • carminativo
  • antispasmodico
  • diaforetica
  • emmenagoga
  • colagogo
  • espettorante
  • stimolante
  • stomachico
  • sedativo
  • tonico

Nella medicina popolare l'origano viene usato solitamente per il trattamento di:

L'origano contro il raffreddore:

Infuso di origano come rimedio naturale contro il raffreddore di cui viene prepararato versando 250 ml d'acqua bollente su 2-3 cucchiaini di pianta essiccata, si lasciare riposare per 10 minuti chiuso con un coperchio ed infine viene filtrato l'infuso per eliminare tutti i residui dell'origano stesso e poi bere tiepido e prepararlo più volte al giorno. In caso di dolori all'apparato gastrointestinale o di raffreddore bere 2-3 tazze al giorno, senza dolcificare.

Bagno all'origano per raffreddore

Fare bollire una manciata di pianta essiccata in 1 litro d'acqua. Lasciare riposare e poi filtrare.Contro le malattie da raffreddamento e la spossatezza aggiungere all'acqua del bagno.

Origano per gargarismi e lavaggi

Preparare un infuso molto concentrato e fare lavaggi o gargarismi all'occorrenza, utili soprattutto in caso di infiammazione di gola e trachea, pelle impura e ipersudorazione a mani e piedi.

Origano per inalazioni

In caso di naso chiuso e pesantezza del capo, inalare un infuso di camomilla, con l'aggiunta di qualche goccia di essenza di origano.

Curiosità sull'origano:

  • Secondo S. Ildegarda era sufficiente mangiare o toccare la pianta per contrarre la lebbra: nello stesso tempo, però, guariva i soggetti che ne erano affetti.
  • La Grecia risulta il maggior produttore di origano.

Informazioni sulla pianta di origano

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo origano, Origanum vulgare L.

Origanum vulgare

Bellissima presentazione ed esauriente descrizione della pianta in questione.

Origano

sono contenta di avere avuto risposte alla mia curiosita'. grazie

Lascia il tuo commento: