Orticaria papulosa

Prima di spiegare i dettagli del trattamento di cura e cause per l’orticaria papulosa, cerchiamo di capire come sia causata.

L’orticaria papulosa è una reazione allergica causata da punture di insetti diversi, visibile da colture di piccole papule sulla zona interessata della pelle. Dato che si verifica a causa di punture di insetti, come primo reale trattamento dell’orticaria papulosa si consiglia di utilizzare repellenti per insetti e pulci e zecche e come controllo sugli animali domestici. È possibile utilizzare miti antistaminici sistemici e steroidi topici se si verifica prurito.

Orticaria papulosa

Orticaria papulosa

In caso di complicazioni

Se la condizione si aggrava, è anche possibile utilizzare corticosteroidi sistemici a breve termine. I corticosteroidi possono essere utile in condizioni estreme, in quanto modificano la risposta immunitaria dell'organismo agli stimoli diversi e causano effetti metabolici profondi e variegati . Anche trattamenti a base di erbe sono stati utilizzati con successo per molti anni e sono ancora popolari, in quanto non hanno effetti collaterali.

Che cos’è l’Orticaria papulosa

Orticaria papulosa è una reazione di ipersensibilità alle punture di insetti ed è evidente dalla presenza di piccole papule o ponfi sulla zona interessata della pelle, tali ponfi possono infettarsi a causa di sfregamento e di escoriazioni. In caso si verificasse questo problema, toccare è l'ultima cosa che dovreste fare. E’ una forma di orticaria che si trova di solito nei bambini, i genitori devono esseri vigili ed evitare che i bambini si graffiano e grattano.

Orticaria cronica papulosa

Se la vostra orticaria papulosa persiste più di sei settimane, allora si può avere orticaria cronica. Anche se accade solo in pochi casi, può essere estremamente fastidiosa a causa del costante prurito e bruciore. In questo caso, è consigliabile consultare un medico per il trattamento professionale. L’orticaria papulosa è una reazione comune a punture di insetti. È più comune nei bambini che negli adulti.

Sintomi dell'orticaria papulosa

Gruppi di sfoghi rossi molto pruriginosi di 0,2 - 2 cm di diametro ed appaiono per pochi giorni durante i mesi estivi o autunnali. A volte ogni punto sviluppa un blister pieno di liquido fino a un centimetro di diametro. Essi sono presenti più spesso sulle gambe e sulle altre aree scoperte, come le braccia e la faccia, ma a volte sono dispersi in piccoli gruppi su tutto il corpo. E 'difficile non graffiare le macchie, che diventano croste e possono infettarsi , sono poi dolenti. A volte un nuovo spot provoca in tutte le vecchie manifestazioni un nuovo e intenso prurito.
Gli sfoghi sembrano rimanere per alcuni giorni o alcune settimane e possono lasciare segni o cicatrici persistenti, soprattutto se sono stati graffiati profondamente. L’orticaria papulosa può apparire in vacanza o dopo un trasloco. Uno o più membri della famiglia potrebbe risentirne. Occasionalmente l'eruzione può scomparire per anni e poi ripresentarsi inaspettatamente. Non è associata ad alcun problema interno e non è mai una grave malattia.

Qual è la causa di orticaria papulosa?

L’orticaria papulosa è essere una reazione allergica agli insetti nell'ambiente. Spesso dopo pochi anni la persona diventa insensibile a questi insetti e la reazione si spegne. Un morso di solito non è presente e si pensa che la reazione possa avvenire semplicemente dal contatto della pelle con parti di insetti come le sue feci e le sue uova:  questa soprattutto per gli spot in luoghi inaspettati. Le cause più comuni identificate sono insetti che vivono sui gatti e cani, come le pulci e gli acari.

Le pulci sono facilmente visibili ad occhio nudo, ma possono essere difficili da eliminare. Gli acari sono troppo piccoli per essere visti, ma sono ugualmente comuni. L'animale viene ripetutamente infestato e deve essere trattato con polvere di pulci o con preparazioni. Purtroppo i collari antipulci non sono molto efficaci pertanto è sempre da utilizzare il prodotto antipulci ed antizecche che si trova in commercio in comoda versione monouso in base alla stazza del cane oppure in versione per gatto.

Non tutti quelli che sviluppano orticaria papulosa hanno animali domestici, e può essere quasi impossibile capire a che cosa un paziente sta reagendo. Sono stati riportati casi di allergia agli acari degli uccelli, ai coleotteri, ai bruchi e agli insetti che vivono nella muratura della casa disturbati da lavori di ristrutturazione.
Un disturbo simile, chiamato “orticaria papulare cronica” o “prurigo simplex” negli adulti non è dovuto agli insetti e la causa è sconosciuta. Può essere una variante della dermatite atopica.

Come si manifesta orticaria papulosa?

L'eruzione è caratterizzata dalla comparsa di ondate di brufoli che vanno da un ottavo a un centimetro di diametro. L'intero corpo può essere influenzato, anche se più frequentemente le lesioni si sviluppano sulle zone esposte del viso, collo, torace, dorso delle cosce e glutei. Per la natura diffusa dell'eruzione si crede essere una reazione allergica a solo pochi bocconi e non è il risultato di numerosi morsi dappertutto.
In generale, le orticarie individuali persistono per 2-10 giorni, anche se a volte l'eruzione può persistere per molte settimane, anche estendendosi ben oltre la fine della stagione degli insetti. Le recidive non sono infrequenti, soprattutto nei bambini con una storia personale o familiare di atopia (asma, rinite stagionale, o eczema).
La presenza di orticaria stagionali, diffuse, di piccole dimensioni, una storia di una sensibilità esagerata alle punture di insetto, e una storia personale o familiare di atopia contribuisce a stabilire la diagnosi di orticaria papulosa. Le misure preventive riguardano le linee guida di buon senso comune, per evitare punture di insetti e punture di cui sopra. Il trattamento consiste di solito nell'uso di creme con corticosteroidi topici o lozioni ed antistaminici orali e corticosteroidi.

Gestione e prevenzione dell'orticaria papulosa

Il trattamento di orticaria papulosa deve essere conservativo ed è sintomatico nella maggior parte dei casi. Lieve steroidi topici e antistaminici sistemici per il sollievo del prurito che spesso accompagna questa condizione possono essere utilizzati. A volte, l’orticaria papulare può essere abbastanza grave da giustificare l'uso di corticosteroidi sistemici a breve termine. Se si verifica impetigine secondaria, gli antibiotici topici o sistemici possono essere necessari. Si noti che l'uso di repellenti per insetti, mentre il paziente è fuori e l'uso di dispositivi di controllo di pulci e zecche sugli animali domestici sono necessari quando queste persone sono in trattamento per orticaria papulosa.

L’uso rigoroso di un insetticida efficace può prevenire le punture di insetti e, di conseguenza, l’orticaria papulosa. Insetticidi contenenti diethyltoluamide (DEET) sono tra i più vantaggiosi. Per motivi di sicurezza, gli insetticidi topici utilizzati su neonati e bambini dovrebbero essere in funzione della loro età.
Un vaccino di desensibilizzazione orale è stato tentato, ma il vaccino è stato ritenuto inefficace e la dimensione del campione dello studio era troppo piccolo per la significatività statistica.

Orticaria papulosa negli adulti

Che si facciano escursioni nelle zone più remote del pianeta o stiamo nel nostro cortile, corriamo il rischio di esposizione alle punture e alle allergia agli artropodi. L’orticaria papulosa è una reazione di ipersensibilità molto comune per i morsi, le punture, e il contatto con creature come gli acari, zecche, ragni, pulci, zanzare, moscerini, mosche, e anche bruchi. I bambini sembrano essere più a rischio, anche se gli adulti sono ugualmente vulnerabili. La presentazione classica di orticaria papulare comprende papule pruriginose ricorrenti o vescicole e diversi gradi di edema locale. La gravità è spesso legata alla risposta dell'ospite alle proteine salivari.

Sintomi consigli cause e cure per l'orticaria papulosa.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo orticaria papulosa

Orticaria papulosa trattata con antistaminici, crema e accorgimenti vari

Mia figlia di otto anni ne è momentaneamente affetta. Viene trattata con antistaminici 10 gocce alla sera e localmente con ecoval crema 3 volte al giorno. Siamo ora mai al quindicesimo giorno di cura e per il momento le zone interessate lentamente migliorano ma, di nuove ne compaiono.
Ho bonificato i locali della casa con fortecid reset amienti, ho trattato i nostri animali con frontline, uso normalmente napisan e simili per la disinfezione degli indumenti. Questi accorgimenti sicuramente risolveranno ,spero ,drasticamente il problema, anche su consiglio del medico dermatologo.

Lascia il tuo commento: