Pancreatite acuta

Pancreatite acuta: La pancreatite è una condizione in cui il pancreas non è in grado di funzionare normalmente a causa di diverse ragioni come il troppo lavoro, l’infiammazione o un trauma dell’organo stesso. Questo può portare ad aumento o una diminuzione dei livelli ematici di glucosio, al diabete e altri problemi permanenti. Se avete la pancreatite, dovete iniziare al più presto un trattamento consigliato dal medico o andare in ospedale. Questa malattia può essere fatale a seconda dei casi: il pancreas potrebbe smettere di funzionare.  Nel caso della pancreatite acuta, dovete intervenire subito: non trascurate i sintomi. 

pancreatite acuta cause

Pancreatite acuta


Cause pancreatite acuta

Esistono diversi motivi per cui il pancreas s’infiamma, ma di solito la ragione è principalmente una:

  • La causa più eminente è la formazione e la presenza di calcoli nella cistifellea per l'accumulo e l'indurimento della bile. Questi calcoli ostruiscono il percorso solito del dotto biliare, provocando così l'infiammazione del pancreas. 
  • Il consumo cronico di alcool contribuisce a infiammare il pancreas. 
  • Oltre a queste cause primarie, altri fattori sono responsabili della malattia, come un trauma addominale, la pancreatite autoimmune, la vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni del pancreas), le infezioni virali, l’ipertrigliceridemia, il pancreas divisum, malattie genetiche, disturbi metabolici (diabete) e tumori.

Sintomi

Ecco i sintomi che possono presentarsi in caso di pancreatite acuta:

  • forte dolore nella parte superiore dell’addome, che può arrivare fino a quella posteriore
  • nausea e vomito
  • abbassamento della pressione arteriosa
  • disidratazione. 

Questo può portare a qualsiasi grave problema addominale, renale o cardiovascolare. 

L’emorragia interna del pancreas può portare a traumi e alla morte, se non è seguita per molto tempo.


Diagnosi della pancreatite

Se soffrite di pancreatite acuta, dovete sottoporvi a numerosi test di laboratorio per una diagnosi corretta. La pancreatite provoca dolori addominali e un’elevata concentrazione di enzimi digestivi o pancreatici quali amilasi e lipasi nel sangue. Anche il livello normale di glucosio, potassio, sodio, calcio, magnesio e bicarbonato nel corpo può essere alto. I medici in genere prescrivono una serie di esami:

  • imaging a ultrasuoni dell’addome
  • tomografia computerizzata
  • colangiopancreatografia retrograda endoscopica ed ecografia endoscopica
  • colangiopancreatografia con risonanza magnetica

Imaging ultrasuoni dell'addome 

Le onde sonore passano attraverso il pancreas, il fegato, la cistifellea e altri organi per aiutare i medici a individuare le cause della pancreatite acuta. Gli impulsi elettrici creati dal rimbalzo delle onde riproducono un'immagine sul sonografo e aiuta il medico a formulare la diagnosi corretta della malattia.

Tomografia computerizzata

Comunemente nota come scansione TC, è una radiografia di natura non invasiva, che produce un'immagine a tre dimensioni delle parti del corpo. È utile poiché mostra le dimensioni e la posizione esatta dei calcoli biliari. Inoltre vi fa rendere conto della portata dei danni causati al pancreas.

Colangiopancreatografia retrograda endoscopica ed ecografia endoscopica

La colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP) e l’ecografia endoscopica (EUS) sono tecniche specializzate simili usate per rilevare le complicazioni del pancreas, della cistifellea e del dotto biliare. In questo modo venite prima sedati e poi un endoscopio è inserito in bocca e fatto passare attraverso la gola e lo stomaco fino all’intestino tenue. Dopo aver inserito l'endoscopio, un dispositivo a ultrasuoni è attaccato all’endoscopio e riproduce le immagini dei dotti biliari e del pancreas con l'aiuto delle onde sonore. 

Colangiopancreatografia con risonanza magnetica

Un altro test avanzato basato sulla risonanza magnetica utilizzata è la colangiopancreatografia a risonanza magnetica (CPRM) che riproduce immagini delle parti del corpo. Anche questa non è invasiva. Per questo esame, venite leggermente sedati e dovete sdraiarvi in un tubo cilindrico. Poi il medico inietta un colorante nelle vene in modo da riprodurre l'immagine della cistifellea, del pancreas e dei dotti biliari sullo schermo magnetico.

Cura e linee guida

Se soffrite di pancreatite acuta dovreste essere ricoverati in ospedale in modo da ricevere medicine e trattamenti adeguati. La cura di solito dipende dalla gravità della malattia:

  • Se è lieve, il ricovero potrebbe essere utile in modo da ricevere l’iniezione di liquidi per via endovenosa e per alleviare il dolore con medicine e antibiotici. 
  • In caso di pancreatite acuta grave, quando non riuscite a mangiare o bere, è raccomandata l'alimentazione nasogastrica. Un tubo lungo e sottile è inserito attraverso il naso per raggiungere lo stomaco. In questo modo il pancreas sta a riposo e ha il tempo e la possibilità di guarire. 

Inoltre, al momento della dimissione, il medico consiglia di evitare di fumare, bere bevande alcoliche e mangiare cibi ricchi di grassi. Tuttavia la vostra dimissione è consentita solo se siete fuori pericolo e gli esami certificano che siete in buona salute.  Le tecniche elencate come diagnosi della pancreatite acuta sono anche quelle utilizzate per il trattamento di questa malattia. La CPRM è la più avanzata e specializzata.

Rimedi

Se non state molto male e la vostra forma di pancreatite è lieve, inizialmente potete provare qualche rimedio naturale. Ecco alcune cure naturali:

  • Estratto di foglie d’oliva - L'estratto di quest’erba è il miglior agente antinfiammatorio per curare il gonfiore del pancreas.
  • Tarassaco (Taraxacum) - La radice di questa pianta è utile per migliorare la produzione di bile così come il benessere del pancreas.
  • Curcumina - Questa sostanza si trova nella pianta di curcuma ed è nota per curare l’ingrossamento del pancreas.
  • Integratori alimentari – Potete prendere integratori che contengono L-glutammina, L-metionine, selenio, silicio, N-acetilcisteina, e probiotici per ridurre il dolore e ripristinare le funzioni normali del pancreas.

Inoltre, la prevenzione è ovviamente la soluzione migliore per evitare gli attacchi di pancreatite acuta e questo può essere possibile se smettete di bere una quantità troppo elevata di alcool.

Complicazioni della pancreatite acuta

In caso di pancreatite acuta lieve, la colecistectomia è eseguita per rimuovere i calcoli dalla cistifellea. 

Quindi, non trascurate i sintomi della pancreatite. Consultate un medico, in modo fa avere un accurato e specifico trattamento per la malattia. 

In breve, la pancreatite acuta non è da sottovalutare. Potete cercare di curarla con dei rimedi naturali se non vi sentite molto male e il medico non vi consiglia il ricovero. Se però vedete che i sintomi peggiorano e il trattamento non sortisce l’effetto desiderato, allora chiamate subito il medico: non aspettate! La pancreatite può degenerare in qualcosa di più grave e portare alla morte. Il ricovero in ospedale preventivo può salvarvi la vita. Se i rimedi naturali non funzionano e il medico ritiene che il ricovero non sia necessario, può comunque prescrivervi dei farmaci adeguati. Non pensate che tanto guarirete comunque: può succedere ma non è detto. Se poi continuate a seguire uno stile di vita dannoso, non migliorerete di sicuro, anzi la situazione diventerà critica.

Pancreatite acuta informazioni e linee guida utili.

Malattie

Lascia il tuo commento: