Allergia ed orticaria

Le reazioni allergiche che possono portare al manifestarsi di orticaria sono abbastanza comununi.

Le reazioni allergiche che possono portare alla formazione di orticaria sono diverse, ad esempio il termine "allergia alimentare" si riferisce alle reazioni immunologiche avverse al cibo. L'allergia alimentare è generalmente mediata da anticorpi chiamati IgE diretti a proteine alimentari specifiche, ma anche altri meccanismi immunologici possono svolgere un ruolo. Gli organi bersaglio primario per le reazioni allergiche alimentari sono la pelle, il tratto gastrointestinale e il sistema respiratorio.

Allergia ed orticaria

Allergia e orticaria

Orticaria e allergia alimentare

Entrambe le reazioni acute (orticaria e anafilassi) e malattie croniche (asma, dermatite atopica e disturbi gastrointestinali) possono essere causate o aggravate da allergia alimentare. I cibi più comunemente causano queste reazioni  nei bambini sono latte, uova, arachidi, soia, grano, noci, pesce e crostacei; negli adulti, sono le arachidi, le noci, crostacei e pesci. La diagnosi di allergia alimentare richiede una attenta ricerca di possibili cause, la conferma della causa con test di supporto, compresi i prick test cutanei  ed i test radioallergosorbenti. Il trattamento consiste nell’eliminazione del cibo causale insieme a cure mediche, tra cui la richiesta di auto-somministrazione di adrenalina in caso di una grave reazione.

Diverse reazioni agli alimenti possono essere tossiche o non tossiche. Le reazioni tossiche non sono correlate alla sensibilità individuale, ma si verificano in chi ingerisce una quantità sufficiente di cibo contaminato. Esempi di reazioni tossiche comprendono reazioni di avvelenamento da istamina nel pesce o alle tossine batteriche nelle intossicazioni alimentari. Al contrario, reazioni avverse al cibo non tossiche dipendono dalla suscettibilità individuale.

Reazioni allergiche

Le reazioni allergiche al cibo sono o IgE-mediate o non IgE-mediate. Il ruolo delle IgE-mediate nelle  reazioni in allergia alimentare è ben stabilito. Alcune persone sono geneticamente predisposte  a produrre atopia (predisposizione genetica a sviluppare reazioni anafilattiche) degli anticorpi IgE specifici per alcune proteine a cui sono esposti.  Questi anticorpi si legano ad alcune cellule nei tessuti del corpo e ai basofili circolanti nel sangue. Quando una proteina del cibo allergene viene ingerito, l'IgE riconosce la superficie di queste cellule, vengono rilasciati mediatori (ad esempio, l'istamina), e compaiono i sintomi . I sintomi di reazioni IgE-mediate tipicamente coinvolgono la pelle, le vie respiratorie e del tratto gastrointestinale.

La pelle tipicamente presenta orticaria

La pelle è un organo bersaglio comune per le risposte allergiche agli alimenti. L’orticaria acuta è caratterizzata da prurito, transitorie lesioni eritematose in rilievo, talvolta accompagnate da gonfiore localizzato (angioedema). L’ allergia alimentare è la causa per un massimo del 20 per cento dei casi di orticaria acuta  ed è mediata da specifici IgE per proteine alimentari. Le lesioni si verificano di solito entro un'ora dopo l'ingestione o contatto con l'alimento causale. Perché solo 1,4 per cento dei casi di orticaria cronica o persistente (per esempio, della durata di più di sei settimane) è causato da allergia alimentare, la ricerca di un alimento causale nella valutazione iniziale di questa condizione non è generalmente giustificata.

Orticaria da reazione allergica al pelo del gatto

E' un'allergia in rapido aumento anche nei nostri climi (è estremamente diffusa nei paesi nordici), soprattutto per la crescente abitudine a far vivere in casa gli animali domestici. Vi è anche da tenere presente il fatto che l'allergene (cioè la particella responsabile della reazione allergica) ha una forte capacità di diffondersi nell'ambiente: se in una classe anche solo meno della metà dei bambini possiede un gatto anche la restante parte di bambini diviene portatore dell'allergene e (e, se ci sono soggetti allergici, questi possono manifestare i sintomi dell'allergia).

Prevenzione nel soggetto allergico

Se il gatto vive in casa, esso va allontanato e deve essere fatta una pulizia di fondo della casa. Se ciò non è possibile e se il disagio psicologico conseguente all'eventuale allontanamento è difficilmente sopportabile può essere utile:

  • Non fare entrare l'animale in camera da letto.
  • Coprire materassi, cuscini, piumoni o coperte con tessuto barriera, che non permette la diffusione dell'allergene ma che consente la traspirazione. Non usare letti con base imbottita. I cuscini sintetici accumulano una quantità di allergeni del cane e del gatto superiore rispetto a quella che si raccoglie nei cuscini di piuma.
  • Eliminare i tappeti e la tappezzeria pesante, usare tende a vetro facilmente lavabili. Utilizzare divani e poltrone in pelle o in alternativa ricoprirli con lo stesso materiale utilizzato per i coprimaterassi. Pulire regolarmente pavimento e mobili con un panno umido.
  • Aspirare frequentemente (almeno 2 volte alla settimana) con un aspirapolvere dotato di un filtro ad alta efficienza in polietilene, lavabile.
  • Utilizzare depuratori d'aria ad alta efficienza in camera da letto ed in sala da pranzo almeno per quattro ore al giorno.
  • Lavare frequentemente gli indumenti perché in essi l'allergene si accumula in grandissima quantità.
  • Lavare'animale almeno ogni settimana e spazzolarlo regolarmente (queste manovre devono essere eseguite dai familiari non allergici). Lavarsi le mani ed evitare contatti tra animale ed il proprio viso.
  • Anche se il gatto maschio produce una maggior quantità di allergene rispetto alla femmina non è di alcuna utilità la castrazione dell'animale o l'impiego di preparati da spruzzare sulla cute per ridurre la dispersione nell'ambiente dell'allergene.
  • Prima di andare in casa di amici che possiedono animali assumere i farmaci consigliati dal medico e portare con se le medicine adatte a risolvere eventuali crisi allergiche.

Orticaria provocata dagli acari

Gli acari della polvere vivono nella biancheria da letto. Gli acari sono microscopici insetti che si nutrono delle cellule morte della pelle e vivono in posti come materassi, cuscini, tappeti, abbigliamento e arredamento. Ci può essere un numero come 19.000 acari della polvere in un grammo di polvere, ma di solito vivono in ogni grammo tra i 100-500 acari. La proteina che si trova nelle feci e gli organi di questi acari è ciò che scatena le reazioni allergiche che possono causare orticaria.

Sintomi delle reazioni allergiche unite ad orticaria

Appaiono in gruppi di rilievo dei segni rossi sulla pelle che assomigliano punture di insetti. Questa condizione è spesso accompagnata da prurito. Essi possono arrivare fino a diversi centimetri di diametro e possono rapidamente cambiare la loro forma, dimensione e localizzazione sul corpo.

Trattamenti farmacologici per la cura dell'orticaria scatenata da allergia

Gli antistaminici orali alleviano il disagio e riducono il numero di bolle sul corpo. Gli analgesici topici, le creme steroidi e le creme anti-prurito controllano anche il prurito associato all’orticaria.

Trattamenti e cure naturali

Aggiungere una mezza tazza di farina d'avena o di bicarbonato di sodio per un bagno tiepido per lenire il prurito. L'applicazione di un impacco freddo sulle zone colpite contribuisce pure ad alleviare il disagio.

Orticaria allergica da farmaci

Un’ allergia ai farmaci si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo anomalo ad un farmaco. Numerosi farmaci possono causare allergia, compresi i farmaci da prescrizione e quelli da banco. I segni più comuni di allergia ai farmaci sono orticaria, rash o febbre. Si può avere una reazione allergica ad un farmaco in qualsiasi momento si assuma, anche se non ha causato nessuna reazione in passato. La maggior parte dei sintomi correlati al farmaco non sono una vera allergia ai farmaci e non coinvolgono il sistema immunitario. L’allergia ai farmaci e le reazioni non allergiche sono spesso confuse, perché possono causare sintomi simili. Entrambi i tipi sono chiamati un evento avverso da farmaco e deve essere controllato da un medico. Alcune reazioni allergiche e non allergiche possono essere gravi o fatali.

Sintomi di allergia ai farmaci includono:

  • Rash cutanei
  • Orticaria
  • Prurito
  • Febbre
  • Gonfiore del viso
  • Mancanza di fiato
  • Anafilassi

Anafilassi

L’anafilassi è rara, ma è la reazione più grave allergia ai farmaci ed è un'emergenza medica. Sintomi di anafilassi normalmente iniziano pochi minuti dopo l'esposizione ad un farmaco. Segni e sintomi di anafilassi comprendono:

  • Serraggio (costrizione) delle vie respiratorie e della gola, difficoltà respiratorie
  • Shock, con un grave calo della pressione sanguigna
  • Debole, polso rapido
  • Nausea, vomito o diarrea
  • La vertigine o perdita di coscienza

E 'possibile avere una reazione allergica ad un farmaco che non ha causato nessun problema in passato.
Se si ha una reazione anafilattica a un farmaco, il sistema immunitario reagisce al farmaco come un invasore dannoso. Questo provoca il rilascio di istamina e di altri prodotti chimici che causano i sintomi allergici. Il sistema immunitario poi è predisposto a reagire allo stesso modo se si prende il farmaco ancora in futuro. Tuttavia, i cambiamenti del sistema immunitario avvengono nel corso del tempo, e alla fine è possibile che la vostra allergia ai farmaci sparisca da sola.

Quando vedere un medico

il medico se si ha una reazione ad un farmaco o se avete qualsiasi segno o sintomo di una allergia.
Chiamate il vostro medico se avete una reazione dopo aver preso un farmaco. Lievi reazioni allergiche di solito sono trattate con la sospensione del farmaco e la sostituzione di un altro. Se possibile, consultate il medico quando la reazione allergica si sta verificando. Questo aiuterà a identificare la causa e ad assicurarvi di avere un trattamento se è necessario.

Prevenzione

Per controllare gli allergeni degli acari della polvere che possono  causare orticaria, usare coprimaterassi anallergici, racchiudere la biancheria da letto con copertine per gli acari della polvere, lavare la biancheria da letto una volta alla settimana in acqua calda, e usare aspirapolvere con filtri HEPA.

Considerazioni finali sulla orticaria da allergia

Alcune creme e antistaminici non sono appropriati per i bambini. Se un bambino soffre di orticaria, consultare un medico prima di somministrare qualsiasi farmaco. La maggior parte dei casi di orticaria sono innocui. Ma questa condizione a volte può causare gonfiore della lingua, delle labbra, del viso e delle ghiandole della gola. Se questo accade, contattare immediatamente un medico.

Allergia e orticaria.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo allergia ed orticaria

ciao mia mamma ha une rezione allergica al viso da mesi a fatto pact test esito negativo fa uso da anni ormai di farmaci calmanti per ansia ...delorazepam teva gocce ,eutimil compresse 20 mlg, da un po oltre al viso anche sulle braccia ha fatto molti esami si ricoverata in dermatologia presidio ospedaliero ma niente non riusciamo a capire come fare

Allergia ed orticaria

Allergia ed orticaria spiegati in modo egregio e completo che aiutano a capire meglio. Grazie

Lascia il tuo commento: