Otite

Otite cosa è? L'otite è una patologia complessa che può presentarsi in varie forma e causare dolore nella zona dell'orecchio.

Otite in realtà è un termine generico che indica infezione o infiammazione dell’orecchio, sia nelle parti interne che in quelle esterne e la condizione viene classificata a seconda del periodo, cioè otite acuta se si verifica per un breve periodo, otite cronica se è ripetuta. Un’infezione all’orecchio solitamente è causata da batteri e spesso inizia dopo che si ha mal di gola, raffreddore o altre infezioni delle vie respiratorie superiori. 

otite che fare

Informazioni sulla otite


Informazioni sulla otite


L’otite esiste in due forme specifiche:

  • otite esterna 
  • otite media.

Otite esterna

L’otite esterna è un’infezione del condotto uditivo esterno e l’orecchio esterno. Questa infiammazione si può sviluppare ad esempio quando l’acqua rimane nel canale uditivo esterno e facilita la prolificazione di batteri che possono causare un’infezione.

Otite esterna sintomi

I sintomi più comuni dell’otite esterna includono:

  • prurito all’orecchio
  • arrossamento del padiglione auricolare
  • dolore all’orecchio 

Altri sintomi possono includere anche pus, perdita temporanea dell’udito, febbre.

Otite esterna cause

Tra le cause che possono provocare l’otite esterna, la più frequente è quella in cui rimane dell’acqua all’interno dell’orecchio che, creando un ambiente caldo e umido, favorisce la crescita dei batteri che provoca infiammazione ed infezione.

L’infezione provoca irritazione ed infiammazione lungo la parte esterna del lobo dell’orecchio, caratterizzata da arrossamento, bruciore, gonfiore e prurito.

Altre cause dell’otite possono essere:

  • allergia agli orecchini
  • determinate condizioni epidermiche come ad esempio l’eczema
  • oggetto estraneo dentro a cavità dell’orecchio
  • etc.

Otite esterna cure

Cure e trattamenti per un’otite esterna vengono sempre in ogni caso valutati dal medico che solitamente prescrive una cura a base di gocce auricolari o pomata antibiotiche. 

In caso di dolore o fastidi solitamente si consiglia l’assunzione di antidolorifici e antinfiammatori come l’ibuprofrene o il paracetamolo. Inoltre il medico potrebbe anche prescrivere una terapia a base di cortisonici oppure potrebbe ritenere anche il caso di far assumere degli steroidi per ridurre l’infiammazione e se l’otite è associata a raffreddore solitamente si consiglia anche un decongestionante nasale, oppure se vi è associata un’allergia anche un antistaminico.


Otite media

L’otite media è un’infezione o infiammazione dell’orecchio medio. Tale infiammazione spesso inizia quando le infezioni che causano mal di gola, raffreddore o altri problemi respiratori si diffondono fino all’orecchio. Questa infezione può essere di natura virale o batterica ed è la seconda malattia più comune dell’infanzia dopo le infezioni alle vie respiratorie.

Otite media acuta

L’otite media acuta implica una rapida insorgenza di malattie associate ad uno o più sintomi, tra questi vi sono:

Otite nei bambini

L’otite è un’infezione che colpisce la metà dei bambini durante i primi tre anni, ma anche se l’otite è considerata una malattia dei bambini e dei giovani, gli adulti non ne sono esclusi.

Tra i sintomi che possono accompagnare l’otite nei bambini troviamo il dolore (come sintomo principale dell’otite), febbre, nausea, vomito, possibile fuoriuscita di pus e sensazione di avere l’orecchio tappato.

Le otiti medie possono essere molto frequenti nei bambini, soprattutto come possibile conseguenza di un raffreddore comune e spesso si presentano nei bambini al di sotto dei due anni accompagnate anche da febbre, irritabilità, sonno agitato e discontinuo, diarrea, pianti frequenti.

Prevenzione dell’otite nei bambini

Alcune regole per prevenire l’otite nei bambini sono:

  • allattare il bambino al seno ed evitare l’allattamento artificiale
  • evitare l’esposizione al fumo passivo
  • pulire bene le cavità nasali in caso di raffreddore

Otite media cronica colesteatomatosa

L’otite media cronica colesteatomatosa, nota anche con il nome di colesteatoma, è una malattia che si caratterizza con la presenza di pelle all’interno dell’orecchio e la forma più frequente è rappresentata dalla ciste cutanea che si disquama all’interno dell’orecchio. Questo tipo di otite è pericoloso e non deve essere trascurato in quanto, oltre a determinare una perdita uditiva trasmissiva per l’erosione degli ossicini dell’orecchio, può determinare anche un’infezione dell’orecchio interno con ulteriori conseguenze spiacevoli come le vertigini, la meningite, la labirintite, la mastoidite acuta e la perdita dell’udito.

Otite media cronica colesteatomatosa cause

Le cause per tale patologia possono essere di vario tipo, infatti in alcuni casi risulta formatasi dopo un’otite media acuta non curata adeguatamente o trattata non tempestivamente, mentre in altri casi risulta essere legata alla gravità dell’otite o dalla presenza di altre patologie come ad esempio deviazione del setto nasale, adenoidite, diabete etc.

Cura per l’otite media cronica colesteatomatosa

La cura per la colesteatoma dipende dalle condizioni generali della persona colpita da tale patologia e può essere:

  • trattamenti con lavaggi disinfettanti, gocce antibiotiche o antibiotici
  • asportazione chirurgica


Otite catarrale

Si parla di otite catarrale quando l’otite media è di tipo acuto e caratterizzato dalla presenza di fluidi spesso purulenti. Questa patologia colpisce spesso i bambini soprattutto in età inferiore ai quattro anni ed i motivi di tale frequenza sono svariati, come ad esempio che i bambini entro i quattro anni hanno le trombe di Eustachio più corte ed orizzontali di quelle di un adulto e sono più facili da colpire da batteri e virus.

Otite e omeopatia

In caso di otite solitamente vengono consigliati i rimedi omeopatici a base di Natrum Muriaticum, Silicea, Pulsatilla, Iodum, Kalium Carbonicum, Kalium Muriaticum, etc.

Nella prima fase dell’otite cioè quando si hanno dolori all’orecchio in modo rapido si consigliano i seguenti rimedi omeopatici: Belladonna, Aconitum e Chamomilla.

Nella seconda fase si suddividono i casi di:

  • chi ha sete ed apprezza il calore locale e sono consigliati come rimedi omeopatici: Arsenicum Album, Capsicum, Kalium Bichrimicum, Kalium Muriaricum;
  • chi non ha sete e richiede gli impacchi freddi e sono consigliati i rimedi omeopatici di: Ferrum Phosphoricum, Pulsatilla, Apis, Hydrastis, Kalium Sulfuricum.

Otite e rimedi naturali

Un rimedio naturale tramandato dalle nonne in caso di otite è di usare l’olio di oliva posto in cucchiaio (meglio se si ha un contagocce) per far cadere un paio di gocce in ogni orecchio. L’olio aiuta a pulire l’occhio in modo delicato e contemporaneamente a mantenere la giusta idratazione.

Altro rimedio tramandato in caso di otiti è di usare il succo di aglio messo con un contagocce nell’orecchio colpito da otite, ma l’aspetto negativo è che si sente l’odore non propriamente simpatico dell’aglio.

Oppure si può preparare dell’acqua riscaldata e aceto, utilizzando un paio di cucchiai di aceto in un bicchiere scarso di acqua tiepida, da mettere in una siringa privata dell’ago e farsi aiutare da qualcuno a “sparare” il liquido nelle orecchie che aiuterà a ripulire bene la cavità dell’orecchio.

Altri rimedi naturali contro l’otite

  • Preparare un cotone idrofilo imbevuto con dell’olio di ricino, riscaldarlo leggermente e poi applicare il batuffolo imbevuto di olio di ricino sulla parete esterna dell’orecchio. Questo aiuta a trattare l’infiammazione ed a lenire prurito o dolore all’orecchio.
  • Usare l’olio di levistico mattina e sera mettendo un paio di gocce nell’orecchio colpito da otite. 
  • Usare l’olio di lobelia nel canale auricolare, mattina e sera, sempre in quantità di un paio di gocce, e poi rimuovere dopo un minuto l’olio usando acqua tiepida. 
  • Fare dei suffumigi a base di acqua e camomilla aiuta il decorso dell’otite.

Inoltre anche l’alimentazione aiuta in caso di trattamento di otiti, in quanto solitamente si consiglia di consumare vitamina C, zinco e calcio.

In caso di otite in ogni caso si consiglia di rivolgersi sempre al medico, soprattutto se si presenta febbre o altre sintomatiche.

Otite cosa fare e cosa sapere