Otite e omeopatia

Otite e dolore: Nella maggior parte dei casi le infezioni che colpiscono le orecchie, quali appunto l’otite, si risolvono in maniera naturale entro qualche giorno, senza che sia necessario alcun trattamento medico. Durante tali giorni l’infezione porta però notevoli disagi e disturbi. Sfruttare alcuni dei vecchi o noti rimedi, potrebbe essere dunque, favorevole al fine di alleviare i sintomi ed il dolore.

Otite e rimedi naturali: I farmaci a base di erbe sono da moltissimo tempo utilizzati per il loro effetto terapeutico in caso di otite, sia per la riduzione del dolore che per la rimozione dell’infezione che la ha generata. L’utilizzo di erbe così come di altri trattamenti naturali permette di eliminare il dolore associato all’otite, in maniera sicura ed efficace. L’obiettivo della cura consiste oltretutto in un rafforzamento del sistema immunitario, così da evitare problemi futuri. 

omeopatia e otite

Omeopatia e otite


Tra i rimedi naturali troviamo i seguenti:

  • Olio alle erbe: l’applicazione di gocce auricolari a base di olio di erbe, ottenuto da fiori ed aglio miscelati insieme con dell’olio d’oliva, risulta essere un’ottima soluzione in caso di otite acuta ovviamente nel caso di infezioni non eccessivamente gravi. Le gocce devono essere somministrate tre volte al giorno. Fare particolare attenzione ed interrompere subito il trattamento nel caso in cui vi siano segnali che indichino una rottura del timpano, ovvero nel caso in cui vi sia presenza di sangue.
  • Erbe antivirali: si tratta di erbe che possono essere assunte per via orale. L’obiettivo è la riduzione della durata, nonché della gravità dell’otite. Farmaci a base di erbe, appartenenti a tale categoria sono: sambuco, liquirizia e molti altri. Tali erbe sono efficaci per prevenire e curare anche molti tipi di infezioni, raffreddori ed influenza e quindi, indirettamente, a prevenire l’insorgenza di otite.

In ogni caso si consiglia di consultare prima il proprio medico al fine di scegliere l’alternativa più adatta per il tipo di otite riscontrata.

Rimedi della nonna per l’otite

Tra i vecchi e classici rimedi, troviamo differenti soluzioni, che possono aiutare la persona affetta da otite a trovare un po’ di sollievo.

  • Borsa di acqua calda: al fine di lenire il dolore è possibile porre sull’orecchio una bottiglia od una borsa di acqua calda. Alcune persone adottano lo stesso sistema utilizzando un sacchetto di sale riscaldato.
  • Doccia calda: facendo una doccia con dell’acqua calda è possibile ottenere un sollievo dal dolore grazie al vapore che riesce a rompere ed ammorbidire il cerume.
  • Bere acqua: bevendo o inghiottendo dell’acqua, si incoraggia l’azione muscolare che apre e drena la tromba di Eustachio: tenendo aperte le tube uditive, il dolore si avverte in maniera minore.
  • Zinco: assumendo una certa quantità (consigliata dal medico) di zinco al giorno, è possibile ridurre gli effetti dell’infezioni dell’orecchio.
  • Vitamina C: la lotta contro l’infezione dell’orecchio può essere facilitata mediante un rafforzamento del sistema immunitario, aumentando ad esempio l’assunzione giornaliera di vitamina C.
  • Sidro di aceto di mele: preparate una soluzione combinando una parte di aceto di sidro di mele assieme ad una pari quantità di acqua distillata. Ponete una goccia della miscela preparata in ciascun orecchio.
  • Aglio: dal momento che l’aglio è noto per la sua capacità nell’uccidere i batteri, il suo utilizzo risulta efficace anche per quanto riguarda l’infezione delle orecchie. È possibile utilizzare dell’olio di aglio o altrimenti preparare un composto ottenuto dalla miscela di chiodi di garofano e tre spicchi d’aglio. Per la preparazione coprite i due ingredienti con dell’olio di oliva e lasciate il composto a riposare per una notte intera. Il giorno seguente versate il composto mediante un colino. Lasciate, dunque, cadere 3-4 gocce all’interno dell’orecchio e permettete che il condotto uditivo resti bagnato al più per cinque minuti. Ripetete la stessa operazione due volte al giorno.

Rimedi omeopatici per l’otite - Vai di omeopatia

Per quanto riguarda le cure omeopatiche è possibile adottare una delle seguenti soluzioni. La scelta del rimedio più adatto dipende dalla causa alla base del problema. È necessario somministrare le gocce di tali composti, in genere, più volte durante al giorno e preferibilmente in momenti lontani dai pasti.

  • Aconitum: consigliato in caso di otite esasperante. Molti esperti lo reputano di gran lunga superiore rispetto ad altri rimedi omeopatici (Chamomilla o Pulsatilla). L’Aconitum è raccomandato in caso di arrossamenti, dolori lancinanti e pungenti, oltre che un’eccessiva sensibilità. Al di là di questi casi, è possibile adottare tale rimedio in caso di sbalzi di temperatura delle orecchie e nel caso in cui i dolori siano più forti durante la notte. La sua efficacia rende risultati positivi immediatamente dopo la prima somministrazione.
  • Belladonna: è il rimedio adottato in caso di otite acuta. È ottimo nel caso in cui siano presenti dolori violenti e che si manifestano improvvisamente. Tale soluzione consiste nella somministrazione di alcune gocce, da applicare tre volte durante il giorno.
  • Pulsatilla: tale rimedio, oltre che in caso di otite è sfruttato per risolvere molti altri problemi, quali ad esempio geloni e congiuntivite. La pulsatilla ha dei fiori, che sono appunto efficaci in caso di infezioni all’orecchio caratterizzate dalla presenza di un orecchio caldo, rosso e gonfio. È un’ottima scelta anche nel caso in cui siano presenti dolori acuti e pulsazioni dell’orecchio anche durante la notte. È il rimedio più comune nel caso di infiammazioni acute dell’orecchio medio. È indicato anche nel caso in cui vi siano secrezioni giallastre all’interno dell’orecchio.
  • Chamomilla: è un trattamento specifico per otiti che colpiscono i bambini. Efficace in caso di dolori si presentano in maniera violenta e con le orecchie che si surriscaldano. Oltre ciò è adottato nel caso in cui il bambino presenta delle guance molto rosse ed ha uno stato irrequieto ed agitato. Vi può essere una grande iperestesia e molta sofferenza. Va bene anche quando il bambino peggiora le sue condizioni durante la notte o quando vi è una temperatura dell’ambiente esterno bassa. 
  • Ferrum phosphoricum: tale rimedio è utile per le affezioni dell’orecchio e rappresenta la migliore soluzione per soggetti anemici. Si tratta di un rimedio molto efficace per otite acuta e nel caso in cui si avverta una certa sensibilità verso i suoni.
  • Capsicum: adottato in caso di otite media, associata ad una rottura della membrana del timpano. Il dolore presente è piuttosto forte e coinvolge una notevole porzione dell’osso temporale. Si adotta anche nel caso di dolori cronici accompagnati da mal di testa e sensazione di freddo, mentre le orecchie si presentano nello stesso tempo calde ed il dolore può colpire anche la gola. È possibile adottare tale rimedio anche nel caso di presenza di secrezioni giallastre.
  • Hepar sulfuris: è un rimedio consigliato nel caso di dolore pulsante ed una certa sensibilità al tatto. I pazienti ai quali è consigliato tale trattamento si presentano in genere molto irritabili e sensibili alla minima corrente d’aria.
  • Mercurius: il dosaggio è identico a quello dell’Aconitum. Tale rimedio è però scelto nel caso di otite caratterizzata da gonfiore delle ghiandole parotidi. È particolarmente efficace anche nel caso di debolezza dell’udito a causa della presenza di tonsille gonfie. Il dolore comporta anche mal di denti e dolore generale al viso. I sintomi peggiorano durante la notte e la membrana del timpano risulta ispessita.
  • Silicea: è un rimedio molto prezioso, soprattutto per quanto riguarda casi di otite associati a necrosi delle ossa o carie dei denti. Le perforazioni della membrana del timpano riescono a risolversi velocemente con la somministrazione di Silicea. Un sintomo tipico che porta alla scelta dell’applicazione di tale soluzione è la presenza di prurito e formicolio in corrispondenza della tromba di Eustachio.

Oltre l'omeopatia

Nel caso in cui l’infezione sia appena iniziata è possibile intervenire immediatamente prendendo dell’echinacea, senza alcool, sotto forma di gocce o integratori. Altra soluzione è l’argento colloidale. Si tratta di una soluzione sicura ed efficace. Si consiglia di utilizzare l’argento colloidale sia per eseguire dei lavaggi dell’orecchio o altrimenti è possibile assumerlo per via orale. Si tratta di un antibiotico naturale.

Il miglior modo per prevenire l’insorgenza di un problema che coinvolga le orecchie consiste nel mantenere una corretta e sana alimentazione costituita da alimenti integrali e non trasformati. Le vitamine ed i minerali sono molto importanti al fine di un rafforzamento del sistema immunitario e quindi per la difesa dalle infezioni. Si raccomanda di bere molta acqua e magiare una grande varietà di verdure fresche o cotte al vapore. Il consumo di zuppe e verdure bollite riesce persino a prevenire l’accumulo di muco all’interno dell’orecchio medio. Durante l’infezione è importante evitare il consumo di latticini, succhi di frutta, cibi raffinati e dolci.

Otite e possibili rimedi derivanti dalla omeopatia

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo otite e omeopatia

otite e omeopatia

Ottimo prospetto fatto con passione per una sana informazione! Bravi!

Suggerimenti molto utili e spiegazione rassicurante.
Grazie!

Lascia il tuo commento: