Osteoartrite

L'osteoartrite è una condizione che colpisce le articolazioni ed è il tipo più comune di artrite.

Migliaia di persone annualmente sono colpite dalla osteoartrite, ed ogni anno vengono eseguiti migliaia di interventi di sostituzione soprattutto dell'anca e del ginocchio.

Osteoartrite

Osteoartrite

Osteoartrite

La malattia presenta alcune peculiari caratteristiche comuni a tutti i soggetti colpiti, quali l’infiammazione dei tessuti interni ed esterni alle articolazioni, danni alla cartilagine che riveste le articolazioni delle ossa e permette di muoversi facilmente e senza attrito, comparsa di escrescenze ossee che si sviluppano attorno alle articolazioni, l’osteoartrite si presenta soprattutto nelle ginocchia, nei fianchi, nelle piccole articolazioni delle mani e alla base del alluce, e di solito si sviluppa nelle persone che superano i 50 anni di età ed è più comune nelle donne che negli uomini, si ritiene comunemente che l'artrite sia una condizione inevitabile dell’invecchiamento, ma questo non è del tutto vero, in persone molto anziane le variazioni di osteoartrite sono visibili ai raggi X e non sempre sono accompagnate da dolori o problemi correlati con la funzione articolare, le persone più giovani possono invece essere colpiti da osteoartrite di solito  a causa di un infortunio o di altre condizioni scatenanti, i sintomi dell’osteoartrite variano molto da persona a persona, e si diversificano a seconda delle articolazioni colpite.

La quantità di danni alle articolazioni e la gravità dei sintomi può variare da persona a persona; ad esempio, un’articolazione può risultare particolarmente danneggiata anche senza avvertire i sintomi specifici dell’artrite o, al contrario, possono verificarsi sintomi che comunemente vengono associati all’artrite, ma in realtà nessuna articolazione viene danneggiata. Non esiste una vera e propria cura per l'artrite, ma i sintomi possono essere alleviati con una serie di trattamenti diversi, i sintomi lievi possono spesso essere gestiti con l'esercizio fisico o indossando calzature idonee, tuttavia, nei casi più critici di artrite, possono essere necessari altri trattamenti. I trattamenti comprendono: trattamenti non farmacologici, inclusa la perdita di peso e la fisioterapia, farmaci come antidolorifici e interventi chirurgici.

Osteoatrite osteoartrosi

L’osteoartrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni ed è la più comune reumoartropatia. Tale malattia colpisce alcune articolazioni principali come ad esempio il ginocchio (artrosi del ginocchio) e l’anca (artrosi dell’anca) ed anche mani. Esiste anche una forma denominata osteoartrosi secondaria e corrisponde solitamente ad eventi traumatici, aumento di peso (di una certa rilevanza), etc.

Osteoartrite erosiva

L’osteoartrite erosiva è una forma di osteoartrosi acuta primaria che colpisce in particolar modo le donne nel periodo di menopausa in modo doloroso e le articolazioni maggiormente colpite sono solitamente le interfalangee distali delle dita.

Osteoartrite sintomi

I principali sintomi dell’osteoartrite sono:

  • dolore (specialmente quando si svolge attività fisica o anche semplicemente mentre si cammina)
  • rigidità al mattino anche se di breve durata (di solito migliora dopo 30 minuti che ci si inizia a muovere)
  • difficoltà di movimento delle articolazioni colpite dal dolore o rigidezza delle articolazioni durante un’attività motoria
  • aumento del dolore e rigidità quando le articolazioni sono a riposo
  • i giunti delle articolazioni risultano ingrossati e più rigidi
  • sensazione di crepitio e scricchiolio delle articolazioni
  • gamma limitata di movimento alle articolazioni
  • debolezza e atrofia muscolare (perdita di massa muscolare)

Tuttavia, in alcuni casi di osteoartrite, può anche non riscontrarsi alcun sintomo ed il dolore può avvertirsi sporadicamente. Spesso si verificano sintomi solo in una articolazione e possono anche svilupparsi lentamente.

Sintomi dell’osteoartrite al ginocchio

In caso di osteoartrite al ginocchio è probabile che entrambe le ginocchia saranno influenzate nel corso del tempo, a meno che, la condizione non si è verificata a causa di un infortunio o di un'altro evento traumatico che ne colpisce solo uno. Le ginocchia possono essere maggiormente doloranti quando si cammina, in particolare in salita o quando si salgono le scale, a volte, le ginocchia possono cedere sotto il peso del corpo e diviene difficile  raddrizzare le gambe.

Sintomi dell’osteoartrite all’anca

L’osteoartrite quando si forma all’anca (o alle anche) causa difficoltà di movimento e diviene difficoltoso indossare le scarpe e le calze, oppure entrare ed uscire dall’automobile. L’osteoartrite nell’anca di solito causa dolori che si irradiano all’inguine e al bacino e si intensificano durante i movimenti, può capitare che l’osteoartrite all’anca produca dolori anche al ginocchio perché il cervello identifica il dolore nel ginocchio anziché nell’anca a causa del cablaggio che trasmette i segnali di dolore. Nella maggior parte dei casi, il dolore sarà maggiore quando si cammina, ma può anche presentarsi quando si è a riposo.

Sintomi dell’osteoartrite della mano

L’osteoartrite colpisce spesso tre aree principali della mano: la base del pollice, le articolazioni più vicina alla punta delle dita e le articolazioni nel mezzo delle dita. Le dita possono diventare rigide, dolorose e gonfie e si può sviluppare un rigonfiamento sulle articolazioni delle dita stesse, nel corso del tempo il dolore può diminuire fino a scomparire del tutto, anche se i dossi e il gonfiore persistono. Le dita possono leggermente piegarsi lateralmente, seguendo l’inclinazione delle articolazioni colpite o si possono sviluppare cisti dolorose e grumi sul dorso della mano in corrispondenza delle dita. In alcuni casi, si può anche sviluppare un rigonfiamento alla base del pollice, dove l’articolazione si collega al polso, questa condizione può essere molto dolorosa e si può trovare difficoltà a svolgere alcune attività manuali, come scrivere, aprire e chiudere barattoli o utilizzare le chiavi per aprire o chiudere una porta.

Osteoartrite cause

Le articolazioni, come del resto la maggior parte del corpo umano, sono costantemente esposte alla possibilità di essere danneggiate, nella maggior parte dei casi il corpo stesso si impegna a riparare il danno e, tale processo di riparazione, passerà inosservato senza nessun riscontro di sintomi specifici. L'osteoartrite si verifica quando vi è un danno, sia all’interno delle articolazioni sia all’esterno della zona circostante le articolazioni, che il corpo non può riparare autonomamente, come problemi ai legamenti del tendine, infiammazione all'interno dell'osso e danni alla superficie di protezione (cartilagine) che permette alle articolazioni di muoversi agevolmente.

Le articolazioni possono diventare tassellate, le ossa cominciano a sporgere formando grumi ossei chiamati osteofiti, le ossa si ispessiscono e si ampliano, le articolazioni diventano rigide, dolorose e risulta difficile qualsiasi tipo di movimento,  si può anche verificare un accumulo di liquido nelle articolazioni a causa della infiammazione, che può provocare gonfiore Non si sa perché si verifica la rottura nel processo di riparazione automatica che porta alla osteoartrite. Tuttavia, si ritiene che, probabilmente, altri fattori contribuiscono allo sviluppo dell’artrosi, come  quelli riportati qui di seguito.

L’infortunio può portare alla formazione dell’osteoartrite?

L'osteoartrite può svilupparsi in un’articolazione che è stata danneggiata da una ferita o a seguito ad un infortunio. L’uso eccessivo dell'articolazione sulla quale è intervenuto un trauma o che ha subito un intervento chirurgico e che ancora non è completamente guarita, può contribuire all’insorgere dell’osteoartrite in età avanzata. A volte, l’osteoartrite può verificarsi in articolazioni che sono state gravemente danneggiate da una condizione precedente o già esistente, come l'artrite reumatoide che è una forma di artrite causata dal sistema immunitario del corpo umano. L’artrite che si sviluppa a causa di danni esterni o di un'altra condizione è nota come artrite secondaria, è possibile che tale artrite secondaria inizi a svilupparsi molti anni dopo il danno iniziale, senza preannunciarsi con sintomi o effetti.

Osteoartrite ed ereditarietà

In alcuni casi, l'artrite può presentarsi a causa di caratteristiche genetiche presenti in famiglia. Gli studi genetici non hanno identificato un singolo gene responsabile della comparsa dell’osteoartrite nelle ossa del ginocchio, delle anche e della mano per cui sembra probabile che invece una serie di geni combinati tra loro siano responsabili singolarmente di piccoli contributi alla comparsa dell’osteoartrite ed è per questo che, al momento, è improbabile che un test genetico per l'artrite sia disponibili nel prossimo futuro.

Osteoartrite e peso

La ricerca sulle cause dell’osteoartrite ha dimostrato che essere obesi produce un eccessivo sovraccarico sulle articolazioni, in particolare su quelle che portano la maggior parte del peso del corpo, come le ginocchia e i fianchi, infatti è stato scientificamente riscontrato che l'artrosi si può sviluppare maggiormente  nelle persone che sono obese.

Diagnosi dell’osteoartrite

Bisogna rivolgersi al medico e richiedere degli specifici esami se si avvertono i sintomi dell’osteoartrite, non esiste un vero e proprio test definitivo per diagnosticare la malattia, sarà il medico che, con l’attenta analisi del paziente, la ricerca dei sintomi, l’esame delle articolazioni e dei muscoli potrà diagnosticare se il paziente soffra di osteoartrite.

Il medico potrà diagnosticare l’osteoartrite se:

  • il paziente ha più di 50 anni di età
  • sono persistenti dolori alle articolazioni, che peggiorano quando più si utilizzano le articolazioni
  • il paziente non avverte rigidità delle articolazioni al mattino o avverte una rigidità che non dura più di mezz'ora

Se i sintomi sono leggermente diversi da quelli sopra elencati, il medico può diagnosticare un'altra forma di artrite, per esempio, se il paziente avverte una rigidità articolare al mattino che dura per non più di un'ora, può darsi che sia presente solamente una forma di artrite infiammatoria. Ulteriori test, come ad esempio i raggi X o gli esami del sangue, di solito non sono necessari per confermare una diagnosi di artrite. Tuttavia, è possibile sottoporsi ad ulteriori esami se il medico vuole escludere altre possibili cause dei sintomi, come l'artrite reumatoide o un osso fratturato

Raggi X per l’osteoartrite

Circa un terzo delle persone affette da artrite che si sottopongono all’esame dei raggi X hanno sintomi come dolore o gonfiore. I raggi X possono rivelare il restringimento dello spazio tra le articolazione (superficie articolare), la presenza di osteofiti, la formazione di cisti, e l’indurimento dell'osso sottostante. Un risultato importante dovuto a questi studi è stato la costatazione che la presenza di artrite nelle mani è un segno predittivo di un deterioramento dell'articolazione del ginocchio. In altre parole, le persone con artrite nelle dita delle mani sono più a rischio di contrarre una rapida progressione dell’artrite anche nel ginocchio.

Osteoartrite e risonanza magnetica

Un altro esame utilizzato per individuare la presenza di osteoartrite è la risonanza magnetica, che è una complessa tecnica non invasiva diversa dall’esame con i raggi X, questi ultimi forniscono informazioni principalmente sulle ossa, la risonanza magnetica invece è in grado di visualizzare tutte le strutture all'interno dell'articolazione. La tecnologia della risonanza magnetica è sofisticata e richiede un esperto per interpretarne lo studio e i risultati.

Osteoartrite e TAC

Anche la TAC può essere utilizzata per avere una visione completa delle articolazioni ed individuare la presenza di osteoartrite. La TAC fornisce principalmente informazioni sulle strutture ossee, ma in modo più dettagliato rispetto alla semplice radiografia.

Osteoartrite ed analisi dei fluidi

L’analisi dei fluidi è un esame che consiste nel prelievo del fluido dell’articolazione che presenta i sintomi dell’osteoartrite, il prelievo viene effettuato con un ago e di solito viene utilizzato quando la diagnosi non è certa o si sospetta la presenza di un’infezione.

Trattamento per la cura dell’osteoartrite

Il trattamento per l'osteoartrite si propone di alleviare il dolore, ridurre la disabilità e fornire un supporto per aiutare il paziente di tutte le età a vivere una vita il più attiva possibile e a condurre un’esistenza indipendente. Ogni persona che soffre di osteoartrite dovrebbe avere accesso a informazioni, supporto e conoscenze per migliorare la salute delle ossa e dei muscoli e per essere in grado di gestire la propria condizione, ogni città dovrebbe essere dotata di servizi che permettano una diagnosi precoce e il trattamento in corso e reattivo e di supporto alla malattia.

L’osteoartrite non può essere curata, ma il trattamento può alleviare i sintomi e impedire loro di danneggiare la vita quotidiana del paziente.

I principali trattamenti che non comportano l’uso di farmaci consistono in:

  • accesso alle informazioni giuste e pertinenti
  • esercizio per migliorare la forma fisica e rafforzare i muscoli
  • perdita di peso, se si è in sovrappeso

Osteoatrite cura e farmaci

Se l’artrosi si presenta in forma lieve o moderata, potrebbe non essere necessario alcun altro trattamento, il medico può consigliare al paziente come gestire i sintomi, apportando semplici modifiche al proprio stile di vita. Questi suggerimenti possono essere sufficienti per mantenere la condizione sotto controllo. Un regolare esercizio fisico e la perdita del peso in eccesso sono le basi fondamentali per il trattamento dell’osteoartrite, qualunque sia l’età o il livello di elasticità fisica del paziente.

Gli esercizi fisici consigliati consistono in una combinazione di esercizi per rinforzare i muscoli e per migliorare la forma fisica in generale, inoltre alleviano lo stress e migliorano la postura, e questo consentirà di alleviare i sintomi. Un fisioterapista discuterà i benefici che ci si può aspettare dal programma di esercizi e può dare un piano di esercizi da seguire a casa. È importante seguire il piano assegnato dal fisioterapista perché può esservi il rischio che un esercizio sbagliato può danneggiare le articolazioni. L'esercizio fisico regolare aiuterà a rafforzare i muscoli e, potenzialmente, a stimolare la crescita della cartilagine, ma bisogna evitare lo sport ad alto impatto, e preferire esercizi di rafforzamento e l’aerobica.

Essere in sovrappeso o obesi peggiora le condizioni dell’osteoartrite, il peso in eccesso produce più pressione sulle articolazioni danneggiate, che hanno una ridotta capacità, le articolazioni degli arti inferiori, che portano la maggior parte del peso, sono sotto stress soprattutto quando si è in sovrappeso o obesi. Si può cercare di perdere peso facendo maggiore attività fisica e introducendo una dieta più sana che contenga vitamine antiossidanti C , E,  e soprattutto vitamina D e calcio per rafforzare le ossa.

Un’applicazione di impacchi caldi e cera calda (paraffina) può contribuire ad alleviare il dolore.
Alcuni dispositivi di assistenza sono utili per migliorare la funzione delle parti mobili del corpo o di supporto, per allineare, prevenire o correggere le deformità; stecche o graffe, deambulatori, stampelle o bastoni, e calzature ortopediche aiutano l’allineamento articolare e la redistribuzione del peso.

Il farmaco maggiormente utilizzato per curare l’osteoartrite è il paracetamolo. I farmaci antinfiammatori non steroidi più diffusi per alleviare i dolori dovuti all’osteoartrite sono:

L'obiettivo generale del trattamento è l'eliminazione precoce dei fattori di rischio, la diagnosi precoce, la sorveglianza della malattia e un trattamento adeguato per la cura del dolore. E’ anche importante aiutare le persone che soffrono di osteoartrite a riacquistare la loro mobilità, questi obiettivi possono essere raggiunti attraverso un approccio logico alle cure,come una sovrapposizione di trattamento non farmacologico con un trattamento farmacologico e possibilmente la gestione chirurgica della malattia. Il trattamento che non comporta l’utilizzo di farmaci comprende l'educazione alimentare, la terapia fisica, la riduzione del peso, l’attività fisica e i dispositivi di assistenza (ortesi).

Prevenzione dell’osteoartrite

Non è possibile prevenire del tutto l'artrite, tuttavia, alcuni consigli utili, come quelli di seguito elencati, potrebbero essere in grado di ridurre al minimo il rischio di far progredire la malattia. Prendersi cura delle articolazioni facendo qualche esercizio fisico regolare, cercando di non stressare eccessivamente le articolazioni, in particolare i fianchi, le ginocchia e le articolazioni delle mani. Evitare di eseguire esercizi che gravino sulle articolazioni e li costringano a sopportare un carico eccessivo, come la corsa e l’allenamento con i pesi, preferire, invece, esercizi come il nuoto e il ciclismo, dove le articolazioni sono meglio supportate e il carico è più controllato. Cercare di mantenere una buona postura in ogni momento, ed evitare di rimanere nella stessa posizione per troppo tempo, se si lavora ad una scrivania, assicurarsi che la sedia sia regolata  alla giusta altezza, fare delle pause regolari per muoversi e cambiare spesso posizione. Cercare di mantenere i muscoli sempre in forza, essi contribuiscono a sostenere le articolazioni. Eseguire attività aerobica di moderata intensità, una passeggiata in bicicletta o una passeggiata veloce per almeno 2 ore a settimana per mantenere il tono muscolare e soprattutto, cercare di perdere peso, se si è in sovrappeso.

Osteoartrite cause sintomi prevenzione e terapia di cura.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo osteoartrite

osteoartrite

Un bel articolo che mi è stato di aiuto!

Lascia il tuo commento: