Pancreatite cura

Pancreatite c'e' una cura? La cura adatta dipende dal tipo di pancreatite che avete: acuta, se avete avuto un attacco improvviso; cronica, se la malattia si presenta per molto tempo.  Non trascurate quest’infiammazione: può esservi fatale. Consultate subito un medico se la situazione è grave.

Trattamento iniziale per la cura della pancreatite

Per la pancreatite acuta: Riceverete un trattamento in ospedale per permettere al pancreas di guarire. Il medico integrerà i fluidi per via endovenosa (IV) in modo da:

  • Integrare i liquidi persi e 
  • Mantenere la pressione del sangue a un livello accettabile. 

Vi daranno farmaci per alleviare il dolore finché l’infiammazione non scomparirà. Per aiutare a far riposare il pancreas, probabilmente non dovrete mangiare nulla per 3-7 giorni. Se la causa della pancreatite sono i calcoli biliari, è possibile che dobbiate sottoporvi alla colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP) per rimuoverli. Una volta ripresi, è possibile che il medico vi consigli un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea, in modo da evitare futuri attacchi di pancreatite.

Per la pancreatite cronica: Se avete questo tipo d’infiammazione, potreste avere anche episodi acuti, che sono trattati allo stesso modo di un attacco iniziale di pancreatite acuta.

pancreatite cura

Pancreatite come si può curare?

Cura mentre la malattia è in corso

Per curare la pancreatite, dovete:

  • Dovete stare lontani dall’alcool
  • Trattare il dolore
  • Se necessario, sottoporvi a un intervento chirurgico
  • Stare attenti ai grassi
  • Tenere sotto controllo il livello d’insulina

Il consumo eccessivo di alcol provoca la maggior parte dei casi di pancreatite cronica. È importante che non ne beviate. Anche piccole quantità possono causare forti dolori e complicazioni. Grandi quantità invece possono provocare la morte. 

Trattare il dolore

Se avete la pancreatite cronica, potete fare qualcosa per il dolore. Il trattamento include:

  • Evitare l'alcol
  • Seguire una dieta povera di grassi
  • Assumere farmaci e
  • In alcuni casi prendere enzimi in pillole per aiutare il pancreas a riposare. 

I farmaci da banco che potete prendere sono ad esempio:

Se nonostante prendiate questi farmaci il dolore continua, consultate il medico: vi prescriverà medicine più forti.

Intervento chirurgico

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per:

  • Allargare un dotto del pancreas stretto o 
  • Rimuovere il tessuto o i calcoli che bloccano il canale pancreatico. 

La chirurgia può anche drenare una pseudocisti che blocca il passaggio.

Grassi

In uno stadio avanzato di pancreatite cronica, il vostro corpo non può assorbire l’adipe. Questo fa sì che le vostre feci diventino:

•Sciolte

•Grasse e 

•Soprattutto maleodoranti.

Una condizione del genere è chiamata steatorrea. Potreste anche dimagrire, perché il pancreas non produce più gli enzimi necessari a digerire il grasso e le proteine. Le pillole di enzimi pancreatici possono sostituire quelli perduti.

Insulina

Se il pancreas non produce più insulina a sufficienza, è necessario assumerla per via orale.

Complicazioni

Il medico vorrà sicuramente visitarvi ogni 3-6 mesi per assicurarsi che i farmaci siano efficaci e che non abbiate sviluppato complicazioni della pancreatite cronica. Le complicanze possono includere:

  • Riacutizzazioni ricorrenti dei sintomi
  • Accumulo di liquidi
  • Blocco di un vaso sanguigno, del dotto biliare o dell’intestino tenue. 

La pancreatite cronica inoltre aumenta il rischio d’insorgenza di cancro nell’organo.

Trattamento se le condizioni peggiorano

Terapia intensiva

Se la pancreatite acuta è grave, sarete curati nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale, dove vi somministreranno liquidi per via endovenosa e antidolorifici. Per aiutare a curare il pancreas, non dovete mangiare. Durante questo periodo, sarete alimentati attraverso la nutrizione enterale, in cui i nutrienti liquidi sono iniettati nell’intestino tenue attraverso un tubo che è inserito nel naso. Se non siete in grado di tollerare questo genere di alimentazione, è possibile scegliere la nutrizione parenterale totale, in cui i nutrimenti liquidi entrano nel corpo attraverso un tubo (catetere) che è posto in una vena grande, solitamente nel collo o nel braccio.

Farmaci

Potete assumere medicine apposite per interrompere la produzione di acido gastrico. Questi farmaci possono aiutare a prevenire la gastrite e il sanguinamento nello stomaco provocato dall’infiammazione. Non curano però la pancreatite.

Casi particolari

  • In alcuni casi, potreste aver bisogno di un tubo inserito nel naso fino allo stomaco per rimuovere i liquidi che possono irritare il pancreas. Se dovete usare questo tubo per lungo tempo, riceverete la nutrizione parenterale totale.
  • Se il livello di ossigeno nel sangue è basso a causa di complicazioni respiratorie, è possibile che il medico vi sottoponga a ossigenoterapia.
  • In caso d’infezione, è possibile che dobbiate assumere antibiotici e subire un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto infetto e morto. Ma è meglio evitare la chirurgia quando possibile, perché il pancreas si danneggia facilmente.
  • Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico se si sviluppano le complicanze della pancreatite acuta o cronica. La chirurgia è possibile anche se non c'è infezione e se le vostre condizioni non sono migliorate.

Prevenzione

  • Non è possibile prevenire completamente la pancreatite causata dai calcoli biliari. Potete però ridurre il rischio che si formino mantenendo un peso sano con una dieta equilibrata e praticando esercizio fisico regolare. 
  • Un modo per prevenire la pancreatite è di non bere troppi alcolici. La quantità di alcool necessaria per provocare l’infiammazione varia da persona a persona. In generale, è considerato un consumo moderato bere non più di due bevande alcoliche al giorno per gli uomini e una per le donne e gli anziani.
  • Il fumo è un altro fattore che può aumentare il rischio di avere una pancreatite. Se fumate, dovreste smettere

I rimedi naturali più efficaci per la pancreatite

I rimedi naturali sono spesso trascurati dal medico, ma è un vero peccato perché possono essere di grande beneficio. Esistono rimedi naturali per la pancreatite. Ecco i migliori:

  • Vitamina B e lecitina
  • Estratto di foglie di oliva
  • Concentrato di dente di leone
  • cardo mariano
  • Silice
  • L-metionina
  • Lactobacillus acidophilus
  • Enzimi pancreatici
  • Erbe ayurvediche
  • Uva ursina, tarassaco, L-glutammina e selenio
  • Cromo
  • Soia
  • NAC (N-acetilcisteina)
  • Curcumina (Curcuma longa)
  • Oscillococcinum
  • Probiotici
  • Antiossidanti
  • vitamina E, carotenoidi, magnesio e vitamina B12
  • Olio di primula

 

Vitamina B e lecitina

Sono utili ai fini metabolizzare i grassi.

Estratto di foglie di oliva

È un buon rimedio, perché ha proprietà anti-infiammatorie

Concentrato di dente di leone

è raccomandato perché stimola la produzione di bile.

Cardo mariano

aiuta a disintossicare il fegato.

Silice

contribuirà a ricostruire i tessuti che sono stati danneggiati.

L-metionina

Aiuta a ridurre il dolore.

Lactobacillus acidophilus

È un altro rimedio naturale che dovreste prendere in considerazione se soffrite di pancreatite, poiché contribuisce a mantenere in buona salute la flora batterica intestinale.

Enzimi pancreatici

Sono utili, perché ricostituiscono gli enzimi persi e aiutano a scomporre il cibo.

Erbe ayurvediche

È dimostrato che erbe come behada, haritaki e amalaki sono buoni rimedi per il trattamento della pancreatite, a causa delle loro caratteristiche purificanti e la loro capacità di contribuire a ricostruire i tessuti stessi.

Uva ursina, tarassaco, L-glutammina e selenio 

Questi supplementi sono tutti buoni rimedi naturali per la pancreatite.

Cromo

Questa cura naturale è molto importante perché regola la glicemia.

Soia

Estratti e semi di soia sono buoni rimedi naturali per la pancreatite.

NAC (N-acetilcisteina)

Può contribuire a diminuire l'infiammazione e il dolore aiutando il drenaggio dei liquidi digestivi e la disintossicazione del corpo. Dovreste però prendere questo integratore solo se non se non avete calcoli renali.

Curcumina (Curcuma longa)

Anche questo supplemento riduce l'infiammazione del pancreas e funziona benissimo. Potete trovarlo nella spezia denominata curcuma. Funziona ancora meglio se combinato con il cardo mariano.

Oscillococcinum

È un rimedio omeopatico che aiuta a ridurre:

Probiotici

Sono i batteri amici dell’intestino. Diminuiscono il rischio di cancro, e migliorano la digestione in generale e facilitano il lavoro al pancreas.

Antiossidanti 

Sono importanti come cura per la pancreatite, perché aiutano a combattere i radicali liberi che possono peggiorare i sintomi. Dovreste mangiare più cibi crudi, poiché contengono un maggior numero di antiossidanti. I prodotti alimentari trasformati distruggono gli antiossidanti e introducono sostanze dannose nel corpo, quindi è meglio se li evitate.

Vitamina E, carotenoidi, magnesio e vitamina B12

In generale, per il trattamento della pancreatite, dovreste mangiare tanti alimenti che sono ricchi di vitamina E, carotenoidi, magnesio e vitamina B12.

Olio di primula

E per ultimo, ma non meno importante, l'olio di primula. È noto per essere anti-infiammatorio e aiuta a prevenire gli attacchi di pancreatite. 

Da cosa dipende la cura per la pancreatite

In breve, la cura per la pancreatite dipende dalla gravità della vostra situazione. Se non è preoccupante, potete provare i rimedi naturali. In caso contrario, è meglio che consultiate il medico: potrebbe essere necessario il ricovero.

Informazioni dedicate alla cura della pancreatite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo pancreatite cura

Pancreatite e cura

articolo completo ed esauriente!

Articolo esauriente sulla pancreatite

perfetto molto esauriente.

salve sono una ragaza rumena o mio frtelo con una pancreatite acuta pe causa del alcol ma lui non e un alcolizato beveva un bichere di vino o qualche birra ADESO NON BEVE PIU E POSIBILE GUARIRE DA QUESTA MALATIA

Lascia il tuo commento: